Post

Visualizzazione dei post da Dicembre, 2012

Il Sutra del Loto #108

Immagine
Chi diffonderà questo insegnamento nell'ultimo giorno della legge?
Il Sutra del Loto è la scrittura in cui Shakyamuni rivela la grande Legge che, dopo la sua scomparsa, può guidare alla felicità tutte le persone del mondo. È la legge di Nam-myoho-renge-kyo nascosta nelle profondità del capitolo Rivelazione. Dice il Daishonin: «Nell’Ultimo giorno della Legge, gli insegnamenti provvisori e teorici non possono più aiutare la gente a superare le sofferenze di vita e morte. Solo il capitolo Rivelazione della vita eterna del Budda dell’insegnamento essenziale glielo permette». (Gosho Zenshu, pag. 1022). Perfino nel Sutra del Loto, l’insegnamento che salva la gente nell’Ultimo giorno della Legge può essere trovato solo nel sedicesimo capitolo. Superare le sofferenze di vita e morte significa liberarsi dalle sofferenze fondamentali dell’esistenza. Questo è l’insegnamento che permette di sviluppare uno stato di felicità che viene dalle profondità dell’essere. Il capitolo spiega la vita ete…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 31 dicembre 2012

"Dato che il Sutra del Loto definisce la nostra vita come la vita del Budda, la nostra mente come la saggezza del Budda e le nostre azioni come il comportamento del Budda, tutti quelli che abbracciano e credono anche in una singola frase o verso di questo sutra, saranno dotati di queste tre proprieta`. Nam-myoho-renge-kyo e` solo una frase, ma contiene l'essenza dell'intero sutra."
Da "L'unica frase essenziale" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 237)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 30 dicembre 2012

"Sii diligente piu` che mai nello sviluppare la tua fede dal primo all'ultimo istante, altrimenti avrai dei rimpianti. Per esempio, il viaggio da Kamakura a Kyoto dura dodici giorni: se viaggi per undici e ti fermi quando ne manca uno solo, come puoi ammirare la bella luna sulla capitale?"
Da "Lettera a Niike" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 245)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 29 dicembre 2012

"Credere nel mutuo possesso dei dieci mondi e` difficile quanto credere che il fuoco esista in una pietra o i fiori all'interno di un'albero, eppure nelle giuste condizioni questi fenomeni si manifestano, e allora ci crediamo. La cosa piu` difficile da credere e` che il mondo di Budda esista nel mondo Umano, come e` difficile credere al fuoco dentro l'acqua o all'acqua dentro il fuoco. Tuttavia, si dice che il drago produca il fuoco dall'acqua e, benche' non lo capiamo, ci crediamo quando lo vediamo accadere. Tu ormai credi che il mondo Umano contiene gli altri otto mondi, perche` dunque non riesci a includervi anche la Buddita`?"
Da "Il vero oggetto di culto" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 223)
stampa la pagina

Il potere del Daimoku

Ho avuto la fortuna di incontrare il Buddismo molti anni fa, quando a Firenze - dove vivo - c'erano pochissime persone che lo praticavano e non esisteva un'attività regolare cadenzata da un calendario di riunioni e incontri. Il caro amico che me ne parlò per la prima volta mi disse solo di recitare una certa frase, aggiungendo che si trattava di "una specie di Buddismo", ma non mi dette ulteriori spiegazioni: probabilmente neanche lui ne sapeva molto di più. Ogni tanto, ricordandomi questa cosa, gli chiedevo: «Com'era quella frase?» e lui me la ripeteva di nuovo, fino al giorno in cui mi disse: «Adesso te la scrivo, così la smetti di seccarmi» (il corsivo è mio, la sua espressione fu più colorita). Passarono alcuni mesi durante i quali mi piaceva ripetere ogni tanto quel Nam-myoho-renge-kyo, avevo l'impressione che mi facesse bene; fu solo più tardi che, grazie all'incontro con altri praticanti che si erano nel frattempo trasferiti nella mia città, capii…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 28 dicembre 2012

"Il Sutra del Loto conduce all'illuminazione anche coloro che vi si oppongono. Questo avviene in virtu` del singolo carattere myo"
Da "Inferno e Buddita`" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol 5, pag.175)
stampa la pagina

