Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Frase dal Gosho - 31 gennaio 2015

Immagine
"Dobbiamo proclamare esplicitamente le virtu` di Myoho-renge-kyo! Cosi` come i composti velenosi si trasformano in medicina, i cinque caratteri di Myoho-rengekyo trasformano il male in bene. La Sorgente dei Gioielli si chiama cosi` perche' in essa le pietre si trasformano in gioielli. Allo stesso modo questi cinque caratteri possono trasformare i comuni esseri umani in Budda. Percio`, poiche' il tuo amato padre ha recitato Nam-myoho-renge-kyo mentre era in vita, ha conseguito la Buddita` nella sua forma presente nello stesso modo in cui le pietre si trasformano in gioielli. Le azioni da te compiute rappresentano dunque il massimo dell'amore e della devozione filiale. "
Dal Gosho "Cavalli bianchi e cigni bianchi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 944)

Le radici del Buddismo - Il Buddismo in Cina: T'ien-t'ai #4

Immagine
Il Buddismo arrivò in Cina nel I° secolo d.C., probabilmente attraverso la via della seta, ma fu soltanto nel V secolo che, grazie all’opera di traduzione di Kumarajiva, la sua profonda filosofia fu disponibile senza distorsioni. Nacquerò così molte scuole. Fra queste, la scuola del Gran Maestro Chih-i (538-597), che prese il nome di T’ien-t’ai dalla montagna dove risiedeva, pose il Sutra del Loto al vertice di tutti gli insegnamenti di Shakyamuni. T’ien-t’ai lasciò tre importanti trattati sul Sutra del Loto: l’ Hokke mongiu, l’ Hokke gengi e il Maka shikan. Quest’ultimo, considerato il Sutra del Loto del Medio giorno della Legge, è di particolare importanza in quanto contiene il principio di ichinen sanzen, i tremila mondi in un singolo istante di vita.

Frase dal Gosho - 30 gennaio 2015

Immagine
"Se vi preoccupate anche solo un po' della vostra sicurezza personale, dovreste prima di tutto pregare per l'ordine e la tranquillità in tutti e quattro i quadranti del paese."
Dal Gosho "Adottare l'insegnamento corretto per la pace nel paese" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 25)

Più grandi sono i problemi, più felici si può diventare

Immagine
“La cosa meravigliosa dell'aver fede nel Buddismo del Daishonin è la possibilità di poter condurre la vita delle persone dalla peggiore sofferenza alla più grande felicità possibile e di trasformare i problemi peggiori in fonte di crescita e di realizzazione. I problemi si presentano sotto diverse forme e dimensioni. Potreste avere problemi personali o interrogarvi su come potreste aiutare i vostri genitori a vivere una vita lunga e realizzata; oppure potreste essere preoccupati per un amico malato o depresso desiderando che stia meglio. A un altro livello, potreste essere profondamente assorbiti dalla questione della pace mondiale e dalla sua realizzazione o dalla direzione che sta prendendo l'umanità, proprio al sorgere del nuovo secolo. Queste sono nobili preoccupazioni. Con il daimoku potete trasformare tutte queste preoccupazioni e problemi in un combustibile che vi porterà lontano in termini di forza vitale, conducendovi ad una grande profondità di carattere e a godere d…

Frase dal Gosho - 29 gennaio 2015

Immagine
"I ruscelli si riuniscono per formare il grande mare e i granelli di polvere si accumulano per formare il monte Sumeru. Quando all'inizio io, Nichiren, presi fede nel Sutra del Loto, ero come un'unica goccia d'acqua o un singolo granello di polvere in tutto il Giappone. Ma poi, quando due, tre, dieci, cento, mille, diecimila, un milione di persone reciteranno il Sutra del Loto e lo insegneranno ad altri, formeranno un monte Sumeru di perfetta illuminazione, un grande mare di grande nirvana! Non cercare nessun'altra via per conseguire la Buddita`!"
Dal Gosho "La scelta del tempo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 520)

Rosaria ha detto...

