giovedì 23 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 23 marzo 2017

Change begins from the moment you muster the courage to act. When you change, the environment will change.

Scoprire il valore dentro e fuori se stessi

Per quanto delusi e sofferenti ci si possa sentire, è proprio da lì che si deve iniziare, dalla propria vita che fa così male. Nel Gosho Sulle preghiere Nichiren scrive: «Non si getta via l'oro solo perché la borsa che lo contiene è sporca; se si odiano gli alberi di eranda non si puo' ottenere il legno di sandalo. Se si detesta lo stagno della valle perché e impuro non si possono cogliere i fiori di loto» (RSND, 1, 307). Così commenta questo passo Greg Martin in una famosa lezione al Centro culturale SGI di Seattle, nel 1995: «Si dovrebbe pregare come se si volessero raccogliere i fiori di loto che crescono nello stagno a volte fangoso della vita. [...] All'interno della nostra vita non ci sono solo le cause della sofferenza, ma anche la soluzione di tutti i problemi» (NR, 198, 5). Questo brano ci suggerisce che è la sofferenza della nostra vita il punto di partenza. È la fiducia che sia proprio lei a segnare il punto di inizio che ci dovrebbe incoraggiare a partire. È nascosto nel fango il nostro blocco di partenza.
«Quando ormai mi auguravo ogni giorno che mi succedesse qualcosa di definitivo per porre fine alla mia angoscia - racconta ancora Fabio - mi resi conto che avevo il Gohonzon e non sapevo usarlo. Mi accorsi che recitando guardavo solo il buio e la morte e non la mia parte illuminata. Ma se l'oscurità traeva la sua forza dalla mia vita e tuttavia io ero ancora vivo, allora dentro la mia vita c'era dell'altro. E da quel momento, con ogni nam del mio Daimoku iniziai a richiamare a me le forze come per cercare acqua nel deserto». Quindi il secondo passo del nostro cammino, dopo aver capito che dipende da noi, è partire per "cercare l'acqua nel deserto".
La direzione verso cui rivolgere il nostro sguardo interiore in questo viaggio è suggerita da Suzanne Pritchard: «Il Gohonzon non è l'oggetto di devozione per osservare la mente del fallimento, non è l'oggetto di devozione per osservare la mente della debolezza; non è l'oggetto di devozione per osservare la sfilza di relazioni andate male [...]. Il Gohonzon è l'oggetto di devozione per osservare la mente del Budda e andiamo lì davanti per pregare con tutto il nostro essere, per tirare fuori la passione, il potere, la creatività, per cambiare le circostanze e offrire una prova concreta» (NR, 490, 17). Noi siamo splendidi esseri umani così come siamo senza bisogno che un altro ci renda completi. L'esercizio assiduo a vedere il meglio di noi stessi grazie alla pratica costante costituirà a poco a poco, strato per strato, una base di autostima che tenderà a stabilizzarsi senza tornare al punto di partenza, a un nuovo attacco esterno. È in questa fase che iniziamo a vedere il valore anche nel mondo intorno a noi, facendo un altro grande passo verso il punto del nostro percorso in cui scopriremo il "fattore x".

Tratto da il Nuovo Rinascimento n° 512 - 15 Maggio 2013

Frase dal Gosho - 23 marzo 2017

"Si verifica sempre qualcosa fuori dal comune all’alzarsi e all’abbassarsi delle maree, al comparire e scomparire della luna, al passaggio dalla primavera all’estate, dall’estate all’autunno e all’inverno; lo stesso avviene quando una persona comune consegue la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stolto indietreggerà."

Dal Gosho "I tre ostacoli e i quattro demoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 568)

23 marzo

Una persona che partecipa attivamente alla vita della società sembra molto più giovane di quanto sia realmente. Le persone che provano gratitudine anche per le piccole cose e si dedicano agli altri, sono piacevoli e giovanili.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 23 marzo

Miriamo a condurre una grande esistenza dedita alla verità a agiamo in tal senso con grandi speranze. Viviamo con audacia, senza rimpianto, avanzando con pazienza, con entusiasmo e con un autentico senso dell'amicizia.

mercoledì 22 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 22 marzo 2017

In the end, the evil over which we must triumph is the impulse toward hatred and destruction that resides in us all.

