Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2012

Frase dal Gosho - 30 settembre 2012

"Se dovesse succederti qualcosa, pensa che i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo ti appariranno come la luna che sorge luminosa nella notte scura. In quella luna saranno visibili il Budda Shakyamuni, i Budda delle dieci direzioni [...]"
Da "I figli Puro Forziere e Puro Occhio" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 932)
stampa la pagina

La strada per lucidare la propria vita: primo, sfidarsi coraggiosamente

Immagine
Riguardo alla funzione del daimoku di “lucidare” la vita, il Daishonin afferma: «Una mente annebbiata dalle illusioni derivate dall’oscurità innata della vita è come uno specchio appannato, che però, una volta lucidato, sicuramente diverrà chiaro e rifletterà la natura essenziale di tutti i fenomeni e il vero aspetto della realtà. Risveglia in te una profonda fede e lucida con cura il tuo specchio notte e giorno. Come dovresti lucidarlo? Solo recitando Nam myoho renge kyo». La metafora dello specchio è veramente calzante. Così come lo specchio è dotato della proprietà della riflessione, così la nostra vita è dotata della mistica verità. Ma se uno specchio non viene lucidato diventerà opaco. Poiché ai tempi del Daishonin gli specchi erano fatti pr incipalmente di bronzo, si opacizzavano facilmente; ma se uno specchio è opaco non può più adempiere alla sua funzione originale e quindi va lucidato regolarmente. Anche la nostra vita, se la trascuriamo e non la coltiviamo, sarà avvolta dall…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 28 settembre 2012

"Nel Sutra del Nirvana si trova il principio dell'alleggerimento della retribuzione karmica. Se il karma pesante del passato non viene espiato in questa esistenza, si dovranno sopportare le sofferenze dell'inferno nel futuro, tuttavia, incontrando grandi difficolta` in questa vita [a causa del Sutra del Loto], le sofferenze dell'inferno svaniranno immediatamente. Alla morte si otterranno i benefici dei mondi umano e celeste, dei tre veicoli e dell'unico veicolo. Il Bodhisattva Mai Sprezzante non fu deriso, insultato e colpito con pietre e bastoni senza motivo: probabilmente aveva offeso l'insegnamento corretto nel passato."
Da "Alleggerire la retribuzione karmica" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 173)
stampa la pagina

Un puzzle senza fine

Immagine
Il 3 maggio del 1951 Josei Toda divenne secondo presidente della Soka Gakkai, promettendo di raggiungere un obiettivo allora impossibile di propagazione. Nella stessa data, nove anni più tardi, anche Daisaku Ikeda assunse la presidenza dell’organizzazione, insieme all’impegno di diffondere il Buddismo del Daishonin in tutto il mondo.
Era il 5 settembre del 1877, raccontano le cronache. A Fort Robinson, nel Nebraska, in pieno territorio Sioux, c’era una grande agitazione. I soldati dell’esercito, le guide indiane (anche loro vestivano le giacche blu sulle tuniche di pelle e sugli ornamenti tipici delle tribù delle grandi pianure), i vecchi capi già stanchi e rassegnati, si guardavano intorno con la paura che quel giorno potesse segnare veramente la fine del loro popolo. Avvolto in una coperta rossa, circondato da baionette sguainate e pronte a colpire, dal portone di legno del forte stava entrando una leggenda vivente, l’incubo dei politicanti di Washington, ma soprattutto delle miglia…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 27 settembre 2012

"Il precetto di non uccidere esseri viventi e` il primo fra tutti i vari precetti. I cinque precetti iniziano da quello che proibisce di togliere la vita e anche gli otto precetti, i dieci precetti, i duecentocinquanta precetti, i cinquecento precetti, i dieci maggiori precetti del Sutra della Rete di Brahma, i dieci illimitati precetti del Sutra della Ghirlanda di fiori e i dieci precetti del Sutra della Collana di gioielli cominciano tutti con il precetto di non uccidere. E la prima delle tremila sanzioni proibite dal Confucianesimo e` la pena capitale. La ragione e` che "persino i tesori di un intero sistema maggiore di mondi non valgono quanto il corpo e la vita", il che significa che nemmeno tutti i gioielli e i tesori che colmano un intero sistema maggiore di mondi possono uguagliare il valore di una vita."

Da "Lettera ad Akimoto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 905)
stampa la pagina

Io ha detto...

