Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2015

Fede e lavoro #2

Immagine
Nichiren spiega che, fin quando manteniamo una fede sincera, la nostra vita quotidiana di comuni mortali è il vero campo d’azione della nostra pratica buddista.
Credo che la grandezza di questo Buddismo stia nel fatto che apre una via all’illuminazione che può essere percorsa da chiunque. Non è una pratica per conseguire la Buddità che solo pochi possono intraprendere.
Nichiren osservava compassionevolmente ma severamente, con l’occhio del Budda e l’occhio della Legge, l’andamento della società. Era sempre premuroso con i suoi seguaci, e cercava di mettersi nei loro panni. In questo modo conquistava il cuore di molte persone, credenti e non credenti.
Il Sutra del Loto parla del Bodhisattva Percettore dei Suoni del Mondo. Percepire i suoni del mondo significa distinguere “la voce delle persone” e osservare i mutamenti della società. Il nostro compito di responsabili buddisti è quello di manifestare la nostra innata capacità di percepire i suoni del mondo e di prendere le misure adeguat…

Frase dal Gosho - 30 novembre 2015

Immagine
"Il Budda scrisse che dobbiamo diventare padroni della nostra mente e non lasciare che la mente sia la nostra padrona. E` questo che intendo quando ti spingo a rinunciare persino al tuo corpo e a non risparmiare mai la tua vita per il Sutra del Loto"
Da "Lettera a Gijo-bo" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 5, pag. 4)

Frase dal Gosho - 29 novembre 2015

Immagine
"Se la compassione di Nichiren è veramente grande e omnicomprensiva, Nam-myoho-renge-kyo si diffonderà per diecimila anni e più, per tutta l’eternità, perché ha il benefico potere di aprire gli occhi ciechi di ogni essere vivente del Giappone e sbarrare la strada che conduce all’inferno di incessante sofferenza. I suoi benefici superano quelli di Dengyo e di T’ien-t’ai e anche quelli di Nagarjuna e Mahakashyapa. I benefici di cento anni di pratica nella Terra della Perfetta Beatitudine non si possono paragonare ai benefici ottenuti in un solo giorno di pratica in questo mondo impuro."

Dal Gosho "Ripagare i debiti di gratitudine" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 658)

Frase dal Gosho - 28 novembre 2015

Immagine
"In che modo bisogna prendere fede nel Sutra del Loto? Praticare gli insegnamenti di questo sutra senza fede è come entrare in una montagna piena di tesori senza mani [per raccoglierli] o come cercare di compiere un viaggio di mille miglia senza gambe. Afferra la fede che è ti lontana attraverso la prova concreta che ti è vicina."

Dal Gosho "Lettera a Horen" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pagg. 454-455)

Quell’isola dove nacque un sogno

Immagine
Nell’ottobre del 1960 Daisaku Ikeda avvia la propagazione della Legge mistica fuori dal Giappone. Come è narrato nella Nuova rivoluzione umana Shin’ichi arrivò dapprima alle isole Hawaii, per dirigersi poi negli Usa e fino a oggi ha continuato a promuovere la propagazione in tutto il mondo.
Guam, gennaio 1975. Nel mezzo dell’Oceano Pacifico, praticanti del Buddismo di Nichiren Daishonin da tutto il mondo si danno appuntamento per dare vita alla Soka Gakkai Internazionale. Da allora, molte cose sono cambiate e molte altre ne cambieranno. Ma senza deviare dall’obiettivo originale: promuovere la pace nel mondo, promuovendo la pace nel cuore degli individui.
Il Buddismo di Nichiren Daishonin inizia a diffondersi in Europa nei primi anni Sessanta principalmente in Francia, Gran Bretagna e Germania. Nel 1963 vengono aperti due centri, uno a Parigi e l’altro a Düsseldorf e si formano una dozzina di settori in vari paesi tra i quali la Svizzera, l’Italia e altri nella regione scandinava. Questi…

Frase dal Gosho - 27 novembre 2015

Immagine
"Più l’oro viene scaldato tra le fiamme e più vivo sarà il suo colore; più una spada viene affilata, più tagliente diventerà. Più una persona loda le virtù del Sutra del Loto, più i suoi benefici aumenteranno. Ricorda che i ventotto capitoli del Sutra del Loto contengono solo pochi passi che esprimono verità, ma moltissime parole di lode."