Autotrasformazione

Essenzialmente la rivoluzione umana avviene quando la nostra vita si fonde con quella del Budda. Realizzando la "fusione di realtà e saggezza" con il Budda, sgorga dentro di noi il potere per l'autotrasformazione.
Solo gli esseri umani hanno la capacità di aspirare alla crescita personale e al miglioramento di se stessi. Possiamo consciamente decidere di cambiare la direzione della nostra vita, arricchendola e rendendola più profonda invece di lasciarla scorrere senza scopo. Le persone tendono a pensare che essere grandi equivalga ad acquisire prestigio nella società. Ma la nostra rivoluzione umana consiste nel migliorarci nel profondo della nostra interiorità, e ha anche un aspetto di eternità. È molto di più di un semplice avanzamento sociale.
Un essere umano è un essere umano; non possiamo trasformarci in esseri soprannaturali. Per questo motivo è importante trasformare noi stessi come esseri umani. Possiamo adornare la nostra vita di fama, successo, titoli accademici, conoscenza, danaro, ma se siamo poveri di umanità la nostra esistenza rimarrà povera e vuota dentro. Ciò che conta è chi siamo una volta eliminate tutte queste cose esterne, chi siamo in quanto noi stessi. La rivoluzione umana è la sfida di cambiare questo nucleo interno, la nostra vita, il nostro io.

di Daisaku Ikeda - Tratto da: Buddismo e Società n°172 - settembre ottobre 2015

Frase dal Gosho - 22 marzo 2017

"Tutti i caratteri di questo sutra, senza eccezione alcuna, sono Budda viventi di perfetta illuminazione, ma noi, guardandoli con gli occhi delle persone comuni, vediamo solo dei caratteri. Per esempio, gli spiriti affamati vedono il fiume Gange come fuoco, gli esseri umani come acqua e gli esseri celesti come amrita. L’acqua è sempre uguale, ma appare diversamente secondo la retribuzione karmica di ognuno."

Dal Gosho "Risposta al prete laico Soya" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 431)

22 marzo

Quando un figlio non mette in ordine la sua stanza, generalmente viene rimproverato con parole del tipo: ”Sei il solito disordinato!” ma se li rimproveriamo continuamente, i nostri figli possono sviluppare un'immagine negativa di se stessi. Per questo desidero che li incoraggiate dicendo: ”Se lo vuoi puoi fare molto meglio”.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 22 marzo

Chiedo a ciascuno di voi di lottare per il vostro a l'altrui benessere! Lottare per svilupparsi! Lottare per vincere! La vita è lotta per raggiungere i propri scopi; è impegno e sforzo. Per quanto intelligenti possiate essere, la sola mente non può essere garanzia per il vostro futuro.

martedì 21 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 21 marzo 2017

The transformation from a self-centered way of life to one dedicated to the well-being of others is the process of “human revolution.”

Ti amo, quindi mi rispetto

La prospettiva che offre Daisaku Ikeda su come amare in modo costruttivo è chiara: «L'amore vero non è fare tutto ciò che l'altro desidera o fingere di essere diversi da come si è. Senza il rispetto, nessun rapporto può durare, né due persone possono far emergere il meglio l'uno dall'altro»
È umiliante cercare di continuo l'approvazione del partner. In una simile relazione manca la cura, la profondità e perfino il vero amore. Se non vi sentite trattati come il vostro cuore suggerisce, spero che abbiate il coraggio e la dignità di decidere per il vostro meglio e rischiare il disprezzo del vostro compagno, piuttosto che un'infelicità senza limiti.
Il vero amore non consiste nell'aggrapparsi l'un l'altro, bensì è un'interazione tra due persone solide, sicure della propria individualità. Invece di farsi coinvolgere dal sentimento così tanto da credere che si esiste solo se si è in due, sarebbe più sano continuare a sforzarsi per migliorare se stessi, cercando di imparare da quelle qualità che più si rispettano e si ammirano nel partner.
L'amore vero non è fare tutto ciò che l'altro desidera o fingere di essere diversi da come si è. Chi vi ama davvero non vi spingerà ad agire contro la vostra volontà né vi coinvolgerà in attività pericolose.
Senza il rispetto, nessun rapporto può durare, né due persone possono far emergere il meglio l'uno dall'altro.
Nonostante, al momento, vi sembri di provare gioia o siate seriamente impegnati in una relazione, se permettete alla vostra vita sentimentale di consumare tempo ed energia a discapito della vostra crescita, allora vi state solo divertendo e la vostra esistenza si rivelerà appunto tale, un passatempo.