Immagine
Quanti intorno a noi sono in un corpo che non gli appartiene perchè appaiono come ciò che non sono realmente? Apparentemente tutti sembriamo felici ma in realtà molti di noi sono insoddisfatti perchè hanno pudore di accettare se stessi. La vita è la nostra, se ci inchiniamo davanti ad uno specchio lui farà altrettanto! IMPARIAMO AD ACCETTARCI. NAM MYOHO RENGE KYO.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 26 settembre 2012

"L'uomo saggio merita di esser chiamato tale perche' non si lascia sviare dagli otto venti: prosperita`, declino, onore, disonore, lode, biasimo, sofferenza e piacere. Non si esaltera` nella prosperita` ne' si lamentera` nel declino. Gli de`i celesti sicuramente proteggeranno chi non si piega di fronte agli otto venti, ma se tu nutri un irragionevole rancore per il tuo signore, per quanto tu possa pregarli, essi non ti proteggeranno."
Da "Gli otto venti" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 705)
stampa la pagina

Wayne Shorter - Oltre la vita, oltre la morte

Immagine
«Non compongo i miei brani per venderli. Sono soddisfatto se una o due persone, sentendo per caso il mio brano, possono arrivare a percepire qualcosa del senso della vita».

Sassofonista e compositore di statura mondiale, per ben sei volte Shorter è stato insignito del Grammy Award, il più alto riconoscimento nel mondo della musica americano, paragonabile all’Oscar per il cinema.
Di solito i grandi musicisti imparano a suonare lo strumento durante l’infanzia, il loro talento viene scoperto e incoraggiato relativamente presto. Al contrario Wayne Shorter ha preso il sassofono in mano per la prima volta a sedici anni. Lasciata la scuola, fino a quell’età aveva lavorato in una fabbrica di macchine da cucire. «Chiaramente – racconta – mi interessavo alla musica, ma non avrei mai nemmeno osato sognare di poter diventare, prima o poi, io stesso musicista. Quindi ho seguito le tracce di mio padre e ho fatto l’operaio».

Il suo lavoro alla catena di montaggio consiste nell’infilare un pezzo dent…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 25 settembre 2012

"Anche se una persona non legge, ne' studia il sutra, recitarne il solo titolo e` la sorgente di un'immensa fortuna. Il sutra insegna che le donne, gli uomini malvagi e coloro che vivono nei mondi di Animalita` e Inferno - di fatto tutte le persone dei dieci mondi - possono raggiungere la Buddita`. E` possibile comprendere cio` quando ci ricordiamo che si puo` produrre il fuoco da una pietra raccolta dal fondo di un fiume, e che una candela puo` rischiarare un luogo che e` rimasto buio per un miliardo di anni. Se persino le cose piu` comuni di questo mondo sono cosi` stupefacenti, quanto e` dunque piu` mirabile il potere della Legge mistica!"
Da "L'unica frase essenziale" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 237)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #94

Immagine
Diventare una persona straordinaria
Shi sharihotsu. Fu shu bu setsu. Shoi sha ga. Bus-sho joju. Dai ichi keu. Nange shi ho.
Shariputra, non dirò altro, perché la Legge cui il Budda si è illuminato è la più rara e la più difficile da comprendere.
Come ho già detto, il capitolo Sul mezzo è definito “insegnamento non richiesto e spontaneo”, perché il Budda iniziò ad esporlo di propria iniziativa, dicendo: «La saggezza di tutti i Budda è infinitamente profonda e immensa», e non in risposta alle domande di qualcun altro. Fino qui ha sottolineato che la saggezza del Budda è al di là della comprensione di Shariputra e delle altre persone dei due veicoli, ma adesso, al fine di suscitarne un maggiore spirito di ricerca, Shakyamuni dice a Shariputra: «Non dirò altro».
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 24 settembre 2012

"Poiche' la morte e` la stessa in entrambi i casi, dovresti essere disposto a offrire la tua vita per il Sutra del Loto. Pensa a questa offerta come a una goccia di rugiada che si unisce di nuovo al grande mare, o come a un granello di polvere che ritorna alla terra. Un passo del terzo volume del Sutra del Loto dice: "Ci auguriamo che i meriti ottenuti grazie a questi doni possano estendersi in lungo e in largo a tutti, cosi' che noi e gli altri esseri viventi possiamo conseguire tutti insieme la via del Budda"
Da "La porta del drago" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 891)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 23 settembre 2012