Dal Gosho "I benefici del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 601)

Attaccamenti e liberazione

Immagine
Il Buddismo è un insegnamento di emancipazione, volto a liberare le persone dalle inevitabili sofferenze della vita, perciò i primi insegnamenti buddisti si focalizzarono sulla caducità di tutte le cose. Il Budda si rese conto che nulla resta uguale in questo mondo, tutto è in uno stato di costante cambiamento. Ogni senso di benessere e sicurezza che deriva da situazioni piacevoli o circostanze favorevoli – relazioni con chi amiamo, salute – viene continuamente minacciato dal fluire incessante della vita e, infine, dalla morte, il cambiamento in assoluto più radicale e profondo di tutti. Il Budda vide che la causa della sofferenza stava proprio nell’ignoranza della natura del cambiamento stesso. Desideriamo restare attaccati a ciò che per noi ha valore, e soffriamo quando l’inevitabile processo di cambiamento della vita ci separa da queste cose. Dunque, egli pensò, ci si libera dalla sofferenza quando si elimina l’attaccamento alle cose transitorie di questo mondo. In questa prospet…

Frase dal Gosho - 26 novembre 2015

Immagine
"Per chi raccoglie la propria fede e recita Nam-myoho-renge-kyo con la profonda consapevolezza che adesso è l’ultimo momento della sua vita, il sutra proclama: «Quando la loro vita giungerà al termine, esse saranno accolte dalle mani di mille Budda che le libereranno da ogni paura e impediranno loro di cadere nei cattivi sentieri dell’esistenza». Che felicità! È impossibile trattenere lacrime di gioia sapendo che non uno o due, non cento o duecento, ma mille Budda verranno ad accoglierci con le braccia aperte."
Dal Gosho "L’eredità della Legge fondamentale della vita" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 190)

Parlare

Immagine
In qualsiasi situazione il dialogo è uno sforzo positivo, che crea solidarietà e costruisce unità. Rifiutare gli altri provoca solo ripercussioni negative, invita alla divisione e conduce alla distruzione. Il punto è incontrarsi e parlare. (D. I.)

Vanessa ha detto...

Immagine
Ciao sono Vanessa. Pratico il buddismo del Daishonin da sette anni e credo fortemente nel valore e nell'azione della Soka Gakkai per diffonderlo e per sostenere chi lo pratica. Ci sono momenti della vita nei quali tutto sembra esplodere: non dobbiamo spaventarci perché siamo noi a chiamare un cambiamento forte nella nostra vita. Mantenendo salda la fede in nam myoho renge kyo riusciamo a creare valore da tutte le situazioni, anche dalle più brutte e a trasformare il veleno della sofferenza in medicina di gioia e libertà. Proprio in questi giorni sto trasformando una grande sofferenza e improvvisamente, dopo tanti anni, mi sento leggera e serena. Non essendo abituata a ciò, mi sento strana, strana ma felice. Dico a me stessa: allora è questo il paradiso!!! E' proprio in questa vita!!! Grazie a tutti. Non smettete mai, qualunque cosa accada.

(commento del 10 novembre 2014)

Frase dal Gosho - 25 novembre 2015

Immagine
"La funzione del fuoco è bruciare e dare luce. La funzione dell’acqua è lavare la sporcizia. Il vento spazza via la polvere e infonde la vita nelle piante, negli animali e negli esseri umani. La terra produce le piante e gli alberi, e il cielo provvede all’umidità che reca nutrimento. Anche i cinque caratteri di Myoho-renge-kyo operano così: sono le funzioni benefiche dei Bodhisattva della Terra, discepoli del Budda nella sua vera identità."

Dal Gosho "L’eredità della Legge fondamentale della vita" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 191)