Scegliere, non essere scelti

Immagine
«L’intero corpo degli insegnamenti di Nichiren Daishonin – scrive Nichikan Shonin – inizia e termina con il Rissho ankoku ron». Il 16 luglio, data della presentazione di questo fondamentale trattato, potrebbe essere celebrato come il giorno in cui riaffermare il ruolo dei seguaci del Daishonin nella società.
La mattina del 16 luglio del 1260, «nell’ora del Drago» (che corrisponde a un’ora compresa tra le 7 e le 9 del mattino), Nichiren Daishonin affidò al prete laico Yadoya uno scritto abbastanza voluminoso, con la preghiera che fosse recapitato a Hojo Tokiyori. Si trattava del Rissho ankoku ron, il suo primo importante trattato. Erano passati poco più di sette anni da quando il Daishonin aveva proclamato Nam-myoho-renge-kyo per la prima volta, e quel periodo lo aveva usato per trasferirsi a Kamakura, centro politico e culturale del paese, e iniziare l’opera di propagazione del suo insegnamento. Vedendo le gravissime condizioni in cui si trovava il Giappone in quel periodo, colpito i…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 27 dicembre 2012

"Immagina che ci sia una nave in mare aperto. Per quanto possa essere costruita solidamente, se imbarca anche solo un po' d'acqua, tutti i passeggeri annegheranno sicuramente. Per quanto l'argine tra i campi di riso possa essere solido, se c'e` anche solo una minuscola fessura scavata da una formica, l'acqua non potra` essere trattenuta. Svuota la nave della tua vita dall'acqua del dubbio e dell'offesa e consolida gli argini della tua fede."
Da "Gli argini della fede" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 218)
stampa la pagina

Francesca ha detto...

Immagine
Sono due anni... che ho cambiato approccio alla vita e tutto è cambiato in meglio, grazie. 
Grazie, grazie... :)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 26 dicembre 2012

"Come i fiori sbocciano e producono frutti e la luna appare e invariabilmente diventa piena, come la lampada diventa piu` luminosa quando vi si aggiunge olio e le piante e gli alberi prosperano con la pioggia, cosi' gli esseri umani prosperano immancabilmente se pongono buone cause."
Da "Il terzo giorno dell'anno nuovo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag.275)
stampa la pagina

Nessun dorma...

Immagine
...ossia di come la musica si possa trasformare, nella vita di un giovane, da zona d’ombra e fuga disperata a realizzazione di una esistenza. Partecipando al coro di un corso estivo e risvegliandosi così alla propria missione, fino a potersi inserire da protagonista anche nel palcoscenico della vita.
A diciotto anni, quando conobbi il Buddismo di Nichiren Daishonin, la mia vita era disastrosa. La mia era una famiglia dove si litigava pesantemente e nervosismo e tensione erano le costanti della nostra convivenza. A dodici anni, per sfuggire al clima di continua angoscia e riuscire a sopravvivere, fumai il mio primo spinello e cominciai a fare uso di droghe leggere. Cercavo di rimanere fuori casa più che potevo e quando rientravo mi chiudevo in camera mia trascorrendo ore intere ad ascoltare musica hard-rock. Avevo sviluppato un carattere scontroso, irascibile e piuttosto instabile; frequentavo pessime compagnie e avevo lasciato anche la scuola. Senza energia e senza vitalità, stavo rin…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 25 dicembre 2012

"In sostanza, l'entita` di Myoho-renge e` il corpo fisico che i discepoli e i seguaci di Nichiren, che credono nel Sutra del Loto, hanno ricevuto dai loro genitori alla nascita. Queste persone che, scartando onestamente gli espedienti, hanno fede unicamente nel Sutra del Loto e recitano Nam-myoho-renge-kyo, trasformeranno i tre sentieri dei desideri terreni, karma e sofferenza nelle tre virtu` del corpo del Dharma, saggezza ed emancipazione. La triplice contemplazione e le tre verita` si manifesteranno immediatamente alla loro mente e il luogo in cui vivono diventera` la Terra della Luce Eternamente Tranquilla."
Da "L'entita` della Legge Mistica" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 10)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #107