Immagine
Grazie, grazie mille!
Per la prima volta leggo queste pagine, molto interessanti, veramente.
Sono membro della SGI e pratico per la mia felicità per portare felicità a tutti gli esseri viventi di questo mondo e di altri mondi.
Grazie mille.
Rosaria

(Commento del 14 febbraio 2013)

Frase dal Gosho - 28 gennaio 2015

Immagine
"Se qualcuno disprezza me, Nichiren, e non recita Nam-myoho-renge-kyo, e` come un neonato che dubita del latte e rifiuta il seno materno, o come un malato che non si fida del medico e rifiuta la medicina che gli e` stata prescritta. Nagarjuna e Vasubandhu conoscevano questo insegnamento, ma non lo propagarono forse perche' sapevano che non era il tempo giusto e le persone della loro epoca non avevano la capacita` di comprenderlo. Gli altri, molto probabilmente, non lo propagarono perche' lo ignoravano. Il Buddismo si propaga in accordo con il tempo e la capacita` della gente. Sebbene possa non esser degno di questo insegnamento, lo espongo perche' il tempo e` giusto. I nostri contemporanei considerano i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo solo come un titolo, ma sbagliano: quei cinque caratteri sono l'essenza, cioe` il cuore del Sutra del Loto."
Dal Gosho "Questo e` cio` che io ho udito" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag.…

Scrittrice per kosen-rufu

Immagine
«Le persone di fede senza conoscenza, benché manchino di comprensione, hanno fede e otterranno l'illuminazione [...]. Con la fede e non con l'intelligenza si può entrare» (Lettera a Niike, SND, 4, 251).

L'ho sempre "saputo". Ho sempre pensato che intuizione, sapere e genio non bastano. Non per diventare felici. Pur perdutamente innamorata dei Leopardi e degli Hölderlin, delle Cvetaeve e delle Bachmann, dei Michaux e degli Ungaretti, dei Van Gogh e dei Modigliani, dei Mozart e dei Syd Barrett... non ne venivo mai del tutto conquistata. C'era dell'Altro, c'era un Oltre, soltanto non avevo le parole per dirlo. Quando, sedici anni fa, iniziai a sillabare i miei primi Daimoku, sostituendo il mio Rilke del capezzale con il quarto volume del Gosho, che tuttora non so con quali soldi ho comprato, fu subito Giorno: ci sono! È il Sutra del Loto che mi mancava! Ebbe inizio così (anche) per me l'Alba del Mondo. Primo Gongyo di Capodanno. Obiettivo zero: non smet…

Frase dal Gosho - 27 gennaio 2015

Immagine
"Un singolo carattere del Sutra del Loto è come la grande terra che dà origine a tutte le cose. Un singolo carattere è come il grande mare che contiene l'acqua di tutti i fiumi. Un singolo carattere è come il sole e la luna che illuminano i quattro continenti."
Dal Gosho "Risposta a Onichi-nyo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 965)

Il Sutra del Loto #208 (seconda parte di due)

Immagine
La “pulsazione” del pensiero costante del Budda si può trovare solo nel legame vita a vita tra maestro e discepolo. Per questo il Daishonin chiese ai suoi discepoli di nutrire il suo stesso grande desiderio. «Miei discepoli – egli li esorta – dedicate le vostre vite alla realizzazione del grande voto del Budda. Mantenete lo spirito di unicità di maestro e discepolo». Egli ci incoraggia a dedicare la nostra vita al Sutra del Loto, dicendo: «pensa a questa offerta come a una goccia di rugiada che si unisce di nuovo all’oceano, o come a un granello di polvere che ritorna alla terra» (Gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 277). Quando ci basiamo su questo grande desiderio, le nostre stesse vite che potrebbero sembrare effimere e prive di sostanza come una goccia di rugiada o un granello di polvere, diventano concretamente una sola cosa con la vita del Budda, che è immensa e potente come l’oceano o la terra. Il sentiero dell’unicità di maestro e discepolo, che praticamente signif…

Frase dal Gosho - 26 gennaio 2015

Immagine
"Solo nel Sutra del Loto si legge che le donne che abbracciano questo sutra, non solo sono superiori a tutte le altre donne, ma eccellono su tutti gli uomini. [...] Lascia che gli altri ti odino, se vogliono. Di che cosa ti lamenti se sei apprezzata dal Budda Shakyamuni, dal Budda Molti Tesori, da tutti i Budda delle dieci direzioni, da Brahma, Shakra e dagli dèi del sole e della luna? Finché sei lodata dal Sutra del Loto, che motivo hai di lamentarti?"
Dal Gosho "L'unità di marito e moglie" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 410)

Frase dal Gosho - 25 gennaio 2015

Immagine
"Oggi ci sono persone che credono nel Sutra del Loto; la fede di alcuni e` come il fuoco, quella di altri e` come l'acqua. Quando i primi ascoltano l'insegnamento, immediatamente s'infiammano, ma quando se ne allontanano tendono a dimenticare. Avere fede come l'acqua significa credere sempre, senza retrocedere."

