Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2012

Martina ha detto...

Immagine
Ciao a tutti mi chiamo Martina Marrocchi il 10-04-2011 ho ricevuto il Gohonzon, l'unica cosa che intendo ricordare e che molto spesso ci dimentichiamo è una frase del nostro presidente Daisaku Ikeda: "Chi continua a sfidare se stesso senza sosta alla fine vince... e vince per sempre! "
Grazie Sensei,  un abbraccio,  grazie nmrk
stampa la pagina

La forza della compassione

Immagine
È possibile tracciare una strada nuova per risolvere i mali della civiltà post-moderna adottando e diffondendo la capacità di immedesimarsi nel dolore altrui, andando oltre le differenze. *(di Erminio Gius)
(…) Parlando di “educazione alla felicità”, intravedo un progetto collegato all’educazione alla compassione, intesa come immedesimazione nel dolore altrui. Educare alla felicità è, quindi, educare alla responsabilità universale rispetto al dolore universale, al dolore nel mondo. In tale senso, educare alla felicità attraverso la compassione significa creare un progetto di mondo nuovo (gioioso) nell’area della globalizzazione. (…) Analizzerò questa problematica prendendo in considerazione tre grandi temi: due caratteristiche dell’era della post-modernità che viviamo, la globalizzazione e la frantumazione, e una loro conseguenza, che è la sofferenza universale. (…) Come è possibile conciliare i valori universali della dignità e della libertà della persona con il progresso scientifico…
stampa la pagina

Ridere, finalmente

Immagine
Un’infanzia trascorsa a guardare la vita dalla finestra. Poi l’adozione e l’incontro con il calore di una famiglia. Lottare per scrollarsi di dosso le chiusure e le paure di anni. E scoprire che non è impossibile mandare in frantumi la “campana di vetro”.
Ho conosciuto questa pratica quando mio fratello Alvaro iniziò a praticare il Buddismo. Allora i buddisti bolognesi si potevano contare sulle dita di una mano. Io ero poco più di un bambino e non ne volli sapere. Avevo dieci anni quando sono stato adottato dalla famiglia Rossi. Durante l’infanzia sono passato da un istituto per minori all’altro. Benché avessi un carattere dolce e un problema fisico e tutti mi volessero bene, in certe occasioni (Natale, Pasqua e altre festività particolari) gli altri bambini passavano le feste in famiglia e anch’io speravo che qualcuno mi venisse a prendere. Quando vedevo arrivare i genitori degli altri, sconfortato salivo nella mia camera e mi sdraiavo fissando il soffitto, oppure li osservavo di sop…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 28 febbraio 2012

"Sto pregando intensamente come se dovessi accendere il fuoco con legna bagnata o estrarre l'acqua dal deserto, affinche`, nonostante questa sia un'epoca di disordini, il Sutra del Loto e le Jurasetsu proteggano ciascuno di voi."
Da "Cancellare le colpe" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 172)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #68

Immagine
La natura di Budda si manifesta con un sincero atteggiamento
Dal punto di vista del Buddismo del Daishonin, “sforzarsi” significa recitare Daimoku correttamente per la propria e l’altrui felicità, il che è possibile solo con uno spirito valoroso e instancabile. Il patriarca Nichikan, nel citare con Miao-lo il termine “sforzarsi”, quale “puro” e “assiduo”, insegna il corretto atteggiamento da assumere nel recitare Daimoku, spiegando che “puro” significa incontaminato, e che “assiduo” vuol dire praticare senza mai smettere. In altre parole, l’importante è recitare Daimoku ogni giorno con sincerità e costanza, perché solo così possiamo lucidare la nostra vita e raggiungere la Buddità in questa esistenza. Il Daishonin afferma: «Se in un singolo istante di vita producete uno sforzo pari a quelli prodotti in cento milioni di eoni, le tre proprietà illuminate del Budda si manifesteranno in voi costantemente. Nam-myoho-renge-kyo è la pratica dello “sforzo”» (Gosho Zenshu pag. 790) Recitando D…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 27 febbraio 2012