Immagine
Il Budda che ha ottenuto l'illuminazione nel remoto passato guida le persone verso la felicità
Per chiarire l’eternità della vita alla quale si è illuminato, Shakyamuni rivela la sua vera identità di Budda che ha ottenuto l’Illuminazione nel remoto passato e che in eterno continua a guidare le persone. Questo è l’ insegnamento letterale del sutra, che spiega l’eternità come acquisita attraverso il conseguimento della Buddità. Ma, dopotutto, tale attributo è una funzione della Legge fondamentale dell’universo. La mistica Legge eterna che abbraccia le tre esistenze di passato, presente e futuro, sboccia come un fiore di loto nella vita della gente; il vero aspetto del Budda sta nella capacità di condurre un’esistenza pura e nobile, emanare la freschezza della compassione e splendere di saggezza anche in circostanze dolorose. E questa funzione della Legge mistica che è eterna, ci viene insegnata dal capitolo Juryo dal punto di vista del Buddismo del Daishonin. Quindi Nichiren dice: «…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 24 dicembre 2012

"Un singolo carattere del Sutra del Loto e` come la grande terra che da origine a tutte le cose. Un singolo carattere e` come il grande oceano che contiene l'acqua di tutti i fiumi. Un singolo carattere e` come il sole e la luna che illuminano le quattro direzioni."
Da "Risposta a Onichinyo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 9, pag. 146)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 23 dicembre 2012

"Se [qualcuno] spiega anche una singola frase o una singola parola del Sutra del Loto, come dice il sutra stesso, "dovete alzarvi in piedi per accoglierlo quando e` ancora lontano, dovete rispettarlo come un Budda". Dovete rispettarvi l'un l'altro come dei Budda, come fecero Shakyamuni e il Budda Taho nella cerimonia del capitolo Hoto"
Da "Le quattordici offese" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5 pag. 175)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 22 dicembre 2012

"Pur provando pieta` per ognuno di voi, non posso far molto per aiutarvi, ma prego giorno e notte il Sutra del Loto. Anche per quanto riguarda la tua fede, devi pregare senza risparmiare le tue forze. Non e` che la mia determinazione [di salvarvi] sia debole, tutto dipende dalla forza o dalla debolezza della fede di ciascuno."
Da "Storia di Ohashi no Taro" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 241)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 21 dicembre 2012

"Il piu` grande tesoro degli esseri senzienti e` la vita. Coloro che sopprimono la vita altrui cadranno inevitabilmente nei tre cattivi sentieri. I Re che girano la ruota ponevano il precetto di "non uccidere" come il primo dei dieci buoni precetti. All'inizio dei sutra hinayana il Budda espose i cinque precetti e il primo di essi era "non uccidere". Anche nel Sutra mahayana Bommo "non uccidere" e` il primo dei dieci aggiori precetti. Il capitolo Juryo del Sutra del Loto espone i meriti del precetto del Budda Shakyamuni di "non uccidere". Di conseguenza, coloro che uccidono saranno abbandonati da tutti i Budda delle tre esistenze e le divinita` dei sei cieli del mondo del desiderio non li proteggeranno. Gli studiosi del nostro tempo ne sono consapevoli e anch'io, Nichiren, sono d'accordo in linea generale."
Da "Esponendo questo insegnamento al tuo signore hai evitato la colpa di complicita`" (gli scritti di Nichir…
stampa la pagina

Budda, così come siamo

Immagine
Una acuta domanda della moglie di Ota Jomyo fornì al Daishonin l’occasione per chiarire l’importante principio di “ottenere la Buddità nella propria forma presente” alla luce della dottrina del Sutra del Loto.
articolo tratto dalla rivista Daibyakurenge
Nel 1260, dopo la persecuzione di Matsubagayatsu, Nichiren Daishonin si rifugiò presso Toki Jonin nella provincia di Shimosa per sfuggire all’ ambiente ostile di Kamakura. Per cento giorni espose il suo insegnamento e fu proprio in quell’occasione che Ota Jomyo e sua moglie, originari di quella provincia, incontrarono il Buddismo del Daishonin grazie a Toki Jonin. Da sempre avevano seguito l’insegnamento della scuola Shingon e pertanto avevano una buona conoscenza della cultura buddista. Ota Jomyo era un alto funzionario del governo di Kamakura, ricco proprietario terriero con notevoli possibilità finanziarie. Malgrado la sua posizione sociale e l’appartenenza all’alta borghesia, egli abbandonò la scuola Shingon per diventare discepolo…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 20 dicembre 2012

"Ne' la Pura Terra ne' l'inferno esistono al di fuori di noi; entrambi esistono nei nostri cuori. Chi si risveglia a questa verita` e` chiamato Budda, chi vive nell'illusione e` chiamato comune mortale. Il Sutra del Loto ci risveglia a questa verita` e, per chi abbraccia il Sutra del Loto, l'inferno diventa la terra illuminata."
Da "Inferno e Buddita`" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 196)
stampa la pagina

Io ha detto...