(D. Ikeda, In cammino con i giovani, esperia, pagg. 30-31)
Tratto da: il Nuovo Rinascimento n° 512 15 Maggio 2013

Frase dal Gosho - 21 marzo 2017

"Quelli che credono nel Sutra del Loto sono come l’inverno, che si trasforma sempre in primavera. Non si è mai visto né udito, sin dai tempi antichi, di un inverno che si sia trasformato in autunno, né si è mai sentito di alcun credente del Sutra del Loto che sia diventato un essere comune. Un passo del sutra dice: «Fra coloro che ascoltano la Legge, nemmeno uno mancherà di conseguire la Buddità»."

Dal Gosho "L’inverno si trasforma sempre in primavera" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 477)

21 marzo

Avanti, andiamo avanti con decisione. Affrontiamo con coraggio la realtà che abbiamo di fronte. Chi vive in questo modo è una persona vittoriosa e degna di rispetto. Non preoccupiamoci di ciò che gli altri possono dire o pensare.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 21 marzo

Perchè a volte sembra che le nostre preghiere non ottengano risposta? Ciò è la manifestazione della saggezza del Budda, perchè possiamo approfondire la nostra pratica e la nostra vita, diventando sempre più forti e assicurandoci la fortuna. Se ci fosse risposta immediata a ogni nostra minima preghiera diventeremmo pigri e ci lasceremmo andare. In questo modo perderemmo la speranza di costruire un'esistenza solida, basata sulla dignità.

lunedì 20 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 20 marzo 2017

The full realization of one’s inner potential can be achieved only through interaction with the world of everyday reality.

Kyo, il suono dell'universo


Kyo - di Nam-Myoho-renge-kyo - è la traduzione giapponese del termine "sutra", che indica gli insegnamenti del Budda Shakyamuni. Poiché Shakyamuni trasmise i suoi insegnamenti oralmente, con la voce, al termine kyo è stato attribuito anche il significato di "suono".

Inoltre, l'ideogramma cinese che corrisponde a kyo originariamente indicava l'ordito di un tessuto, e poiché l'immagine del tessuto implica l'idea di continuità, kyo è giunto a designare un insegnamento che deve essere preservato e tramandato alle generazioni future. Nichiren lo interpreta in questo senso quando dice: «Kyo può anche essere definito come ciò che è costante e immutabile nelle tre esistenze di passato, presente e futuro» (Raccolta degli insegnamenti orali, Buddismo e società, n. 109, p. 41). Afferma inoltre: «La voce compie il lavoro del Budda ed è chiamata kyo» (Ibidem).
Kyo è l'Illuminazione originale del Budda che si trasmette ai discepoli, dal remoto passato fino all'infinito futuro. «Soltanto Nichiren, senza risparmiare la sua voce, ora recita Nam-myoho-renge-kyo, Nam-myoho-renge-kyo» (Ripagare i debiti di gratitudine, RSND, 1, 614). «Senza risparmiare la sua voce» si riferisce all'intensità della compassione del Budda che lotta attraverso le tre esistenze per condurre tutti gli esseri viventi all'Illuminazione.
La verità alla quale il Budda si è illuminato è eterna e abbraccia passato, presente e futuro. Risvegliandoci a questa verità comprendiamo l'aspetto eterno della nostra vita individuale che trascende i cambiamenti del mondo fenomenico e il ciclo di nascita e morte.