Nell'Ultimo giorno della Legge il devoto del Sutra del Loto apparira` senza dubbio. Quanto piu` grandi saranno le difficolta` che incontrera`, tanto piu` grande la gioia che egli provera` grazie alla sua forte fede. Un fuoco non brucia forse piu` ardentemente quando vi si aggiungono dei ceppi? Tutti i fiumi si riversano nel grande mare, ma il grande mare fa rifluire indietro l'acqua dei fiumi? Le correnti delle difficolta` si riversano nel grande mare del Sutra del Loto e si scagliano contro il suo devoto. Il fiume non viene respinto dal grande mare, ne' il devoto biasima le avversita`. Se non fosse per lo scorrere dei fiumi, il grande mare non esisterebbe. Senza grandi difficolta` non esisterebbe il devoto del Sutra del Loto. Come afferma T'ien-t'ai: "Tutti i fiumi si riversano in mare e i ceppi fanno ardere maggiormente il fuoco".
Dal Gosho "Una nave per attraversare il mare della sofferenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volu…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 22 settembre 2012

"Nel sutra si legge che il Budda sosterra` con la sua spalla e portera` sul suo dorso gli uomini e le donne che avranno una salda fede nel Sutra del Loto. Il sapiente Kumarayana fu trasportato da una statua di legno di Shakyamuni; quando Nichiren stava per essere decapitato, il grande illuminato prese il suo posto. Sara` cosi` nel presente come fu nel passato: tutti voi siete miei sostenitori, come e` possibile che non raggiungiate la Buddita`?"
Da "La supremazia della Legge" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 156)
stampa la pagina

Cambiare noi stessi e cambiare la terra

Immagine
Il Sutra di Vimalakirti afferma che, quando si ricerca l’emancipazione del Budda nella mente degli esseri comuni, si scopre che gli esseri comuni sono l’entità dell’illuminazione e che le sofferenze di nascita e morte sono nirvana. Afferma inoltre che, se la mente degli esseri viventi è impura, anche la loro terra è impura, ma se la loro mente è pura, lo è anche la loro terra; non ci sono terre pure e terre impure di per sé: la differenza sta unicamente nella bontà o malvagità della nostra mente. Lo stesso vale per un Budda e una persona comune. Quando una persona è illusa è chiamata essere comune, quando è illuminata è chiamata Budda. È come uno specchio appannato che brillerà come un gioiello se viene lucidato. Una mente annebbiata dalle illusioni derivate dall’oscurità innata è come uno specchio appannato che però, una volta lucidato, sicuramente diverrà chiaro e rifletterà la natura essenziale di tutti i fenomeni e il vero aspetto della realtà. Risveglia in te una profonda fede e …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 21 settembre 2012

"Come i fiori sbocciano e producono frutti e la luna appare e invariabilmente diventa piena, come la lampada diventa piu` luminosa quando vi si aggiunge olio e le piante e gli alberi prosperano con la pioggia, cosi' gli esseri umani prosperano immancabilmente se pongono buone cause."
Da "Il terzo giorno dell'anno nuovo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag.275)
stampa la pagina

La giusta medicina

Immagine
Toki ama gozen era di salute cagionevole. Il Daishonin le consiglia sia di incrementare la sua energia, sia di rivolgersi a un bravo medico. Seguendo alla lettera queste istruzioni, la donna riesce a guarire e a vivere ancora per venti anni.
articolo tratto dalla rivista Daibyakurenge
Toki Ama Gozen, conosciuta col nome buddista di Myojo, era originaria della provincia di Suruga, l’attuale prefettura di Shizuoka. In prime nozze aveva sposato un ricco proprietario terriero Iyo-no-kami Tachibana Sadatoki, dal quale ebbe un figlio nel 1252, Iyo-bo. Rimasta vedova, Toki Ama si risposò con Toki Jonin e insieme ebbero un figlio che più tardi prese il nome di Jakusen-bo Nitcho e una figlia, Oto Gozen. Entrambi i maschi si fecero monaci: il primo divenne in seguito Nitcho, uno dei sei preti anziani designati da Nichiren Daishonin l’8 ottobre del 1282. L’altro fu discepolo di Nikko Shonin, che lo nominò primo istruttore della scuola Omosu Dansho del tempio Taiseki-ji. In una lettera indirizzat…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 20 settembre 2012