Immagine
Cara Ladyramy è normale che all'inizio di questa pratica si cade spesso nei sentieri più bassi. Ciò succede perchè sta iniziando la tua rivoluzione interiore che inizialmente spaventa te per prima. Tra le basi principali c'è la pazienza e la saggezza che ti faranno procedere in modo sereno. Il consiglio che ti posso dare è di accettare senza vergognartene te per prima il tuo vero io. NAM MYOHO RENGE KYO.
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 19 dicembre 2012

"Dall'inizio non mi sono mai preoccupato di cosa poteva succedere a me personalmente, ma ho promesso che, qualunque cosa mi fosse capitata, non avrei mai abbandonato la fede e che, se avessi raggiunto la Buddita`, avrei guidato all'illuminazione tutti voi."
Da "Lettera a Misawa" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 188)
stampa la pagina

L’occasione della vita

Immagine
«Recitavo tanto Daimoku e mi sentivo pieno di energia. Gli amici non mi riconoscevano più: mi dicevano “Finalmente adesso ridi!”. Non mi riconoscevo più nemmeno io».

Era il periodo più brutto della mia vita quando incontrai la pratica. Brutto, buio, oscuro, senza speranza: e avevo solo diciotto anni. Il dolore e lo sgomento che provavo erano dati dal non accettare la mia omosessualità. Avevo sempre tenuto nascosto questo lato della mia esistenza, prima a me stesso, poi agli altri. Mi sentivo solo, sbagliato e l’ambiente che mi circondava non aiutava certo a farmi sentire meglio. I miei amici addirittura prendevano costantemente in giro i gay. Anche la mia famiglia era all’oscuro di tutto; ero solo ad affrontare qualcosa che non conoscevo minimamente.

stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 dicembre 2012

"Il Budda ha raccolto tutti gli insegnamenti impartiti nel corso della sua vita, li ha macinati, setacciati, mescolati e ha preparato un'eccellente medicina, la pillola della Legge mistica. A prescindere dalla comprensione, chi prende questa pillola come puo` non guarire dalla malattia delle illusioni? Sebbene il paziente non conosca la medicina o non conosca la natura della sua malattia, se prende la medicina non puo` non guarire. Lo stesso accade a chi pratica il Sutra del Loto: sebbene non capisca i principi del Buddismo e non sappia che sta soffrendo a causa delle illusioni, basta che abbia fede e riuscira` senza dubbio a liberarsi simultaneamente della malattia e dei tre tipi di illusioni: le illusioni del pensiero e del desiderio, le illusioni innumerevoli come le particelle di polvere e di sabbia e l'oscurita` fondamentale (le illusioni sulla vera natura dell'esistenza). Raggiungera` la terra della "Vera ricompensa" e della "Luce tranquilla"…
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #106

Immagine
La condizione del capitolo rivelazione della vita eterna del Budda
Per cominciare, cosa insegna? In una parola spiega l’eternità della vita. Il termine Juryo nel titolo (Nyorai Juryo) significa prevedere la durata della vita (Nyorai significa “Così giunto”). Il capitolo chiarisce che il Budda vive in eterno, ed è degno di nota che Shakyamuni spieghi l’eternità della vita in termini della sua stessa esistenza, esponendola come esperienza vissuta, non in termini astratti o immaginari. Eccone il succo: egli comincia col dire che i più credono che lui abbia rinunciato al mondo da giovane, abbia praticato e ottenuto la Buddità sotto l’albero di bodhi, presso la città di Gaya; ora confuta questa idea, chiarendo che, in realtà, ha raggiunto l’Illuminazione nel passato inconcepibilmente remoto di gohyakujintengo, e che da allora ha insegnato a innumerevoli persone in questo mondo di saha1, e in molte altre terre. In questo modo indica che la durata della sua vita è incalcolabile, in quanto et…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 dicembre 2012