"Non permettere mai che le avversita` della vita ti preoccupino. Dopotutto nessuno puo` evitare i problemi, nemmeno i santi o i saggi. Semplicemente recita Nam-myoho-renge-kyo [...] Soffri per quel che c'e` da soffrire e gioisci per quello che c'e` da gioire. Considera entrambe, sofferenza e gioia, come fatti della vita e continua a recitare Nam-myoho-renge-kyo qualunque cosa accada. In questo modo sperimenterai una gioia illimitata derivante dalla Legge. Rafforza la tua fede più che mai."
Da "Felicita` in questo mondo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 157)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 26 febbraio 2012

"Benche' numerosi, i giapponesi difficilmente realizzeranno qualunque cosa, poiche' sono divisi nello spirito. Al contrario, io credo che, sebbene Nichiren e i suoi discepoli siano pochi di numero, poiche' agiscono in itai doshin, realizzeranno la loro grande missione di propagare il Sutra del Loto. Un solo scroscio di pioggia spegne molti fuochi ruggenti e una sola verita` dissolve molte forze malvagie"
Da "Itai Doshin" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 268)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 25 febbraio 2012

"Il piu` grande di tutti i mali produce conseguenze che non colpiscono solo chi l'ha commesso, ma si estendono ai suoi figli, nipoti e cosi` via fino alla settima generazione. E lo stesso vale per il piu` grande di tutti i beni. Poiche` il Venerabile Maudgalyayana ripose fede nel Sutra del Loto che e` il massimo bene che esista, non solo lui, ma anche suo padre e sua madre ottennero la Buddita`. E come se non bastasse, anche tutti i padri e le madri delle sette generazioni precedenti e delle sette generazioni successive, e in verita` di innumerevoli vite precedenti e successive, furono in grado di ottenere la Buddita`, per quanto incredibile possa sembrare."
Da "Sull'Urabon" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 233)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 24 febbraio 2012

"Il fiore mahamandara nel cielo e il fiore di ciliegio nel mondo umano sono entrambi fiori ammirati da tutti, ma il Budda non li scelse come simbolo del Sutra del Loto. Esiste una gran varieta` di piante: alcune prima fioriscono e poi producono i frutti; altre prima producono i frutti e dopo i fiori; alcune portano un solo fiore e molti frutti, altre molti fiori e un solo frutto, altre ancora producono frutti senza fiorire, ma il loto e` l'unico fiore in cui il fiore e il frutto compaiono simultaneamente. Questa e` la ragione per cui fra tutti i fiori egli scelse il loto come simbolo del Sutra del Loto"
Da "Wu-lung e I-lung" (gli Scritti di Nichiren Daishonin, vol. 6, 245)
stampa la pagina

Dedizione al Buddismo #2/4

Immagine
Di natura introverso e autolesionista, fino a qualche tempo fa per farmi parlare bisognava tirarmi fuori le parole a forza. A scuola studiavo poco, più per obbligo che per passione. Mi bastava mettermi sui libri quel poco che mi consentiva di essere promosso; anche nel Buddismo lo studio era il mio punto debole. Agli esami universitari, pur avendo studiato molto, ero sempre sfiduciato e, davanti ai professori, riuscivo a dire poco o nulla. Poi, come da routine, ricadevo in un «letargo» lungo mesi di autocritica, riflessioni e interrogativi il cui unico risultato era quello di denigrarmi sempre di più. L’elenco degli esami che via via rimandavo era sempre più lungo. Negli ultimi mesi, studiando i Gosho e i discorsi del presidente Ikeda mi resi conto che, seppur letti a fatica, trovavo molte risposte a dubbi che da sempre mi attanagliavano. Leggendo il Gosho Gli otto venti mi colpì la frase «Rimani calmo, non ti far trasportare dai tuoi desideri, dalla preoccupazione per il tuo rango e …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 23 febbraio 2012

"Nel Sutra del Nirvana si trova il principio dell'alleggerimento della retribuzione karmica. Se il karma pesante del passato non viene espiato in questa esistenza, si dovranno sopportare le sofferenze dell'inferno nel futuro, tuttavia, incontrando grandi difficolta` in questa vita, le sofferenze dell'inferno svaniranno immediatamente. Alla morte si otterranno i benefici dei mondi umani e divini, dei tre veicoli e del veicolo supremo. Il bodhisattva Fukyo non fu deriso, insultato e colpito con pietre e bastoni senza motivo: probabilmente aveva calunniato la vera Legge nel passato."
Da "Alleggerimento della retribuzione karmica" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 93)
stampa la pagina

Ma ha detto...