L'alloro della vittoria

Immagine
Di nuovo, corsie d'ospedale, medici, interventi. In quel momento, vista la sofferenza di mia madre pensai che l'università avrebbe aspettato. Ma fu proprio lei, con un filo di voce, a dirmi: «Vai Elisa! E portami l'alloro della vittoria!».
Ho iniziato a praticare nel 1995. A quel tempo, mi sentivo molto sicura di me, avevo già affrontato a testa alta un divorzio, avevo un lavoro, due splendide ragazze adolescenti e una situazione economica tranquilla. Dissi a tutti che avrei provato per un mese e che, se la cosa non dava un risultato tangibile, avrei smesso. Ma solo dopo quindici giorni, al ritmo di un'ora di Daimoku al giorno, sentii fiorire una forza nuova. Decisi di continuare. Il Gongyo e il Daimoku rigeneravano la mia vita: erano momenti preziosi e solo miei. Poco alla volta venivo a scoprire, e non senza dolore, chi ero veramente e dietro al paravento di una donna forte si nascondeva in realtà tanta fragilità e insicurezza. Nell'agosto del 2010 vivevo da qualch…

Frase dal Gosho - 24 novembre 2015

Immagine
"Il Sutra di Virtù Universale, spiegando l'essenza del Sutra del Loto, afferma: "Anche senza estinguere i desideri e le illusioni e senza separarsi dai cinque desideri...". Il Gran Maestro T'ien-t'ai in Grande concentrazione e visione profonda afferma: "I desideri e le illusioni sono illuminazione e nascita e morte sono nirvana". Il Bodhisattva Nagarjuna spiegando nel Trattato sulla grande perfezione della saggezza che il Sutra del Loto supera tutti gli altri insegnamenti della vita del Budda, dice: "[Il Sutra del Loto è] come un grande medico in grado di trasformare il veleno in medicina". Ciò significa che un medico mediocre cura una malattia con una medicina, un grande medico cura una malattia grave con un potente veleno."

Dal Gosho "Il ricevimento di nuovi feudi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 840)

Fede e lavoro #1

Immagine
“La seconda virtù, la lealtà al tuo signore, significa che nella mente non dovresti nutrire la minima infedeltà nei suoi confronti. Anche se dovessi essere ucciso, pensa che ciò andrà a suo beneficio. Come dice il proverbio, la fede invisibile produce virtù visibili.”
Non si deve essere minimamente infedeli al “signore” che si serve. Sia che i propri sforzi siano riconosciuti oppure no, Nichiren ci insegna che il sincero accumulo di virtù invisibili finirà per risplendere come ricompensa visibile.
Per esempio, forse vi state sforzando duramente nel vostro lavoro e tuttavia i vostri sforzi non vengono apprezzati e ricompensati adeguatamente. Ma se perseverate nel vostro impegno per migliorarvi, basandosi sempre sulla fede, e continuate ad ottenere buoni risultati, svilupperete una maggiore capacità di conquistare la fiducia degli altri. Forgerete i “tesori del corpo”. Se combattete le vostre preoccupazioni con la fede, si trasformeranno in fortuna, nei “tesori del cuore”.
Vincete dove …

Frase dal Gosho - 23 novembre 2015

Immagine
"In definitiva, tutti i fenomeni, fino all'ultimo granello di polvere, sono contenuti nella nostra vita; le nove montagne e gli otto mari sono racchiusi nel nostro corpo; il sole, la luna e le miriadi di stelle si trovano nella nostra vita. Tuttavia noi siamo come il cieco che non vede le immagini riflesse in uno specchio o come il neonato che non teme l'acqua e il fuoco."

Dal Gosho "Gli inviati mongoli" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 561)

Frase dal Gosho - 22 novembre 2015

Immagine
"Non pensare mai che qualcuno degli ottantamila sacri insegnamenti di Shakyamuni o qualcuno dei Budda e bodhisattva delle tre esistenze e delle dieci direzioni sia al di fuori di te. La pratica degli insegnamenti buddisti non ti solleverà affatto dalle sofferenze di nascita e morte a meno che tu non percepisca la vera natura della tua vita. Se cerchi l’illuminazione al di fuori di te, anche eseguire diecimila pratiche e diecimila buone azioni sarà inutile, come se un povero stesse giorno e notte a contare le ricchezze del suo vicino, senza guadagnare nemmeno mezzo centesimo."

Dal Gosho "Il conseguimento della Buddità in questa esistenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 3-4)

Frase dal Gosho - 21 novembre 2015

Immagine
"Cio` che chiamiamo fede non e` niente di straordinario. Aver fede significa riporre fiducia nel Sutra del Loto, in Shakyamuni e Molti Tesori, nei Budda e bodhisattva delle dieci direzioni, negli de`i celesti e nelle divinita` benevolenti, e recitare Nam-myoho-renge-kyo, cosi` come una donna ama il marito, come un uomo da` la vita per sua moglie, come i genitori rifiutano di abbandonare i figli o un figlio rifiuta di lasciare la madre."