"Voi due avete continuato ad aver fede nel Sutra del Loto e percio` potete liberarvi delle gravi colpe commesse in passato. Forgiando il ferro, tutti i difetti vengono in superficie. Una roccia messa sul fuoco si ridurra` in cenere, mentre l'oro diverra` oro puro. Proprio questa persecuzione provera` la sincerita` della vostra fede e le Jurasetsu (le dieci dee) del Sutra del Loto vi proteggeranno"
Da "Lettera ai fratelli" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 112)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 dicembre 2012

"Il demone dell'oscurita` fondamentale puo` entrare persino nella vita di un bodhisattva che abbia raggiunto lo stadio piu` avanzato della pratica, impedendogli di ottenere il beneficio supremo del Sutra del Loto: la Buddita` stessa. Tanto piu` facilmente, puo` ostacolare chi si trova negli stadi inferiori della pratica."
Da "Lettera ai fratelli" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 109)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 dicembre 2012

"Piu` profonde sono le radici, piu` rigogliosi crescono i rami; piu` lontana la sogente, piu` lungo il corso del fiume. Tutti gli altri sutra hanno radici poco profonde e corsi brevi, mentre il Sutra del Loto ha radici profonde e una sorgente lontana. Per questo il Grande Maestro T'ien-t'ai affermo` che il Sutra del Loto non sarebbe scomparso ma si sarebbe diffuso anche nel periodo malvagio dell'Ultimo giorno della Legge."
Da "Piu` lontana la sorgente, piu` lungo il corso del fiume" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 127)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 dicembre 2012

"Per chi, sentendosi giunto al suo ultimo momento, raccoglie la sua fede e recita Nam-myoho-renge-kyo, il Sutra proclama: "Dopo la sua morte, mille Budda tenderanno le mani per liberarlo da ogni timore e gli impediranno di cadere nei cattivi sentieri". Come trattenere le lacrime per l'inesprimibile gioia di sapere che non solo uno o due, non solo cento o duecento, ma ben mille Budda verranno a salutarci con le braccia aperte?"
Da "L'eredita` della Legge fondamentale della vita" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 222)
stampa la pagina

Una somma che fa la differenza

Immagine
La vita è fatta per essere goduta e io vorrei che ognuno di voi potesse realizzare pienamente questo obiettivo. Lo scopo dell’esistenza è diventare felici. Questo è l’augurio che vi faccio. Nichiren Daishonin scrive: «La lunghezza di un viaggio percorso per la causa della Legge rappresenta la profondità dello spirito di ricerca» (Gosho Zenshu, pag. 1223). Ciascuno può materializzare questo nobile atteggiamento: per voi che siete arrivati da ogni parte del mondo i benefici e la buona fortuna saranno incommensurabili. Se al termine della vostra vita calcolerete tutte le sofferenze e le gioie da voi sperimentate e sottrarrete le une dalle altre, potrete fare un bilancio della vostra esistenza: se la gioia supera la sofferenza, allora sarete felici. Se la sofferenza sovrasta la gioia, proverete solo infelicità. Una persona davvero saggia e forte può affrontare le prove più dure con coraggio, mentre chi è pessimista, si adagia con compiacimento sui propri problemi e non agisce, sarà porta…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 dicembre 2012

"Nella tua lettera chiedi: "Dal giorno in cui ho preso fede in questo sutra, ho continuato a leggere il Junyoze e il Jigage e ho recitato Daimoku senza alcuna negligenza. Ma c'e` una differenza fra i benefici del Daimoku recitato da un saggio e i benefici del Daimoku che recitiamo noi?" Nessuno dei due e` superiore o inferiore, come non c'e` differenza fra l'oro posseduto da uno stolto e l'oro posseduto da un saggio, o fra il fuoco acceso da uno stolto e il fuoco acceso da un saggio"
Da "Le quattordici offese" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 182)
stampa la pagina

Ladyramy ha detto...