Da "I due tipi di fede" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 212)

Frase dal Gosho - 24 gennaio 2015

Immagine
"In un passo del Sutra del Loto si legge che e` "il piu` difficile da credere e il piu` difficile da comprendere". Molti vengono a conoscenza di questo sutra e lo accettano ma, quando sorgono grandi ostacoli, proprio come gli era stato annunciato che sarebbe accaduto, pochi lo ricordano e lo tengono bene in mente. Accettare e` facile, continuare e` difficile. Ma la Buddita` si trova nel mantenere la fede. Colui che abbraccia questo sutra dovrebbe essere pronto a incontrare difficolta`."
Dal Gosho "La difficoltà di mantenere la fede " (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 417)

Le radici del Buddismo - Il Sutra del Loto #3

Immagine
Molti sudiosi di Buddismo considerano il Sutra del Loto (in sanscrito “Saddharma pundarika sutra, in cinese “Miao fa lien hua ching”, in giapponese “Myoho renge kyo””) l’insegnamento più alto fra tutti i sutra Mahayana. Il Sutra del Loto fu tradotto dal sanscrito in cinese nel 406 d.C. dal monaco Kumarajiva. Sicompone di 8 volumi e 28 capitoli. Questo sutra è molto importante per le seguenti ragioni:
1) afferma che tutti gli esseri viventi possiedono la natura del Budda e possono ottenere l’illuminazione, comprese le donne, gli animali, le piante e gli esseri malvagi; 2) rivela che il Budda era tale sin dal lontanissimo passato, e quindi che la natura essenziale della vita, la Buddità, esiste continuamente attraverso le tre esistenze di passato, presente e futuro. 
Nell’Ultimo giorno della Legge è proprio il Sutra del Loto l’unico mezzo che mantiene la capacità di salvare le persone, come fu rivelato da Nichiren Daishonin.

Frase dal Gosho - 23 gennaio 2015

Immagine
"Vi sono due modi in cui un uomo usa la sua voce: uno e` quando parla ingannando gli altri, dicendo cose a cui lui stesso non crede: questa e` la voce "che si accorda con la mente altrui". L'altro e` quando dice cio` che ha veramente in mente, in modo che il suo pensiero si esprima nella sua voce. Il pensiero rappresenta l'aspetto spirituale, la voce l'aspetto fisico; lo spirituale si manifesta nel fisico. Ascoltando la voce si puo` conoscere la mente di una persona perche' l'aspetto fisico rivela quello spirituale. Spirito e materia sono in essenza una cosa sola, ma si manifestano in due fenomeni distinti. Cosi` la mente del Budda trova espressione nelle parole scritte del Sutra del Loto. Queste parole scritte sono la mente del Budda in forma differente. Percio`, chi legge il Sutra del Loto non deve ritenere che sia fatto di mere parole scritte, perche' quelle parole sono la mente del Budda."
Dal Gosho: "L'apertura degli occhi di…

Divento quel che voglio essere

Immagine
La realtà cambia, gli anni passano, tutto intorno a noi si trasforma. Eppure, per conoscere nel nostro cuore una sincera soddisfazione, non c’è forse niente di meglio che disegnare il grande progetto della nostra vita, fatto di piccole cose e di grandi ideali, e portarlo avanti. Fino alla felicità.
Anno nuovo, vita nuova. Il proverbio, per quanto gettonato quando la Terra si appresta a concludere quel suo lungo girovagare di 365 giorni intorno al Sole, ben difficilmente viene messo in pratica. A parte quel breve sussulto, quell’effimera voglia di cambiamento che si respira quando gli anni solari si danno il cambio, in genere gli esseri umani sembrano ancora troppo spesso incapaci di tenere in mano la propria vita: un po’ per colpa dell’abitudine, che offre sicurezze ma toglie inevitabilmente la voglia e la possibilità di osare. Un po’ perché non credono fino in fondo nelle proprie innate capacità. Eppure, il bello della vita sta proprio nel cambiare e nel rinnovarsi. E nello scoprire u…