Dal Gosho n. 147 "Il significato della fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 920)

Il Gohonzon 5/5

Immagine
È l’oggetto di culto per chi pratica il Buddismo di Nichiren Daishonin. Quale è il suo significato? Che funzione ha? Perché serve un oggetto di culto? Perché si custodisce con tanta devozione?
Fede e comprensione Il Budda Shakyamuni espresse la sua Illuminazione nel Sutra del Loto rappresentando la sacralità della vita, cioè la suprema condizione della Buddità, con una torre preziosa, uno straordinario e gigantesco edificio ricoperto di gioielli che emerge dalla terra e si solleva in aria assieme a tutta l’assemblea.
Il saggio cinese T’ien t’ai rivelò la sua Illuminazione, cioè la stessa perfetta comprensione della vita, nel Maka Shikan, in particolare attraverso il principio di ichinen sanzen, dove i fondamenti del Sutra del Loto assumono forma organica. L’illuminazione di Nichiren è espressa nel Gohonzon, che raffigura la torre preziosa e il principio di ichinen sanzen: «Questo mandala – spiega il Daishonin – non è in alcun modo un’invenzione di Nichiren … È l’Oggetto di culto che descr…

Frase dal Gosho - 20 novembre 2015

Immagine
"Il denaro serve per vari scopi, a seconda delle nostre necessità. Lo stesso vale per il Sutra del Loto: esso sarà una lanterna nell’oscurità o una barca per una traversata. A volte sarà acqua e a volte fuoco. Per questo il Sutra del Loto ci assicura «pace e sicurezza nell’esistenza presente e […] circostanze favorevoli nelle successive»"

Dal Gosho "Le spade del bene e del male" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 401)

Adattare il Buddismo ai costumi locali

Immagine
Il Buddismo insegna che una Legge o principio universale sottostà a tutti i fenomeni e si applica a ogni popolo, indipendentemente dal tempo, dall’etnia, dalla diversità culturale e dal luogo. Però, la modalità specifica con cui il Buddismo viene espresso e propagato è relativa alla società, alla cultura e ai costumi della regione in cui si pratica. Il Buddismo rispetta profondamente la diversità culturale, nella misura in cui gli aspetti della cultura non siano in contrasto con lo spirito del Buddismo come insegnato nel Sutra del Loto, il cui nucleo essenziale è la fede che nella vita di ogni persona sono presenti una dignità e un potenziale illimitati. Nichiren, fondatore nel tredicesimo secolo del Buddismo praticato dai membri della SGI, scrive: «Esaminando attentamente i sutra e i trattati, scopriamo che esiste una dottrina che corrisponde a questo, quella che riguarda il precetto chiamato “seguire i costumi del luogo”. In sostanza questo precetto insegna che, a meno che ciò non …

Frase dal Gosho - 19 novembre 2015

Immagine
"Myo significa perfettamente dotato. [...] Nell'espressione "perfettamente dotato", "dotato" si riferisce al mutuo possesso dei Dieci mondi, mentre "perfetto" significa che, dal momento che c'è il mutuo possesso dei Dieci mondi, allora ciascuno dei mondi contiene tutti gli altri mondi, il che indica che è "perfetto""

Dal Gosho "L’apertura degli occhi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 224)

Determinazione

Immagine
Essere sconfitti dalla sofferenza e pieni di lamentele significa essere prigionieri del proprio karma. E' affrontando direttamente le nostre sofferenze che siamo in grado di trasformarle nella nostra missione. Tutto dipende dalla nostra determinazione. (D. I.)

Elisa ha detto...

Immagine
@fabrizio Ciao, mi colpisce quello che dici perchè comincio a vedere un pò di luce dopo un periodo nero nero che non è ancora concluso; non posso darti un consiglio preciso, perchè non riesco a definirmi una buona praticante e pratico da poco più di un anno, non frequento gli zadankai da tempo e sento che al momento ho bisogno di questo e sicuramente è contraddittorio ma non voglio ragionarci troppo. ho continuato a cercare nello studio e nella preghiera e sento che la vita ricomincia a scorrere, o meglio non ha mai smesso, e finalmente comincio a percepire il cuore di sensei, pur con tanti nodi nel percorso. però ho fiducia che passando la spazzola, non con violenza, ma passandola e passandola i nodi piano piano si sciolgono e succedono cose inaspettate, insomma, l'unica cosa che mi sento di dirti è di continuare a pettinare, credi in te, hai la chiave e riuscirai ad afferrarla.