Immagine
Ciao a tutti sono Ramona, leggo ogni giorno questo sito che trovo veramente illuminante e molto proficuo per lo studio che sto da qualche mese portando avanti per conoscere bene il buddismo. Avevo anche iniziato a praticare e a inserirmi in un gruppo ma poi il demone del sesto cielo è venuto a trovarmi, ho smesso di praticare nonostante sia straconvinta dei benefici derivanti dalla pratica, c'è qualcosa che mi blocca non so spiegare, ci provo ma... nel frattempo continuo a studiare e documentarmi perchè sono affascinata dal buddismo. 
Pertanto accetto consigli e suggerimenti. Grazie a tutti
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 dicembre 2012

"Credi in questo mandala con tutto il tuo cuore. Nam-myoho-renge-kyo e` come il ruggito di un leone. Quale malattia puo` quindi essere un ostacolo? E` scritto che coloro che abbracciano il Daimoku del Sutra del Loto saranno protetti da Kishimojin e dalle sue dieci figlie. Assaporeranno la felicita` di Aizen e godranno della fortuna di Bishamon. Ovunque tua figlia possa giocare, non le accadra` niente di male; sara` libera dalla paura come il re leone. La protezione di Kodainyo e` la piu` profonda tra quelle delle dieci figlie di Kishimojin. Ma tutto dipende dalla tua fede. Una spada sara` inutile nelle mani di un codardo. La potente spada del Sutra del Loto deve essere brandita da un coraggioso nella fede. Allora egli sara` come un demone armato di una mazza di ferro."
Da "Risposta a Kyo'o" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 149)
stampa la pagina

L’amore necessario

Immagine
«Recitavo e ringraziavo il Gohonzon per essere ancora viva, provando per la prima volta gratitudine per i miei genitori… e mentre pregavo piangevo, come se dovessi lavare via tutta quella sofferenza che avevo accumulato in tanti anni»
La mia vita fino a quando non iniziai a praticare il buddismo era stata molto triste e senza futuro, tanto che il mio solo scopo era quello di morire e a questo fine era rivolto tutto ciò che facevo. Figlia di una ragazza-madre, avevo subito tutte le conseguenze di questo stato: la vergogna, l’abbandono, l’umiliazione… Poi mia madre si sposò, ma io non accettavo quell’uomo, per cui litigavamo quasi sempre. Lui era disoccupato e si ubriacava molto spesso, quindi vivevamo in povertà, tanto da non saper mettere insieme il pranzo con la cena. La mamma poi, trovò lavoro insieme a lui: pulivano le scale dei condomini, per cui non erano mai a casa e io, essendo figlia unica, ero sempre per strada fin da piccola, abbandonata a me stessa.

stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 dicembre 2012

"Il bodhisattva Fukyo, a causa dei ventiquattro ideogrammi, per molti anni fu insultato, umiliato, colpito con sassi e bastoni da innumerevoli monaci e monache, laici e laiche. I ventiquattro ideogrammi erano: "Io vi rispetto profondamente. La ragione per cui non vi disprezzo e` che voi tutti praticherete la via del bodhisattva e raggiungerete sicuramente la Buddita`"
Da "Lettera a Nichimyo Shonin" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5 pag. 142)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #105

Immagine
La condizione del capitolo rivelazione della vita eterna del Budda
Per cominciare, cosa insegna? In una parola spiega l’eternità della vita. Il termine Juryo nel titolo (Nyorai Juryo) significa prevedere la durata della vita (Nyorai significa “Così giunto”). Il capitolo chiarisce che il Budda vive in eterno, ed è degno di nota che Shakyamuni spieghi l’eternità della vita in termini della sua stessa esistenza, esponendola come esperienza vissuta, non in termini astratti o immaginari. Eccone il succo: egli comincia col dire che i più credono che lui abbia rinunciato al mondo da giovane, abbia praticato e ottenuto la Buddità sotto l’albero di bodhi, presso la città di Gaya; ora confuta questa idea, chiarendo che, in realtà, ha raggiunto l’Illuminazione nel passato inconcepibilmente remoto di gohyaku-jintengo, e che da allora ha insegnato a innumerevoli persone in questo mondo di saha1, e in molte altre terre. In questo modo indica che la durata della sua vita è incalcolabile, in quanto e…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 10 dicembre 2012

"Se il cielo e` sereno, la terra e` illuminata. Similmente, se si conosce il Sutra del Loto si possono comprendere gli affari di questo mondo"
Da "Il vero oggetto di culto" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 1, pag. 251)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 9 dicembre 2012

"Anche se si incontrano un buon maestro e il sutra del vero insegnamento e quindi si apprende la vera Legge, quando si decide di liberarsi dalle sofferenze di nascita e morte e raggiungere la Buddita`, si incontreranno inevitabilmente i tre ostacoli e i quattro demoni, proprio come e` certo che l'ombra segue il corpo e la pioggia e` accompagnata dalle nuvole"
Da "Lettera a Misawa" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 185)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 8 dicembre 2012