"In sostanza, l'entita` di Myoho-renge e` il corpo fisico che i discepoli e i seguaci di Nichiren, che credono nel Sutra del Loto, hanno ricevuto dai loro genitori alla nascita. Queste persone che, scartando onestamente gli espedienti, hanno fede unicamente nel Sutra del Loto e recitano Nam-myoho-renge-kyo, trasformeranno i tre sentieri dei desideri terreni, karma e sofferenza nelle tre virtu` del corpo del Dharma, saggezza ed emancipazione. La triplice contemplazione e le tre verita` si manifesteranno immediatamente alla loro mente e il luogo in cui vivono diventera` la Terra della Luce Eternamente Tranquilla."
Da "L'entita` della Legge Mistica" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 10)
stampa la pagina

Io ha detto...

Immagine
Il sesto senso: La Coscienza. Per noi buddisti è normale crederci. Conportiamoci in modo tale da farlo capire all'umanità. La felicità degli altri è la nostra felicità. 
NAM MYOHO RENGE KYO.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 19 settembre 2012

"Se qualcuno spiega anche una singola frase o una singola parola del Sutra del Loto, come dice il sutra stesso, "dovete alzarvi in piedi per accoglierlo quando e` ancora lontano, dovete rispettarlo come un Budda". Dovete rispettarvi l'un l'altro come dei Budda, come fecero Shakyamuni e il Budda Taho nella cerimonia del capitolo Hoto"
Da "Le quattordici offese" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5 pag. 175)
stampa la pagina

Uno sguardo che arriva lontano

Immagine
Essere madre e avere una famiglia era tutto diverso da come aveva immaginato. Ma il nocciolo dei problemi stava tutto dentro di lei, nell’incapacità di guardare al di là. Eppure, dopo anni di difficoltà, la conquista fondamentale: imparare a gioire della vita.
Quando il presidente Ikeda visitò la Francia, io avevo da poco abbracciato il Buddismo. Fu un anno pieno di felicità: molti fra i miei familiari e amici cominciarono a praticare, io partecipai alle attività di preparazione per l’accoglienza di Ikeda ed ebbi anche la possibilità di incontrarlo prima che ripartisse. Recitavo molto Daimoku e quindi avevo una grande forza vitale e uno spirito altruistico, che mi spingeva a parlare con molta naturalezza alle altre persone del Buddismo. Due anni dopo incontrai quello che sarebbe diventato mio marito, anche lui buddista da alcuni anni. Ci sposammo e l’anno successivo nacque il nostro primo figlio. Questo bambino che desideravo tanto non era proprio come io volevo: piangeva quando lo pr…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 settembre 2012

"Pur provando pieta` per ognuno di voi, non posso far molto per aiutarvi, ma prego giorno e notte il Sutra del Loto. Anche per quanto riguarda la tua fede, devi pregare senza risparmiare le tue forze. Non e` che la mia determinazione [di salvarvi] sia debole, tutto dipende dalla forza o dalla debolezza della fede di ciascuno."
Da "Storia di Ohashi no Taro" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 241)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #93

Immagine
Chi è forte crea valore anche dagli ostacoli
Il Daishonin dice: «Quanto più grandi saranno le difficoltà che incontrerà, tanto più grande la gioia che egli proverà grazie alla sua forte fede» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 261) e «In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stupido indietreggerà» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 128). Convincendoci che più grande è la nostra preoccupazione, più grande l’ occasione di alzare lo stato vitale, dovremmo avanzare allegramente. Dando serenità agli amici, superiamo ogni ostacolo col sorriso sulle labbra. Questo è il modo di vivere dei buddisti, che conducono una vita che “rallegra il cuore di chi ascolta”, una vita vigorosa. Un proverbio dice: «Un blocco di marmo è un ostacolo per il debole, e uno scalino per il forte». Dal momento che chi è forte usa gli ostacoli, più forti diventiamo, più gioia sentiamo nella vita. Tutto dipende dalla fo…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 settembre 2012