Immagine
Ciao a tutti voi che mi state leggendo. Sono un paio di giorni che ho un meraviglioso pensiero che mi accompagna durante la giornata: voglio ricevere il gohonzon. Non frequento i gruppi della Soka Gakkai perchè in questo periodo voglio dedicarmi a questa religione da sola. Voglio pregare davanti al Gohonzon, posso sapere cosa si deve fare per farne richiesta.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 22 febbraio 2012

"I cinque caratteri di Myoho-renge-kyo, il cuore dell'insegnamento Honmon del Sutra del Loto, contengono tutti i benefici delle pratiche e delle azioni meritorie di tutti i Budda nelle tre esistenze. Come possono quindi questi cinque caratteri non includere i benefici ottenuti osservando tutti i precetti? Una volta abbracciato questo perfetto mistico precetto, un praticante non puo` romperlo, nemmeno se volesse. Percio` e` chiamato il precetto [del calice] di diamante"
Da "L'insegnamento, la pratica e la prova" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 6, pag. 219)
stampa la pagina

La vita appesa a un filo

Immagine
Lentamente ripresi la mobilità dell'occhio sinistro fino a recuperarla. Ancora una volta era stato l'amore per la mia vita a salvarmi, l'aver lottato a vasto raggio.
Il mio incontro col Buddismo risale al 2000 a Roma, città nella quale studiavo. Il 18 ottobre 2006 mi laureai in economia e decisi di trasferirmi a Novara per questioni di cuore e di lavoro e così iniziò la mia vita piemontese. Tutto perfetto finché nella primavera del 2009 iniziò il periodo più duro della mia vita. Dalla mia relazione emersero delle grosse difficoltà e la persona con cui stavo, che aveva iniziato a praticare, ebbe dei problemi di ansia che mi portarono a mettere da parte le mie angosce per sostenerla. A ottobre mi sentivo smarrito e sconcertato, continuavo a recitare Gongyo e Daimoku ma non affrontavo profondamente l'angoscia che avevo dentro di me. In quei giorni si presentò sotto l'ascella sinistra uno strano rigonfiamento e mi recai a fare dei controlli. Quando ritirai il referto u…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 21 febbraio 2012

"Per tutti coloro che credevano nel Sutra del Loto ma non riuscivano a credere del tutto, il quinto volume espone l'essenza dell'intero sutra, la dottrina del raggiungimento della Buddita` nella forma presente. Era come se un oggetto nero fosse diventato bianco, come se la lacca nera fosse diventata simile a neve, come se una cosa sporca fosse diventata pulita e pura o il gioiello che esaudisce i desideri fosse stato gettato nell'acqua torbida. Vi si narra di come Ryunyo [la figlia del re dei Naga], avesse ottenuto la Buddita` nella sua forma presente di serpente. E a quel punto nessuno poteva piu` dubitare che anche per gli uomini fosse possibile ottenere la Buddita`."
Da "Il sutra della vera riconoscenza" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 108)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #67

Immagine
Praticare il darsi ogni giorno significa sfidarsi ogni giorno
Yumyo shojin. Myosho fu mon.
Si è dedicato a queste pratiche in modo valoroso e instancabile e il suo nome è universalmente noto. Questo brano si riferisce alle pratiche dei Budda degli insegnamenti precedenti al Sutra del Loto e all’insegnamento teorico, (prima metà) del Sutra del Loto. Allo stesso tempo, ci fornisce un’ importante linea di condotta nella fede. Per prima cosa, “in modo valoroso e instancabile” significa con fede. Nel Rokkan sho (Scritti in sei volumi) il ventiseiesimo patriarca Nichikan Shonin, spiegando che «“in modo valoroso” significa agire con coraggio; “instancabile” significa usare ogni briciola della nostra saggezza», esorta a usare coraggiosamente i propri poteri della fede senza risparmio. La pratica buddista deve essere svolta con determinazione e coraggio, sfidandosi al massimo con l’ atteggiamento di realizzare “oggi più di ieri” e “domani più di oggi”. Senza questo spirito forte e instancabile…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 20 febbraio 2012