Frase dal Gosho - 20 marzo 2017

"Ma, anche se può accadere che uno miri alla terra e manchi il bersaglio, che qualcuno riesca a legare i cieli, che le maree cessino di fluire e rifluire o che il sole sorga a ovest, non accadrà mai che la preghiera di un praticante del Sutra del Loto rimanga senza risposta"

Dal Gosho "Sulle preghiere" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 283)

20 marzo

Per far si che una famiglia sia allegra e gioiosa, bisogna essere continuamente creativi. Un semplice brano musicale può fare della nostra casa una sala da concerto, mentre un disegno di nostro figlio può trasformarla in una galleria d'arte.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 20 marzo

Ci possono essere periodi nella vita in cui tutto sembra triste. Quando ci sentiamo confusi, negativi e smarriti dobbiamo trasformare la nostra passività e dire a noi stessi: "Procederò su questo sentiero", "Porterò avanti la mia missione oggi."
In questo modo arriverà di nuovo la primavera nei nostri cuori e i primi fiori inizieranno a germogliare.

domenica 19 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 19 marzo 2017

The greater the challenges and difficulties we face, the greater opportunity we have to grow and develop as people.

Frase dal Gosho - 19 marzo 2017

"«Esaminando questa grande varietà di sutra, troviamo che tutti sottolineano la gravità dell’offesa alla Legge. Com’è triste che tutti gli uomini escano dalla porta dell’insegnamento corretto per sprofondare nella prigione di queste dottrine errate! Com’è sciocco che essi cadano uno dopo l’altro nelle spire delle dottrine malvagie e rimangano a lungo impigliati nella rete degli insegnamenti che offendono la Legge! Essi si smarriscono in queste nebbie e precipitano in basso fra le fiamme dell’inferno. Quanto devono affliggersi! Quanto devono soffrire! «Perciò affrettatevi a cambiare i princìpi su cui si basa il vostro cuore e ad abbracciare l’unico vero veicolo, la sola buona dottrina [del Sutra del Loto]. Se lo farete, il triplice mondo diverrà la terra del Budda, e come potrà mai declinare una terra del Budda? Tutte le regioni nelle dieci direzioni diventeranno terre preziose, e come potrà mai essere distrutta una terra preziosa? In un paese che non conosce declino, in una terra che non conosce distruzione, il vostro corpo troverà pace e sicurezza e la vostra mente sarà calma e indisturbata. Dovete credere alle mie parole e rispettarle»."

Dal Gosho "Adottare l'insegnamento corretto per la pace nel paese" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 26)

19 marzo

Non è possibile far crescere un essere umano con la sola teoria. La cosa più importante è agire concretamente, faticare, ridere e piangere insieme: soltanto una sincera interazione tra esseri umani permette di sviluppare la personalità di ciascuno.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 19 Marzo

Con le attività della Gakkai acquistiamo la capacità di trasformare tutte le difficoltà e gli ostacoli in benefici, riconoscendo che i desideri terreni e le illusioni sono illuminazione e che le sofferenze di nascita e morte sono nirvana. Per quanto spiacevoli possono essere le circostanze in cui ci troviamo, esse possono essere trasformate in speranza e fortuna, in felicità eterna. Quant'è incredibile tutto ciò!

sabato 18 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 18 marzo 2017

In all things patience is the key to victory. Those who cannot endure cannot hope to win. Ultimate triumph belongs to those who can forbear.

Frase dal Gosho - 18 marzo 2017

"E se indaghiamo sulla radice della sofferenza inflitta alle persone, scopriamo che essa deriva dai tre veleni di collera, avidità e stupidità. Attraverso i due sentieri delle illusioni e dei desideri, e della sofferenza si crea il karma. E il sentiero del karma è ciò che ci lega al regno di nascita e morte. Siamo come uccelli chiusi in una gabbia. Come possono questi tre sentieri, delle illusioni e dei desideri, del karma e della sofferenza, essere chiamati le tre cause che conducono alla Buddità? [...] vorrei semplicemente citare le parole del Bodhisattva Nagarjuna, il tredicesimo successore del Budda e fondatore del lignaggio del Gran Maestro T’ien-t’ai, che, nello spiegare la parola myo, o meraviglioso, nei termini di myoho dice che è «come un grande medico in grado di trasformare il veleno in medicina»."