"Il piu` grande tesoro degli esseri senzienti e` la vita. Coloro che sopprimono la vita altrui cadranno inevitabilmente nei tre cattivi sentieri. I Re che girano la ruota ponevano il precetto di "non uccidere" come il primo dei dieci buoni precetti. All'inizio dei sutra hinayana il Budda espose i cinque precetti e il primo di essi era "non uccidere". Anche nel Sutra mahayana Bommo "non uccidere" e` il primo dei dieci aggiori precetti. Il capitolo Juryo del Sutra del Loto espone i meriti del precetto del Budda Shakyamuni di "non uccidere". Di conseguenza, coloro che uccidono saranno abbandonati da tutti i Budda delle tre esistenze e le divinita` dei sei cieli del mondo del desiderio non li proteggeranno. Gli studiosi del nostro tempo ne sono consapevoli e anch'io, Nichiren, sono d'accordo in linea generale."
Da "Esponendo questo insegnamento al tuo signore hai evitato la colpa di complicita`" (gli scritti di Nichir…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 settembre 2012

"Accettare e` facile, continuare e` difficile. Ma la Buddita` si trova nel mantenere la fede. Coloro che abbracciano questo Sutra dovrebbero essere pronti a incontrare difficolta`. E` comunque certo che essi "raggiungeranno velocemente la suprema illuminazione". "Mantenere la fede" vuol dire serbare nel cuore Nam-myoho-renge-kyo, l'insegnamento per mezzo del quale tutti i Budda del passato, del presente e del futuro raggiungono l'illuminazione."
Da "La difficolta` di mantenere la fede" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 153)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 settembre 2012

"Dall'inizio non mi sono mai preoccupato di cosa poteva succedere a me personalmente, ma ho promesso che, qualunque cosa mi fosse capitata, non avrei mai abbandonato la fede e che, se avessi raggiunto la Buddita`, avrei guidato all'illuminazione tutti voi."
Da "Lettera a Misawa" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 188)
stampa la pagina

Un cammino di trasformazione interiore aperto a ogni persona

Immagine
Chi ha un cuore che brilla per dedizione alla verità e alla giustizia non perderà mai la speranza anche di fronte alle peggiori avversità e, anzi, sarà come un faro in grado di illuminare l’oscurità della sofferenza delle persone, fonte di ispirazione, fiducia e coraggio. Quando noi cambiamo, il mondo cambia. La chiave di qualsiasi cambiamento è la nostra trasformazione interiore, un cambiamento del nostro cuore e della nostra mente. Questa è la rivoluzione umana. Tutti abbiamo il potere di cambiare, e quando comprendiamo questa verità possiamo fare emergere tale potere in qualsiasi luogo, momento o situazione. Il Buddismo di Nichiren Daishonin, che si basa sui principi trasformativi del Sutra del Loto, ha reso accessibile a tutti questo grande cammino di cambiamento interiore attraverso la pratica fondamentale della recitazione di Nam myoho renge kyo. Discutiamo ora il passo in cui il Daishonin spiega l’atteggiamento di base con cui svolgere la pratica fondamentale di recitare daimoku.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 settembre 2012

"Il Budda ha raccolto tutti gli insegnamenti impartiti nel corso della sua vita, li ha macinati, setacciati, mescolati e ha preparato un'eccellente medicina, la pillola della Legge mistica. A prescindere dalla comprensione, chi prende questa pillola come puo` non guarire dalla malattia delle illusioni? Sebbene il paziente non conosca la medicina o non conosca la natura della sua malattia, se prende la medicina non puo` non guarire. Lo stesso accade a chi pratica il Sutra del Loto: sebbene non capisca i principi del Buddismo e non sappia che sta soffrendo a causa delle illusioni, basta che abbia fede e riuscira` senza dubbio a liberarsi simultaneamente della malattia e dei tre tipi di illusioni: le illusioni del pensiero e del desiderio, le illusioni innumerevoli come le particelle di polvere e di sabbia e l'oscurita` fondamentale (le illusioni sulla vera natura dell'esistenza). Raggiungera` la terra della "Vera ricompensa" e della "Luce tranquilla"…
stampa la pagina