Frase dal Gosho - 22 gennaio 2015

Immagine
"Certamente il re, i sudditi e tutti gli abitanti del paese desiderano la pace del mondo e la stabilita` del paese. Il paese puo` raggiungere la prosperita` attraverso la Legge buddista e la Legge si dimostra degna di rispetto in virtu` delle persone che l'abbracciano."
Dal Gosho: "Adottare l'insegnamento corretto per la pace nel paese" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 19)

Patrizia ha detto...

Immagine
Ciao sono Patrizia e pratico da quattro mesi ho imparato a pregare, ma non sono costante e dato che prego con il cuore... ho imparato a stare in sintonia con la mente infatti ora cuore e testa vanno insieme... sono uniti e molto felici!
Grazie!

(Commento del 13 febbraio 2013)

Frase dal Gosho - 21 gennaio 2015

Immagine
"Nel presente, e` evidente che io sono il devoto del Sutra del Loto e che percio` nel futuro raggiungero` sicuramente il seggio dell'illuminazione. Giudicando il passato da questo punto di vista, io devo essere stato alla Cerimonia nell'aria. Non ci puo` essere discontinuita` fra le tre esistenze di passato, presente e futuro. Poiche' io vedo le cose in questo modo, provo una gioia senza limiti anche se adesso sono in esilio. Si piange sia per la gioia sia per il dolore. Le lacrime sono comuni al bene e al male. I mille arhat versarono lacrime ricordando il Budda e piangendo il Bodhisattva Manjushri pronuncio` Myoho-renge-kyo. [...] Anche io, Nichiren, mi sento come loro. Adesso sono in esilio per aver diffuso i cinque o sette caratteri di Myoho-renge-kyo e perche' "questo e` cio` che io ho udito", che i Budda Shakyamuni e Molti Tesori hanno lasciato Myoho-renge-kyo per il futuro e per tutti gli esseri viventi del Giappone. Non posso trattenere le lacri…

Persone speciali

Immagine
Pratico il Buddismo di Nichiren Daishonin da cinque anni e sono un'assistente scolastica presso un centro di formazione professionale per allievi disabili. All'inizio dell'anno scolastico 2003-2004, il coordinatore mi assegna Maria, una ragazza che oggi ha venti anni ed è affetta da una gravissima malattia genetica progressiva: la neurofibromatosi. Vengo così a conoscenza della sua storia: una vita normale fino a quindici anni e poi l'esplosione della malattia, con conseguenti frequenti ospedalizzazioni per interventi chirurgici. Conosco Maria già ipovedente e quasi completamente sorda, vive tra casa, ospedali e ristrette relazioni sociali. Però è una persona speciale: combattente, spiritosa e intelligente e da subito andiamo molto d'accordo. Con una particolare lente d'ingrandimento Maria è in grado di leggere e scrivere SMS con il cellulare: così ci teniamo sempre in contatto. Il mio impegno con lei va ben oltre l'orario lavorativo previsto: andiamo insieme…

Frase dal Gosho - 20 gennaio 2015

Immagine
"In definitiva, tutti i fenomeni, fino all'ultimo granello di polvere, sono contenuti nella nostra vita; le nove montagne e gli otto mari sono racchiusi nel nostro corpo; il sole, la luna e le miriadi di stelle si trovano nella nostra vita. Tuttavia noi siamo come il cieco che non vede le immagini riflesse in uno specchio o come il neonato che non teme l'acqua e il fuoco."
Dal Gosho "Gli inviati mongoli" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 561)

Il Sutra del Loto #207 (prima parte di due)