Dal Gosho "Cosa significa udire per la prima volta il veicolo del Budda" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume II, pag. 698)

18 marzo

Una piantina ostacolata da una pietra non può crescere diritta. D'altra parte, se una pianta cresce in serra si sviluppa velocemente, ma sarà poco resistente alle intemperie. Anche per i bambini la cosa più bella è crescere in un ambiente libero e aperto, che permetta loro di svilupparsi affrontando le naturali difficoltà della vita.

dalla “Mappa della felicità” di Daisaku Ikeda

Giorno per giorno - 18 Marzo

Facciamo del nostro meglio per sostenere l’atmosfera calorosa della Soka Gakkai in cui i membri si sentano liberi di esprimersi. Altrimenti la nostra organizzazione smetterà di crescere. La Gakkai è il regno dell’umanità, del cuore, della fede, della compassione. In essa si trovano unità e stimolo. Ecco perché è forte. Dando valore e promuovendo tali qualità essa si svilupperà in eterno. L’atmosfera in cui avvengono le discussioni è fondamentale.

venerdì 17 marzo 2017

Daisaku Ikeda Quotes - 17 marzo 2017

Please live with a youthful spirit...If you devote your life to helping others, you'll stay young.

Trasformare

Parlando con i membri indiani Shin'ichi aveva percepito che molti di loro avevano iniziato a praticare con il desiderio di trasformare il proprio karma. In India, infatti, il concetto di karma è profondamente diffuso tra le persone. Ogni forma di vita percorre perennemente il ciclo di nascita e morte. In questo ciclo continuo le azioni che si manifestano tramite il corpo, la bocca (Le parole) e il pensiero (il cuore), generano il karma di una persona. La gioia o la sofferenza che proviamo adesso non sono altro che la conseguenza che ne deriva.
In altre parole, le azioni malvagie compiute nelle esistenze passate accumulandosi sono divenute cause negative che producono le retribuzioni karmiche che si manifestano in questa esistenza.
Viceversa, dalle buone azioni derivano le cause positive. Le azioni negative compiute in questa vita diverranno retribuzioni nelle prossime, e lo stesso vale per le buone azioni che saranno le cause positive per le prossime vite.
La Legge di causa ed effetto che regola la vita costituisce un insegnamento basilare del Buddismo. Il problema è come si possa trasformare in questa vita il karma che ci affligge e che deriva dalle retribuzioni negative. Secondo questa visione, per quante buone azioni possiamo accumulare non saremo comunque in grado di estinguere in questa sola esistenza il karma negativo che causa le nostre attuali sofferenze, dal momento che questo si è accumulato nel corso delle esistenze passate.
L'estinzione del karma negativo è un processo che prosegue per l'eternità, continuando ad accumulare cause positive, e non si limita a questa esistenza ma si estende a quelle future. Secondo questa visione all'essere umano non resta che accettare passivamente le sofferenze e l'infelicità in questa esistenza.
Al contrario il Buddismo di Nichiren Daishonin afferma il conseguimento della Buddità in questa esistenza, e la via per manifestare la condizione di Buddità inerente alle nostre vite e per riuscire a spezzare le catene del karma. Grazie alla fede, infatti, siamo in grado di compiere la nostra rivoluzione umana, di creare una condizione vitale invincibile e superare qualsiasi genere di difficoltà.
Attraverso la prova concreta che manifestiamo superando le nostre sofferenze, siamo in grado di dimostrare quanto è vero il Buddismo di Nichiren Daishonin e di far avanzare kosen-rufu.
In altre parole, le nostre sofferenze sono un requisito fondamentale per dimostrare l'efficace potere di questo insegnamento, e grazie a ciò il nostro karma si trasforma immediatamente nella nostra missione. Grazie alla fede si passa dalla rassegnazione a un'esistenza in cui siamo pronti a sfidarci in ogni cosa.
Ciascuno dei membri indiani aveva percepito questo, e per questo sentiva il proprio cuore ardere di gioia.

NRU - vol. 29, punt. 26, vol. 29 NR, 588, p.17