"Secondo gli insegnamenti del vero sutra, quando il mondo entra nell'Ultimo giorno e una totale confusione regna nel Buddismo, apparira` sulla terra un grande saggio. Per esempio, il pino che resiste al gelo e` chiamato il re degli alberi, e il crisantemo che continua a fiorire dopo che le altre piante sono appassite, e` considerato una pianta sacra. Quando il mondo e` in pace, gli uomini di valore non si notano, ma in un'epoca caotica sia i saggi che gli stolti si rivelano per quello che sono."
Da "Un padre abbraccia la fede" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 8, pag. 49)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 7 dicembre 2012

"Il Gran Maestro Dengyo afferma: "Quando sorge il sole, le stelle scompaiono". E nella prefazione scritta dal prete Tsun-shih si legge: "All'inizio dell'Ultimo giorno della Legge [il Buddismo sorge a oriente e] illumina l'occidente". Questa grande Legge e` gia` apparsa. I segni che annunciano il suo avvento sorpassano di gran lunga quelli delle epoche precedenti. Riflettendo sul loro significato, ho capito che il tempo [della propagazione] e` giunto."
Da "Aspirare alla terra del Budda" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 141)
stampa la pagina

Un’occasione non basta

Immagine
Nell'anniversario dell’inaugurazione del Centro culturale italiano, che coincise con la visita del presidente Ikeda in Italia, vale la pena di soffermarsi sull’importanza non tanto di un evento particolare, ma del fatto che la pratica del Buddismo dura tutta la vita e che quello che conta è lo sforzo costante e quotidiano.
Un principio fondamentale della Soka Gakkai, introdotto dal secondo presidente Josei Toda, è quello di “Rivoluzione umana”. In realtà, è proprio questo concetto che nella sua applicazione universale fa sì che l’insegnamento del Buddismo diventi qualcosa di unico e concreto. La teoria e la dottrina, pur fondamentali, trovano la loro giusta e corretta collocazione solo nella possibilità che offrono a un individuo di correggere in corso d’ opera gli aspetti meno edificanti della sua vita. Per essere più chiari, la pratica del Buddismo permette a ciascuno di riconoscere i propri limiti e di trasformarli, attraverso un costante e sincero lavoro su se stessi. Nel mon…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 6 dicembre 2012

"Poiche' la vita non dura che un momento, il Budda ha esposto i benefici che derivano da un singolo momento di gioia [per avere ascoltato il Sutra del Loto]. Se avesse detto che sono necessari due o tre momenti, non si potrebbe piu` parlare di voto originale del Budda di grande e indiscriminata saggezza, di unico veicolo dell'insegnamento immediato, di Legge che permette a tutti di raggiungere la Buddita`"
Da "Domande e risposte sulla fede nel Sutra del Loto" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 3)
stampa la pagina

Maurizio ha detto...

Immagine
Ciao a tutti, sono Maurizio e vivo a Messina - ho appena letto la guida di oggi e devo dire che mi ha molto incoraggiato il presidente Ikeda rispetto all'impermanenze - in un momento dove tutto è incerto dove il disagio è una costante e l'ansia sua sorella mi riaffranco leggendo la guida di oggi e decido di incoraggiare anche i miei compagni di gruppo - sto approfondendo il principio di Ichinen Sanzen e lo avverto come un faro nella nebbia!
ciao e grazie - siete tra i miei preferiti
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 5 dicembre 2012

"Sin dall'inizio ho studiato per approfondire l'insegnamento del Budda cosi` da conseguire la Buddita` e poter salvare anche le persone con le quali ho un debito di gratitudine. Ho sempre saputo che, sulla strada per raggiungere la Buddita`, s'incontrano inevitabilmente prove talmente gravi da richiedere il sacrificio della propria vita, ma che solo cosi` si giunge alla Buddita`. E gia`, come afferma il sutra, sono stato maledetto e insultato, attaccato con spade e bastoni, sassi e mattoni, ed esiliato piu` di una volta. Percio` credo di stare leggendo il Sutra del Loto con tutto il mio essere. La mia fede cresce sempre piu` e ho fiducia nella prossima esistenza. Se dovessi morire, salvero` sicuramente ognuno di voi."
Da "L'esilio a Sado" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 7, pag. 111)
stampa la pagina