"Sii fermamente convinto che Shakyamuni, Taho e tutti i Budda delle dieci direzioni si aduneranno nel tuo corpo per aiutarti."
Da "Lettera a Yasaburo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 169)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 19 febbraio 2012

"Prima di tutto, fare una domanda sul Sutra del Loto e` per te una rara sorgente di fortuna. In questa epoca dell'Ultimo giorno della Legge, coloro che fanno domande sul significato anche di una sola frase o verso del Sutra del Loto sono molti meno di quelli che possono scagliare il grande monte Sumeru sopra un'altra terra come se fosse un sasso, o di quelli che possono calciare lontano l'intera galassia come se fosse una palla."
Da "L'unica frase essenziale" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 237)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 febbraio 2012

"Puo` darsi che il prete Sanmi-bo sia una persona di umile condizione, ma poiche' puo` spiegare anche una piccola parte del Sutra del Loto, dovete rispettarlo come fosse un Budda e fargli domande sulla dottrina. "Dipendi dalla Legge e non dalla persona", questo dovete ricordare."
Da "Le quattordici offese" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol 5, pag.175)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 febbraio 2012

"Quelli che credono nel Sutra del Loto sono come l'inverno, che si trasforma sempre in primavera. Non ho mai visto ne' udito di un inverno che si sia trasformato in autunno, ne' ho mai sentito di alcun credente del Sutra del Loto che sia rimasto un comune mortale."
Da "L'inverno si trasforma sempre in primavera" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 209)
stampa la pagina

Dedizione al Buddismo #1/4

Immagine
L’altro giorno in treno mi è successa una cosa buffa. Mentre riflettevo sulla mia vita «col cuore attaccato al finestrino» (come dice Gaber) mi sono persa in un mulinello di pessimismo su un problema che non accenna a cambiare. Un pensiero nero ne causava un altro ancora peggiore, fino a farmi sentire sprofondata in una situazione senza speranza. Con l’ultimo sprazzo di energia ho tirato fuori un Nuovo Rinascimento D.O.C, di tanti anni fa, con una spiegazione di Mitsuhiro Kaneda su obiettivi, karma e ichinen che si è incartapecorita a forza di sottolineature e ditate. Come venendomi in aiuto, la primissima frase su cui ho posato gli occhi è stata decisiva: «La determinazione da sola non basta, bisogna anche mantenere una fede costante». L’ho letta tante volte, ma ora l’ho capita, la mia vita l’ha estratta dal deserto come l’acqua famosa del Gosho. Ecco cosa vuol dire «praticare 24 ore su 24»! La fede è indirizzare la nostra mente costantemente, con amore e pazienza verso un atteggiam…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 febbraio 2012

"Sii fermamente convinto che Shakyamuni, Taho e tutti i Budda delle dieci direzioni si aduneranno nel tuo corpo per aiutarti."
Da "Lettera a Yasaburo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 169)
stampa la pagina

Pippi 78 ha detto...

Immagine
Ciao a tutti è molto bello sapere che siamo in molti a pensarla uguale... e complimenti per il sito innanzi tutto... è un piacere per me lasciare un messaggio, pratico da poco più di un mese... dire che la mia vita è cambiata è molto banale... dico solo che è quello che ho sempre cercato e sentito dentro di me ma che nessuno mai mi aveva parlato e anche io non mi sono interessata più di tanto... fino quando un giorno un'amica mi dice "Pratico il Buddismo", mi si è aperto un mondo nuovo, quel mondo che mi fa essere me stessa così ho iniziato la pratica meravigliosa della vita... la ringrazierò per sempre... grazie Daria e Sabrina. 
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 febbraio 2012

"Perfino un devoto del Sutra che sia incapace, che manchi di saggezza, che abbia un corpo impuro o che non osservi i precetti, sara` sicuramente protetto finche` recita Nam-myoho-renge-kyo. Non gettare via l'oro perche` la borsa che lo contiene e` sporca; se gli alberi di eranda fossero detestati per il loro lezzo, non ci sarebbe il legno di sandalo. Chi evita lo stagno in fondo alla valle perche` e` melmoso, non puo` cogliere i fiori del loto. Se [coloro che promisero di proteggerli] respingessero i praticanti del Sutra del Loto, tradirebbero la promessa fatta."
Da "Sulle preghiere" (scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 183)
stampa la pagina