(commento del 12 settembre 2014)

Frase dal Gosho - 18 novembre 2015

Immagine
"Coloro che abbracciano il Sutra del Loto non dovrebbero, per nessun motivo al mondo, insultarsi l'un l'altro, perché chi ha fede nel Sutra del Loto diventerà sicuramente un Budda e chi offende un Budda commette una grave colpa"

Dal Gosho "Le quattordici offese" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 670)

Mai smettere di ricercare

Immagine
Le grandi sfide che affrontai rappresentano ancora le solide basi della mia vita. Mi considero molto fortunata ad aver passato la mia gioventù allenandomi alla creazione di valore.
Ho recitato Nam-myoho-renge-kyo per la prima volta a Firenze, durante una gita scolastica, e ritornata a Cagliari, dove abitavo, iniziai ad andare alle riunioni. Avevo diciannove anni e soffrivo per la recente perdita di mia madre; il rapporto con mio padre non era mai stato dei migliori per il suo carattere collerico. Recitando Daimoku, sin dalla prima volta, avevo sentito allontanarsi dalla mia vita quella tremenda sofferenza che non mi abbandonava mai, e quel senso di morte che si era impossessato di me era scomparso. Sentivo una grande gioia e fu per questo che dopo un mese andai da mio padre con il libretto di Gongyo per spiegargli che anche lui, proprio perché soffriva tanto, avrebbe fatto bene a seguirlo. Questo segnò l'inizio di una lunghissima guerra. Lui non capiva perché avessi cambiato religi…

Frase dal Gosho - 17 novembre 2015

Immagine
"Il mio cuore è dove tutti i Budda entrano nel nirvana; la mia lingua, dove essi mettono in moto la ruota della dottrina; la mia gola, dove nascono in questo mondo; la mia bocca, dove ottengono l’illuminazione. Poiché questo monte è il luogo in cui dimora il meraviglioso devoto del Sutra del Loto, come può essere meno sacro della pura terra del Picco dell’Aquila? Questo è ciò che [Parole e frasi del Sutra del Loto intende quando] afferma: «Poiché la Legge è meravigliosa, la persona è degna di rispetto; poiché la persona è degna di rispetto, la terra è sacra»"

Dal Gosho "La persona e la Legge" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 972)

La fede è uguale alla vita quotidiana #4

Immagine
In ogni caso, voi siete importantissimi per kosen rufu. Siete importantissimi anche per la vostra famiglia. E’ un peccato contrarre malattie seccanti come il diabete a causa del sovrappeso. Spero che viviate giorno dopo giorno una vita piacevole, mangiando sempre con intelligenza. Avete la responsabilità di prendervi cura del vostro corpo e di tenerlo sotto controllo.
Quando Nichiren aveva quarantotto anni (quarantanove secondo alcuni resoconti) scrisse una lettera a Ota Kingo che aveva la sua stessa età. In questa lettera si legge: “Anch’io presto compirò cinquant’anni. Non mi restano molti anni da vivere. Dato che, in ogni caso, i miei resti mortali saranno abbandonati inutilmente in un campo, offrirò la mia vita al Sutra del Loto. Il ragazzo delle Montagne Nevose offrì la sua vita per cercare la Legge e il bodhisattva Re della Medicina bruciò il suo gomito e lo offrì al Sutra del Loto. Il Re Sen’yo e il re Possessore di Virtù lottarono magnificamente per proteggere la Legge. Anch’i…

Frase dal Gosho - 16 novembre 2015

Immagine
"In sostanza, l’apparizione della torre preziosa indica che quando udirono il Sutra del Loto i tre gruppi di ascoltatori della voce percepirono per la prima volta la torre preziosa dentro la loro vita. Adesso i discepoli e i seguaci laici di Nichiren stanno facendo lo stesso. Nell’Ultimo giorno della Legge, non esiste altra torre preziosa che gli uomini e le donne che abbracciano il Sutra del Loto. Perciò ne consegue che coloro che recitano Nam-myoho-rengekyo, qualunque sia la loro condizione sociale, sono essi stessi la torre preziosa, e allo stesso modo sono essi stessi il Tathagata Molti Tesori. Non esiste altra torre preziosa che Myoho-renge-kyo. Il daimoku del Sutra del Loto è la torre preziosa e la torre preziosa è Nam-myoho-renge-kyo."