Senza rancore

Immagine
«… decido di aiutare i miei genitori, di non fuggire come avevo fatto in tutti questi anni. Avevo bisogno di coraggio e l’ho trovato perché non ero più indifferente ai loro problemi, anzi ne soffrivo».
Da piccola ho imparato che cos’è la sofferenza, oggi, che ho ventisette anni, sono felice di vivere. Ma partiamo dall’inizio.  Mio padre, privo di ogni senso di responsabilità, non era capace di conservare un lavoro stabile e, per giunta, aveva il vizio di bere. Mia madre invece, che viveva di sensi di colpa, lavorava una media di dieci, dodici ore al giorno. Io e mio fratello siamo finiti in collegio dove poi ci hanno separato. Ci vedevamo solo il sabato e la domenica se riuscivamo a tornare a casa. Mi sentivo abbandonata e questo sentimento me lo sono portato dietro fino a oggi.

stampa la pagina

Frase dal Gosho - 4 dicembre 2012

"Il Jigage del capitolo Juryo dice: "Con unica mente desiderano vedere il Budda e non risparmiano la propria vita". Grazie a questa frase io, Nichiren, ho fatto apparire la Buddita` nella mia vita, cioe` ho realizzato le tre grandi leggi segrete, il "reale ichinen sanzen" del capitolo Juryo. [...] Per Nichiren, "unica" e` myo, "mente" e` ho, "desiderare" e` ren, "vedere" e` ge e "il Budda" e` kyo. Per propagare queste cinque sillabe "non risparmiano la loro vita". Desiderare di vedere il Budda con unica mente e` concentrare la mente nel vedere il Budda e se si vede la propria mente, si vede il Budda."
Da "Lettera a Gijo-bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 3)
stampa la pagina

Il Sutra del Loto #104

Immagine
Creare una pace vera e duratura
Secondo la vera entità di tutti i fenomeni, la vita è sacra. Al giorno d’oggi, conflitti etnici e paura del terrorismo dilagano nel mondo e la tragedia di gente che uccide i propri simili non accenna a finire. Anche in Giappone gli omicidi con armi da fuoco stanno aumentando e c’è un senso di crescente ansietà per l’insorgere di una “società armata”. Eppure, ogni persona, riconosciuta dal Budda come entità della Legge mistica indipendentemente da razza, nascita o posizione sociale, è inestimabile e insostituibile. Uccidere è semplicemente assurdo. Il Buddismo e il Sutra del Loto esistono per permettere a tutti di condividere l’immensa gioia della vita. Di conseguenza è dovere di ogni buddista lottare strenuamente contro chiunque privi la vita della sua inviolabilità. Nella “Dichiarazione sull’abolizione delle armi nucleari” Toda proclamò di «voler estirpare gli artigli nascosti» dietro le armi nucleari. Era una sfida contro la natura diabolica insita ne…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 3 dicembre 2012

"Pratica diligentemente fino all'ultimo istante della vita e vedrai cosa accade! Quando salirai alla montagna dell'illuminazione e ti guarderai intorno, con tua grande meraviglia vedrai che tutto l'universo e` la terra della luce tranquilla: il terreno e` fatto di lapislazzuli, gli otto sentieri sono delimitati da corde dorate, dal cielo piovono quattro tipi di fiori e una musica risuona nell'aria. Tutti i Budda e bodhisattva si dilettanno carezzati dalle brezze di "eternita`, felicita` vero io e purezza". Si avvicina il tempo in cui anche noi saremo insieme a loro godendo della stessa gioia. Ma se la nostra fede e` debole, non giungeremo mai in quel luogo meraviglioso."
Da "Le quattordici offese" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 182)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 2 dicembre 2012

"La vita in ogni istante abbraccia sia il corpo che lo spirito, sia l'io e l'ambiente di tutti gli esseri senzienti in ognuno dei dieci mondi e dei tremila mondi, come pure gli esseri insenzienti: le piante, il cielo e la terra, fino alle piu` piccole particelle di polvere. La vita in ogni istante permea l'universo ed e` rivelata in tutti i fenomeni"
Da "Il raggiungimento della Buddita` in questa esistenza" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 3)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 1 dicembre 2012

"Ricordate loro che gli eventi buoni sono eccezionali, gli eventi cattivi sono la norma"

Da "Le persecuzioni che colpiscano il budda" (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 189)
stampa la pagina