Vincere sulla sfiducia

Immagine
Da alcuni anni facevo parte di un gruppo i cui membri, pur avendo enormi potenzialità, non riuscivano a manifestarle, e dentro di me incolpavo di questo i miei responsabili. Al ritorno dall'estate, con lo spirito del corso nel cuore, capii che dovevo assumermi la mia parte di responsabilità.
Ho avuto la fortuna di nascere in una famiglia di genitori praticanti. Ho avuto sempre fede nel potere del Gohonzon, ma praticavo solo nei momenti di difficoltà. Quando mio padre andò via di casa, decisi che il Gohonzon non mi sarebbe servito solo per alleviare la sofferenza momentanea, ma che la mia vita da quel momento si sarebbe basata interamente sulla pratica. Nei mesi successivi recitai Daimoku per migliorare la mia prima relazione importante che durava da due anni. Quella storia mi aveva sempre provocato molta sofferenza, una forte sensazione di inadeguatezza e grandi sensi di colpa, ma non ero mai riuscita a chiuderla definitivamente. Il Daimoku di quei giorni iniziò a lavorare indipen…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 febbraio 2012

"Tra tutti coloro che sin dall'inizio del nostro attuale kalpa sono incorsi nella disapprovazione dei propri genitori e dei propri sovrani e sono stati esiliati in terre lontane, nessuno puo` traboccare di gioia quanto noi. Per questo, dovunque dimoriamo praticando l'unico veicolo, quel luogo sara` la capitale della Luce Eternamente Tranquilla. E, senza dover muovere un passo, i nostri dicepoli e sostenitori laici possono vedere il Picco dell'Aquila in India e giorno e notte, andare e venire dalla Terra della Luce Eternamente Tranquilla che esiste sin dall'inizio dei tempi. Quando ci penso, provo una gioia inesprimibile!"
Da "Risposta a Sairen-Bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 163)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #66

Immagine
Diventare un Budda non è difficile
Nel Buddismo del Daishonin non è necessario, pertanto, dedicarsi alle austerità per innumerevoli kalpa, poiché Nam-myoho-renge-kyo è la Legge fondamentale che permette a tutti i Budda di raggiungere l’Illuminazione. La pratica buddista nell’Ultimo giorno della Legge consiste nell’abbracciare e sostenere solo la Legge di Nam-myoho-renge-kyo. Nel Gosho Il vero Oggetto di culto Nichiren Daishonin afferma: «Le pratiche di Shakyamuni e le virtù che ne derivarono sono tutte contenute nei cinque caratteri di Nam-myoho-renge-kyo. Se crediamo in questi cinque caratteri, ci saranno concessi naturalmente gli stessi benefici» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 232). Perciò, abbracciando i cinque caratteri della Legge mistica, otteniamo naturalmente i benefici sia della pratica che delle virtù di Shakyamuni e di tutti gli altri Budda, e sicuramente raggiungeremo la Buddità. Questo è il principio di “abbracciare il Gohonzon è di per sé Illuminazione”…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 febbraio 2012

"Dall'inizio non mi sono mai preoccupato di cosa poteva succedere a me personalmente, ma ho promesso che, qualunque cosa mi fosse capitata, non avrei mai abbandonato la fede e che, se avessi raggiunto la Buddita`, avrei guidato all'illuminazione tutti voi."
Da "Lettera a Misawa" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 188)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 febbraio 2012

"Il piu` grande di tutti i mali produce conseguenze che non colpiscono solo chi l'ha commesso, ma si estendono ai suoi figli, nipoti e cosi` via fino alla settima generazione. E lo stesso vale per il piu` grande di tutti i beni. Poiche` il Venerabile Maudgalyayana ripose fede nel Sutra del Loto che e` il massimo bene che esista, non solo lui, ma anche suo padre e sua madre ottennero la Buddita`. E come se non bastasse, anche tutti i padri e le madri delle sette generazioni precedenti e delle sette generazioni successive, e in verita` di innumerevoli vite precedenti e successive, furono in grado di ottenere la Buddita`, per quanto incredibile possa sembrare."
Da "Sull'Urabon" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 233)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 febbraio 2012