Immagine
Il grande voto del Budda di condurre tutte le persone alla felicità
Mai ji sa ze nen. I ga ryo shujo. Toku nyu mujo do. Soku joju busshin.
Questo è il mio pensiero costante. Come posso fare in modo che tutti gli esseri viventi possano conquistare l’accesso alla più alta Via e raggiungere rapidamente la Buddità.
Le parole conclusive del capitolo "Sulla durata della vita"
Questo brano esprime la determinazione eterna del Budda, il suo grande desiderio sin dal tempo senza inizio. C’è un’unica cosa che il Budda desidera ardentemente: aiutare le persone ad ottenere la massima felicità. Questo, afferma Shakyamuni, è il suo pensiero costante. Egli è in grado di vedere, con limpida chiarezza di pensiero e d’intento, il sentiero che le persone devono seguire per ottenere questa felicità e così spinge in quella direzione dicendo: «Vai avanti su questa strada». Leggendo questo brano ci accorgiamo che il meraviglioso sentiero che conduce direttamente ad una condizione di crescente felicità…

Frase dal Gosho - 19 gennaio 2015

Immagine
"Il capitolo "Devadatta" del Sutra del Loto rivela che Devadatta fu il maestro del Tathagata Shakyamuni in un'esistenza passata. Colui che fu maestro adesso è discepolo e colui che ora è discepolo fu maestro nel passato. Esaminando questo capitolo, io, Nichiren, ho compreso che con l'inseparabilità di passato e presente e di colui che insegna da colui che impara esso rivela il profondo significato del Sutra del Loto."
Dal Gosho "Persecuzione con spade e bastoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 856)

Frase dal Gosho - 18 gennaio 2015

Immagine
"Ora, all'inizio dell'Ultimo giorno della Legge, io, Nichiren, per primo ho propagato in tutto Jambudvipa i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo, che sono il cuore del Sutra del Loto e l'occhio di tutti i Budda. Durante gli oltre duemiladuecento anni passati dalla morte del Budda, nessuno li ha mai propagati, nemmeno Mahakashyapa, Ananda, Ashvaghosha, Nagarjuna, Nan-yüeh, T'ien-t'ai, Miao-lo o Dengyo. Miei discepoli, serrate le fila e seguitemi e sarete superiori a Mahakashyapa o Ananda, a T'ien-t'ai o Dengyo! Se tremate di fronte alle minacce dei padroni di queste isolette [e abbandonate la fede], come potrete affrontare la ben piu` terribile collera di Yama, re dell'inferno? Se vi proclamate messaggeri del Budda, ma lasciate spazio alla paura, nessuno sara` piu` disprezzabile di voi."
Dal Gosho "Le azioni del devoto del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 679)

Frase dal Gosho - 17 gennaio 2015

Immagine
"[...] le supposizioni arbitrarie [su come andranno le cose] non servono: se la tua preghiera avra` risposta oppure no, dipende dalla tua fede. Non e` assolutamente colpa di Nichiren [se non ottieni risposta]. Quando l'acqua e` limpida, la luna vi si riflette. Quando soffia il vento, gli alberi si agitano. La nostra mente e` come l'acqua: una fede debole e` come l'acqua torbida, una fede risoluta e` come l'acqua limpida. Gli alberi sono come i princìpi e il vento che li agita e` come la recitazione del sutra. Questo devi comprendere."
Dal Gosho "Risposta alla monaca laica Nichigon" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 957)

Le radici del Buddismo - I tre periodi della legge #2

Immagine
Il tempo che segue la morte di Shakyamuni viene suddiviso in tre periodi di mille anni ciascuno: il Primo giorno della Legge (Shoho), il Medio giorno della Legge (Zoho) e l’Ultimo giorno della Legge (Mappo). Fu senz’altro molto difficile per il Budda trasmettere la verità, ma è fuor di dubbio che la saggezza e la compassione permeavano ogni aspetto del suo comportamento, rendendo efficace la sua opera di insegnamento. Nelle epoche successive, del Budda rimanevano soltanto i discorsi codificati nei sutra e col passare del tempo, rimaneva sempre più difficile mantenere lo spirito originale del Buddismo. Questo declino naturale dell’insegnamento del Budda sembra fosse stato previsto dallo stesso Shakyamuni, come descritto nelle opere Mahayana. Il primo e Medio giorno della Legge sono suddivisi in due periodi di cinquecento anni, come indicato nel seguente schema:

L’avvento dell’Ultimo giorno della Legge o Mappo però non significa fine del Buddismo. Grandi Maestri buddisti tennero vivo l…