Da qui a duecento anni

Immagine
A una riunione con una rappresentanza di responsabili della Soka Gakkai
Desidero ringraziarvi per la partecipazione e per l’impegno profuso in questi mesi: spero che continuiate a fare del vostro meglio per proteggere e incoraggiare gli altri. Impegnarsi ad aiutare altre persone ad emergere porterà a ognuno una grande felicità e la prova della propria vittoria. Questo non è un percorso a breve termine: il presidente Toda diceva sempre che ci sarebbero voluti duecento anni prima che la gente riconoscesse la vera portata del nostro movimento. Non importa ciò che si dice oggi, affermava, da qui a duecento anni saremo riconosciuti in tutto il mondo come chi, avendo a cuore il benessere di tutti, ha dedicato la propria vita a propagare la Legge mistica. In realtà se percorriamo duecento anni a ritroso, vediamo che il Giappone era in pieno periodo Edo, in Cina regnava la dinastia Qing e in Europa Napoleone si apprestava a intraprendere la Campagna d’Italia. Esattamente due- cento anni fa, n…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 settembre 2012

"Il Budda afferma che dobbiamo diventare padroni della nostra mente e non lasciare che la mente sia la nostra padrona. Per questo ti ho sempre esortato a dedicare il tuo corpo e a non risparmiare la tua vita per il Sutra del Loto."
Da "Lettera a Gijo-bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 4)
stampa la pagina

Chiara Di Napoli ha detto...

Immagine
Grazie.
semplicemente....
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 settembre 2012

"Tra tutti coloro che sin dall'inizio del nostro attuale kalpa sono incorsi nella disapprovazione dei propri genitori e dei propri sovrani e sono stati esiliati in terre lontane, nessuno puo` traboccare di gioia quanto noi. Per questo, dovunque dimoriamo praticando l'unico veicolo, quel luogo sara` la capitale della Luce Eternamente Tranquilla. E, senza dover muovere un passo, i nostri dicepoli e sostenitori laici possono vedere il Picco dell'Aquila in India e giorno e notte, andare e venire dalla Terra della Luce Eternamente Tranquilla che esiste sin dall'inizio dei tempi. Quando ci penso, provo una gioia inesprimibile!"
Da "Risposta a Sairen-Bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 163)
stampa la pagina

La fine del tunnel

Immagine
«Dopo aver pianto tutte le mie lacrime non potevo che prendere coscienza dell’evidenza dei fatti e decisi che dovevo trasformare l’impossibile in possibile. Non sapevo come ma, sostenendomi con il Daimoku, avevo deciso che lui doveva vivere».
Ho incontrato il Buddismo in un momento in cui la mia vita sembrava apparentemente tranquilla e felice: un ottimo impiego, un secondo lavoro come istruttrice di fitness, che è la mia grande passione, un buon rapporto con la mia famiglia e l’uomo della mia vita accanto. Ho iniziato per curiosità, affascinata dai suoni del Daimoku e del Gongyo e anche vedendo un carissimo amico praticante affrontare un periodo molto difficile, in seguito alla perdita del padre, con una grande serenità interiore a me totalmente sconosciuta. Fu così che  partecipai alla mia prima riunione. Ripensandoci adesso la mia vita era perfetta solo in apparenza e gli eventi accaduti qualche mese dopo mi fecero capire che l’incontro con il Buddismo in quel preciso momento della m…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 settembre 2012

"Come e` descritta dallo specchio del Sutra del Loto una persona che nella malvagia epoca dell'Ultimo giorno crede correttamente nel Sutra del Loto? E` una persona che nel passato ha servito decine di miliardi di Budda."
Da "La conferma del Sutra del Loto" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 231)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #92

Immagine
Un vero responsabile porta gioia alla gente
Un responsabile fa sì che le persone provino gioia, la sua missione è incoraggiare la gente ed elevarne lo spirito. Egli non deve assolutamente sgridare gli altri perché niente lo autorizza a punire un amico. La frase “rallegrare il cuore di chi ascolta” indica che Shakyamuni rallegra le persone e ottiene la loro sincera comprensione per mezzo di parole “calde e gentili”. Basandosi su una ferma convinzione e con parole di questo tipo, un responsabile mostra di apprezzare gli sforzi di ciascuno, rinfranca tutti, li mette a loro agio, dissipa i loro dubbi e risveglia in loro speranza e aspirazioni. Ecco la lotta di un responsabile. Chi incalza gli altri senza tregua non merita la responsabilità e ignora questo brano. Da un punto di vista letterale, questo passo del capitolo Sul mezzo, descrive la predicazione di Shakyamuni degli insegnamenti anteriori al Sutra del Loto, rivolti a persone di diversa capacità e con diverse preoccupazioni e soffe…
stampa la pagina