"Non permettere mai che le avversita` della vita ti preoccupino. Dopotutto nessuno puo` evitare i problemi, nemmeno i santi o i saggi. Semplicemente recita Nam-myoho-renge-kyo [...] Soffri per quel che c'e` da soffrire e gioisci per quello che c'e` da gioire. Considera entrambe, sofferenza e gioia, come fatti della vita e continua a recitare Nam-myoho-renge-kyo qualunque cosa accada. In questo modo sperimenterai una gioia illimitata derivante dalla Legge. Rafforza la tua fede più che mai."
Da "Felicita` in questo mondo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 157)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 10 febbraio 2012

"Sto pregando intensamente come se dovessi accendere il fuoco con legna bagnata o estrarre l'acqua dal deserto, affinche`, nonostante questa sia un'epoca di disordini, il Sutra del Loto e le Jurasetsu proteggano ciascuno di voi."
Da "Cancellare le colpe" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 172)
stampa la pagina

Un figlio per imparare ad amare

Immagine
Se vuoi liberarti dalle sofferenze di nascita e morte che sopporti dall’eternità e raggiungere senza alcun dubbio l’Illuminazione in questa esistenza, devi risvegliarti alla mistica verità che è sempre esistita nella vita degli esseri umani. Questa verità è Nam- myoho-renge-kyo. Di conseguenza recitare Nam- myoho-renge-kyo ti permetterà di afferrare la mistica verità dentro di te.
Dal Gosho Il raggiungimento della Buddità in questa esistenza
Quante volte ho creduto di impazzire nella disperata ricerca del senso della vita, quante volte ho desiderato di cessare di vivere perché non riuscivo a trovarlo ed ero convinta che nessun sogno sarebbe mai divenuto realtà e che la sofferenza fosse la mia unica, inseparabile compagna. Perché vivere allora? Nella resa vedevo la soluzione a tutti i miei problemi, il riposo e la passività costituivano l’unico modo per sottrarmi alla lotta. In una parola i pensieri di morte dominavano la mia mente portandomi a distruggere tutto ciò che c’era di positi…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 9 febbraio 2012

"Poiche' [nascita e morte] sono manifestazioni eterne della vita che continua nelle tre esistenze, non c'e` nulla di cui rammaricarsi o di cui temere. Persino le otto fasi dell'esistenza del Budda sono soggette alla legge di nascita e morte. I devoti del sutra del Loto sono illuminati a tutto cio`, questo e` sokushin jobutsu"
Da "Inferno e Buddita`" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 199)
stampa la pagina

Maria ha detto...

Immagine
Ciao a tutti. Mi piace scrivere qui su "metti un saluto" perchè è come se interagissi con tutti voi. Amo e odio spesso la mia vita per le situazioni che mi fa vivere ma oggi sò che questa è la condizione naturale di ognuno di noi. Non potremmo dare così tanta importanza alla gioia e alla felicità senza sofferenza e difficoltà. Alla prossima.
stampa la pagina

Partire per ritrovarsi

Immagine
Sentirsi affermata era quasi diventata una trappola facile e invitante. Con umiltà e benevolenza ha imparato a prendersi cura davvero dei profughi e del suo piccolo mondo.
Dieci anni fa, quando mi sono avvicinata al Buddismo, fuggivo da tutto: dal lavoro, dalle responsabilità. Mi ero diplomata in ostetricia, ma lavoravo per inerzia e, in fondo, solo per mantenermi. Il mio unico obiettivo era quello di fare concorsi per avere un posto fisso. Ma puntualmente, ogni volta che c’erano gli esami, non mi presentavo. Ad aumentare la mia frustrazione contribuivano anche i rapporti che avevo con i colleghi e i malati, improntati all’indifferenza e all’assoluta mancanza di umanità. L’unico desiderio che sentivo era quello di fuggire: pensavo di andarmene e trovare un lavoro fuori dall’Italia. Tutto è incominciato da questa situazione di vuoto e così ho iniziato a recitare Daimoku per conquistare la fiducia degli altri. E sono iniziate le difficoltà, soprattutto con i membri, tanto che volevo cam…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 7 febbraio 2012