Frase dal Gosho - 16 gennaio 2015

Immagine
""Con un'unica mente desiderano vedere il Budda" puo` essere letto cosi`: osservare il Budda con un'unica mente, concentrare la propria mente sul vedere il Budda e quando si guarda la propria mente, percepire che essa e` il Budda. Avendo ottenuto il frutto della Buddita`, cioe` i tre corpi eternamente inerenti, potrei essere superiore persino a T'ient'ai e a Dengyo, e superare anche Nagarjuna e Mahakashyapa. Il Budda scrisse che si deve diventare maestri della propria mente e non lasciare che la mente sia la propria maestra. Per questo ti ho sempre esortato a essere disposto a dare anche il tuo stesso corpo e a non risparmiare mai la tua vita per il Sutra del Loto."
Dal Gosho "Lettera a Gijo-bo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 345)

Ricordati che hai sempre una scelta

Immagine
Ciao a tutti ragazzi! In questo periodo sto riprendendo in mano "Il Budda Geoff e io" di Edward Canford-Dumas, soprattutto la prima parte, nella quale il protagonista che stava in una situazione devastante incontra Geoff che inizia a parlargli di Buddismo. Trovo queste parole molto dirette e riescono sempre ad aiutarmi quando mi trovo davanti a qualcuno a cui voglio fare shakubuku, ma non so da che parte cominciare. Per chi non l'avesse letto, ho trascritto un parte per condividerla con voi. Sperando possa essere d'aiuto a tutti noi per incoraggiare chi ci circonda, vi auguro un anno stupendo! Laura
Per farla breve: Ed sta male, ha perso il lavoro e la sua ragazza l’ha lasciato. Incontra uno sconosciuto che si chiama Geoff al bar ed iniziano a parlare.
[...] "Per quanto riguarda le difficoltà Ed” disse mentre attaccavamo la prima pinta di birra, “non sono il vero problema.” “Eh?” Geoff fece un grande sorso. "Voglio dire che non sono ciò che realmente ci procura…

Frase dal Gosho - 15 gennaio 2015

Immagine
"Non credo che Shariputra, Maudgalyayana e gli altri grandi ascoltatori della voce abbandonerebbero i praticanti che lodano uno qualsiasi degli insegnamenti esposti dal Budda nella sua vita [...] Percio` non puo` esserci alcun dubbio che tutte le persone dei due veicoli proteggeranno i praticanti del Sutra del Loto. Persino umili animali sanno ripagare i loro debiti di gratitudine. Un uccello, l'oca selvatica, adempie i doveri filiali verso la madre quando quest'ultima e` sul punto di morire. E la volpe non dimentica la sua collinetta. Se perfino gli animali agiscono cosi`, a maggior ragione devono farlo gli esseri umani."
Dal Gosho "Sulle preghiere" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 298)

Ernestina ha detto...

Immagine
Salve mi chiamo Ernestina, sono di passaggio sul tuo blog, é stato bello leggerti come una ventata di buon profumo.

(Commento dell' 11 febbraio 2013)

Frase dal Gosho - 14 gennaio 2015

Immagine
"Come ti ho gia` detto in passato, tu che sei un credente laico devi recitare unicamente Nam-myoho-renge-kyo notte e giorno, mattina e sera e, all'ultimo istante della vita, vedi cosa accade! In quel momento, affrettati a salire sulla vetta della perfetta illuminazione e guardati intorno nelle quattro direzioni: l'intero regno dei fenomeni si sara` trasformato nella Terra della Luce Tranquilla, il terreno sara` fatto di lapislazzuli e gli otto sentieri saranno delimitati da cordoni dorati. Quattro tipi di fiori pioveranno dal cielo, una musica risuonera` nell'aria e tutti i Budda e i bodhisattva saranno carezzati dalle brezze di eternita`, felicita`, vero io e purezza. Anche noi saremo sicuramente insieme a loro. Il Sutra del Loto e` davvero cosi` splendido!"
Dal Gosho "Risposta a Matsuno" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 748)

Preziosa è la mia vita

Immagine
Un giorno del 2008 incontrai Nam-myoho-renge-kyo. Fino ad allora ero una persona con gravi problemi. Soffrivo di una grave depressione e avevo tentato due volte il suicidio. Avevo "perso" mio figlio, che viveva con i miei genitori, convivevo con un uomo da cui avevo avuto un'altra figlia, ma era un inferno. Nonostante la sofferenza, sia fisica che psicologica, mi appoggiavo a lui perché ero convinta di non essere in grado di affrontare la vita da sola. Mi sentivo un vegetale, consideravo la vita un castigo divino. Da anni avevo anche perso ogni contatto con la mia famiglia d'origine a causa di banali litigi e per il mio carattere intrattabile, e io li odiavo per questo. Davo la colpa a tutti della mia infelicità, i problemi aumentavano di giorno in giorno fino a che, all'improvviso, successe qualcosa... mio figlio, mi telefonò e mi disse di recitare una frase: «Nam-myoho-renge-kyo». Lì per lì mi sembrò, in un momento di così grande sofferenza, una cosa banale e s…

Frase dal Gosho - 13 gennaio 2015

Immagine
"Le sfortune di Kyo'o Gozen si trasformeranno in fortuna. Raccogli tutta la tua fede e prega questo Gohonzon. Allora, che cosa non può essere realizzato? Credi nel Sutra del Loto quando dice: «Questo sutra può […] esaudirne i desideri, proprio come una fresca e limpida fonte può soddisfare tutti coloro che sono assetati» e: «Godranno di pace e sicurezza nell'esistenza presente e nasceranno in circostanze favorevoli nelle successive»"
Dal Gosho "Risposta a Kyo'o" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 366)

Il Sutra del Loto #206

Immagine
La "Via" è il Sutra del Loto
I bonbu tendo. Jitsu zai ni gonme tsu. I jo ken ga ko. Ni sho kyoshi shin. Hoitsu jaku goyoku. Da o akudo chu. Ga jo chi shujo. Gyo do fu gyo do. Zui o sho ka do. I ses-shuju ho. È a causa delle illusioni della gente comune che ho detto di essere morto benché in realtà io viva. Se essi mi vedessero costantemente, arroganza ed egoismo nascerebbero nei loro cuori. Abbandonandosi ai cinque desideri cadrebbero nei cattivi sentieri. Io sono sempre cosciente di chi sta praticando la Via e chi no. E in risposta ai loro bisogni di salvezza insegno loro diversi tipi di dottrine. Il punto riguardante le “persone illuse” ribadisce quanto detto nella precedente sezione, cioè che le persone, pensando che il Budda sia sempre presente, possono cominciare a diventare arroganti o dipendenti da lui e infine cadere nei sentieri malvagi a causa dell’attaccamento ai cinque desideri. In tal caso non potrebbero ottenere la Buddità. Come espediente, il Budda annuncia al…

Frase dal Gosho - 12 gennaio 2015

Immagine
"Un fuoco brucia più alto quando si aggiungono dei ceppi e un forte vento fa gonfiare il kalakula. Il pino vive diecimila anni, perciò i suoi rami si piegano e si contorcono. Il devoto del Sutra del Loto è come il fuoco e il kalakula, mentre le sue persecuzioni sono come i ceppi e il vento. Il devoto del Sutra del Loto è il Tathagata la cui durata della vita è incommensurabile; non c'è da stupirsi che la sua pratica sia ostacolata, proprio come i rami del pino sono piegati o spezzati. D'ora in avanti, ricorda sempre le parole: "Questo sutra è difficile da sostenere"."

Dal Gosho "La difficolta` di mantenere la fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 417)

Frase dal Gosho - 11 gennaio 2015

Immagine
"Se consideriamo che sicuramente diventeremo Budda, non c'e` niente di cui lamentarsi. Anche se tu diventassi la moglie dell'imperatore, a cosa ti servirebbe? Anche se rinascessi in cielo, che scopo ci sarebbe? Tu seguirai la strada della figlia del re drago, sarai pari alla monaca Mahaprajapati. Che felicita`! Che felicita`! Recita Nam-myoho-renge-kyo, Nam-myoho-renge-kyo."
Dal Gosho: "L'arco e la freccia" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 586)