"Per tutti coloro che credevano nel Sutra del Loto ma non riuscivano a credere del tutto, il quinto volume espone l'essenza dell'intero sutra, la dottrina del raggiungimento della Buddita` nella forma presente. Era come se un oggetto nero fosse diventato bianco, come se la lacca nera fosse diventata simile a neve, come se una cosa sporca fosse diventata pulita e pura o il gioiello che esaudisce i desideri fosse stato gettato nell'acqua torbida. Vi si narra di come Ryunyo [la figlia del re dei Naga], avesse ottenuto la Buddita` nella sua forma presente di serpente. E a quel punto nessuno poteva piu` dubitare che anche per gli uomini fosse possibile ottenere la Buddita`."
Da "Il sutra della vera riconoscenza" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 108)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #65

Immagine
L’insegnamento per raggiungere la Buddità in questa vita
Sho-i sha ga. Butsu zo shingon. Hyaku sen man noku. Mushu sho butsu. Jin gyo sho-butsu. Muryo doho.
La ragione è questa. Un Budda ha praticato innumerevoli austerità seguendo molte centinaia di migliaia di miriadi di koti di Budda. Vorrei dire qualcosa sul raggiungimento della Buddità trattato in questo brano. Secondo questa descrizione, un Budda ha servito e praticato presso innumerevoli Budda per molte vite, di conseguenza raggiunge lo stato supremo della Buddità. Questo concetto è chiamato «praticare per un periodo lungo innumerevoli kalpa per raggiungere l’Illuminazione». È bene però ricordare che questa è soltanto un’ interpretazione testuale delle cause poste (le pratiche) e degli effetti (virtù) ottenuti dal Budda, come sono descritti negli insegnamenti teorici del Sutra del Loto. Leggendo questo brano dal punto di vista del Buddismo di Nichiren Daishonin, il presidente Toda spiegava che non è necessario dedicarsi a tale t…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 6 febbraio 2012

"Verra` il tempo in cui tutte le persone, comprese quelle di Studio, Illuminazione parziale e Bodhisattva, si incammineranno sul sentiero della Buddita` e solo la Legge mistica fiorira` in tutto il paese. In quell'epoca, poiche' tutte le persone reciteranno Nam-myoho-renge-kyo, il vento non spezzera` i rami o le fronde, ne' la pioggia cadra` cosi' forte da rompere una zolla. Il mondo diverra` come era ai tempi di Fu Hsi e Shen Nung nell'antica Cina. I disastri si allontaneranno dal Paese e la gente sara` libera dalla sfortuna. Le persone impareranno anche l'arte di vivere esistenze lunghe e realizzate. Verra` il tempo in cui sara` rivelata la verita` che per la Persona e per la Legge non c'è vecchiaia ne' morte. Non ci puo` essere il minimo dubbio sulla solenne promessa del sutra di una vita pacifica in questo mondo."
Da "La pratica dell'insegnamento del Budda" (gli scritti di Nichiren Daisohin, vol. 4, pag. 12)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 5 febbraio 2012

"...accettare e sostenere o proteggere e abbracciare un singolo verso del Sutra del Loto e` un'azione piu` meritoria del fare offerte a tutti gli esseri viventi, del fare offerte agli arhat o addirittura dell'offrire a tutti i Budda migliaia di milioni di mondi colmi dei sette tipi di tesori"
Da "L'impareggiabile fortuna della legge" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 248)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 4 febbraio 2012

"La madre del potente guerriero generale Li Kuang fu divorata da una tigre. Egli scaglio` una freccia contro una pietra, scambiandola per la tigre, e la freccia vi si conficco` interamente. Ma dopo che Li Kuang ebbe capito che si trattava di una pietra, non riusci' piu` a perforarla. In seguito a cio` divenne noto come il Generale Tigre di Pietra. Lo stesso e` successo a te: sebbene i nemici ti avessero teso un agguato, la tua risoluta fede nel Sutra del Loto ha sventato le loro persecuzioni. Comprendendo questo devi rafforzare la fede piu` che mai."
Da "Il Generale Tigre di Pietra" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 184)
stampa la pagina

Buddismo: niente per caso #9/9

"Preghiera visibile che produce un beneficio invisibile": significa realizzare un obiettivo dopo un certo tempo. Guardando indietro capiremo, tramite la saggezza della nostra natura di Budda, il perché: questo genere di benefici riguarda ciò che otteniamo soltanto quando siamo veramente pronti a ricavarne il massimo valore, e non quando crediamo di essere pronti. "Preghiera invisibile che produce un beneficio visibile": è il sostegno fornito da una pratica vigorosa e costante, un "deposito" di fortuna e di protezione. Infine, "preghiera invisibile che produce un beneficio invisibile", vale a dire che tramite una pratica sincera e costante per un lungo periodo di tempo ogni aspetto della nostra vita assumerà le caratteristiche del vostro vero io, cioè la Buddità: saggezza, coraggio, compassione, purezza e la gioia di un'inesauribile forza vitale. E' un risultato che viene definito "rivoluzione umana". Scopo fondamentale della p…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 3 febbraio 2012

"per valutare le dottrine buddiste, io, Nichiren, credo che i metodi migliori siano la prova teorica e la prova documentaria. Ma ancora migliore di queste e` la prova concreta"
Da "I tre maestri del Tripitaka pregano per la pioggia" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 204)
stampa la pagina

L'attimo ruggente #3/3

Immagine
Pensare che allungare le giornate possa risolvere le difficoltà di gestire e vivere con soddisfazione la propria quotidianità, è una semplice illusione. La percezione del tempo e la sua gestione sono una questione soggettiva, che dipende essenzialmente dallo stato vitale e dalla determinazione che abbiamo nel voler realizzare certi obbiettivi. Dalla coerenza tra le proprie azioni e i propri desideri, deriva un modo soddisfacente e consapevole di vivere. Diversamente – è inevitabile – senza tale chiarezza dubbio e confusione imperano. Lo stato di malessere che ne consegue si può manifestare in diversi modi. Il più frequente è la “frenesia”, quasi sconosciuta qualche secolo fa e oggi diffusissima. La si potrebbe definire come la tendenza a condurre una vita esageratamente indaffarata, sempre di corsa, carichi di impegni anche quando non si ha la forza di portarli a termine. Questa ricerca della velocità, è ormai diventata un fatto culturale, celebrato qua e là dai media, dalla pubblicit…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 2 febbraio 2012

"Il Sutra del Loto non e` altro che la scrittura in cui Shakyamuni afferma di aver ottenuto l'illuminazione in un passato piu` lontano di gohyaku-jintengo e predice che Shariputra e altri discepoli diventeranno Budda nel futuro. [...] Inoltre si afferma che il devoto del Sutra del Loto ricevera` la protezione degli innumerevoli bodhisattva della Terra, dei bodhisattva Monju e Kannon, di Bonten e Taishaku, degli dei del sole e della luna, dei quattro Re Celesti e delle dieci dee. Non esiste quindi altro modo di ottenere la Buddita`, perche' il Sutra del Loto e` la scrittura che rivela la verita` del passato e del futuro."
Da "Lettera ai preti del Seicho-ji" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 12)
stampa la pagina

Mary ha detto...

Immagine
Ho trovato ispirazione e coraggio nelle parole di questo sito, grazie.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 1 febbraio 2012

"Quindi, quando invochi la Legge e reciti il Sutra del Loto, devi essere profondamente convinto che Myoho-renge-kyo e` la tua stessa vita. Non cercare mai nessuno degli ottantamila insegnamenti di Shakyamuni e nessuno dei Budda e bodhisattva delle tre esistenze e delle dieci direzioni al di fuori della tua mente. La padronanza degli insegnamenti buddisti non ti sollevera` affatto dalle sofferenze di nascita e morte fino a che non percepirai la natura della tua vita. Se cerchi l'Illuminazione al di fuori della tua mente, qualsiasi disciplina o buona azione sara` priva di significato. Per esempio, un povero non potra` guadagnare un centesimo contando le ricchezze del suo vicino, anche se lo fa continuamente giorno e notte. Miao-lo afferma: "Se non si percepisce la natura della propria mente, non si puo` sradicare il cattivo karma". Questo significa che finche' non percepisci la natura della tua mente, la tua pratica sara` un'infinita e dolorosa austerita`.&qu…
stampa la pagina