Frase dal Gosho - 10 gennaio 2015

Immagine
"E` mio desiderio che tutti i miei discepoli formulino un grande voto. Siamo molto fortunati a essere sopravvissuti alla diffusa epidemia dello scorso anno e dell'anno precedente. Adesso, tuttavia, con l'incombente invasione mongola, puo` darsi che saranno in pochi a sopravvivere. Alla fine, nessuno puo` sfuggire alla morte. Le sofferenze di quel momento saranno esattamente uguali a quelle che stiamo affrontando adesso. Poiche' la morte e` la stessa in entrambi i casi, dovresti essere disposto a offrire la tua vita per il Sutra del Loto. Pensa a questa offerta come a una goccia di rugiada che si unisce di nuovo al grande mare, o come a un granello di polvere che ritorna alla terra. Un passo del terzo volume del Sutra del Loto dice: "Ci auguriamo che i meriti ottenuti grazie a questi doni possano estendersi in lungo e in largo a tutti, cosi` che noi e gli altri esseri viventi possiamo conseguire tutti insieme la via del Budda"."
Dal Gosho "La Porta d…

Le radici del Buddismo - La storia di Shakyamuni #1

Immagine
Gli studiosi ritengono che il principe indiano Siddhartha Gautama visse tra il V ed il IVsecolo a.C. Egli era il principe degli Shakya, una piccola tribù che viveva alle pendicidell’Himalaya, in una regione che oggi è situata nel Nepal centrale. Dopo l’illuminazione i suoi discepoli lo chiamarono Shakyamuni, che vuol dire “saggio degli Shakya”. La tradizione vuole che, poco dopo la nascita del figlio, Shakyamuni decidesse di abbandonare la casa paterna per dedicarsi alla ricerca spirituale, scelta che avvenne dopo quattro incontri particolari: con un vecchio, un ammalato, un funerale e, infine, un asceta. E’ assai probabile che i quattro incontri siano una leggenda, la quale tuttavia indica la forte motivazione di Shakyamuni indirizzata alla soluzione delle quattro sofferenze fondamentali della vita: nascita, vecchiaia, malattia e morte. Inizialmente, si dedicò alla via dell’ascesi, mortificando il corpo, ritirandosi nel bosco di Uruvela insieme ad altri asceti. Dopo alcuni anni, il s…

Frase dal Gosho - 9 gennaio 2015

Immagine
"Non c'è niente che superi la capacità della Legge di far nascere, far crescere, far maturare e far prosperare. [...] Concepire il desiderio di ricercare la via attraverso il potere della Legge equivale a nascere. Seguire la Legge dall'inizio alla fine equivale a essere allevato. Raccogliere il supremo frutto della Buddità equivale a raggiungere la maturazione. Apparire in diverse forme nel mondo fenomenico per la salvezza degli altri equivale a prosperare. Sebbene questi quattro stadi differiscano l'uno dall'altro, si basano tutti sulla Legge»."
Dal Gosho "Gli impareggiabili benefici della Legge" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 864)

Il valore della gratitudine

Immagine
di Giulietta
La mattina, quando c'è il sole, la stanza dove arriva per primo è quella del Gohonzon. Quando vi entro per recitare, mi si riempie il cuore di gioia: avverto l'intenso profumo di incenso, guardo subito come sta la pianta vicino al butsudan, una calathea le cui foglie si chiudono la sera. E' una pianta “mistica”, presa senza rifletterci troppo, che poi si è rivelata come la più adatta a questo luogo. Mi fa compagnia, si “muove” finchè recito, la mattina si apre piano piano, la sera si richiude. Provo una profonda gratitudine per tutto quel benessere, per la fortuna di avere una stanza tutta per me per la recitazione, per essere riuscita a ricavare un posto così prezioso dove rifugiarsi a leggere, a pensare, a parlare con qualche amica. Al primo zadankai, che ospitai a casa mia, ricordo ancora la profonda gioia e l'emozione nel sentire tutte quelle voci che per la prima volta riempivano la stanza con nam myoho renge kyo. Prima di incontrare il buddismo, …

Frase dal Gosho - 8 gennaio 2015

Immagine
"La grande lanterna che rischiara la lunga notte delle sofferenze di nascita e morte, la spada affilata che spezza l'oscurità fondamentale inerente alla vita, non è altro che il Sutra del Loto."
Dal Gosho "Confronto fra il Sutra del Loto e gli altri sutra" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 922)

Sandra ha detto...

Immagine
Buongiorno a tutti, vi ho scoperti per caso e ringrazio chi gestisce il blog e i suoi iscritti per la condivisione di esperienze, studio e per tutto ciò che ci è utile. Grazie ancora.

(Commento del 4 febbraio 2013)