Dal Gosho "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)

Frase dal Gosho - 15 novembre 2015

Immagine
"Sto pregando con tanta convinzione come se dovessi accendere il fuoco con legna bagnata o estrarre l’acqua dal terreno riarso, affinché, nonostante questa sia un’epoca di disordini, il Sutra del Loto e le dieci fanciulle demoni proteggano ciascuno di voi."

Dal Gosho "Rimproverare l’offesa alla Legge e cancellare le colpe" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 395)

Frase dal Gosho - 14 novembre 2015

Immagine
"Non dovresti sentire la minima paura nel cuore. Sebbene una persona possa aver professato la fede nel Sutra del Loto molte volte sin dal remoto passato, è la mancanza di coraggio che gli impedisce di conseguire la Buddità."

Dal Gosho "I tre ostacoli e i quattro demoni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 568)

Il Gohonzon 4/5

Immagine
È l’oggetto di culto per chi pratica il Buddismo di Nichiren Daishonin. Quale è il suo significato? Che funzione ha? Perché serve un oggetto di culto? Perché si custodisce con tanta devozione?
Dentro la vita Il Gohonzon da un lato è un oggetto, e quindi fuori di noi, ma rappresenta qualcosa che ognuno, in maniera più o meno manifesta e consapevole, possiede nel proprio intimo. Ed è questa preziosa gemma che ciascuno possiede, la vita del Budda, il nostro vero oggetto di culto. Quando si parla di religione o di oggetto di culto si è naturalmente portati a pensare a una relazione con un essere superiore, ma questa relazione di subalternità è assolutamente estranea al Buddismo di Nichiren Daishonin. Ottenendo la Buddità non riceviamo qualcosa dall’esterno ma risvegliamo qualcosa che dormiva dentro di noi, proprio come leggendo un racconto allegro risvegliamo la gioia o leggendo una lettera della persona amata ci si infiamma il cuore. Chiarisce difatti Nichiren: «Il Gohonzon esiste nella ca…

Frase dal Gosho - 13 novembre 2015

Immagine
"In questa epoca impura e malvagia, Nam-myoho-renge-kyo del capitolo “Durata della vita”, il cuore dell’insegnamento originale, deve essere piantato come seme della Buddità per la prima volta nel cuore delle persone che commettono i cinque peccati capitali e offendono il corretto insegnamento. Questo indicano le parole del capitolo “Durata della vita”: «Adesso lascerò qui questa buona medicina. Prendetela, e non temete che non vi guarisca»"

Dal Gosho "L’insegnamento, la pratica e la prova" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 419)

Il suono del Daimoku

Perché recitiamo ad alta voce e la nostra pratica non è silenziosa?
In questa maniera rispettiamo gli intendimenti del fondatore della nostra scuola, Nichiren Daishonin. Egli infatti riteneva che la verità del Sutra del Loto andasse manifestata, pronunciata, espressa, e non mantenuta nel segreto della propria realizzazione individuale.
Pronunciare il suono di Nam Myoho Renge Kyo e non soltanto meditarci sopra o ripeterlo mentalmente significa dare al concetto un'espressione concreta, udibile, percepibile e condivisibile anche con altri. L'intento è quello di superare la separazione fra mondo interiore (la propria mente, la percezione silenziosa di essa) e mondo esteriore (gli altri, il corpo, l'azione, la parola pronunciata).
Inoltre la produzione di un suono, sempre secondo le tecniche dell'Oriente relative ai mantra, è creativa e influenza l'ambiente. Gli antichi indiani, infatti, pensavano che il suono fosse il primo elemento, connesso con la sostanza eterica, dal …

Frase dal Gosho - 12 novembre 2015

Immagine
"Nell’ottavo volume del Sutra del Loto si legge: «I loro desideri saranno appagati e nell’esistenza presente saranno ricompensati con la fortuna». Vi si afferma inoltre: «Nell’esistenza presente otterrà una ricompensa visibile per queste azioni» [...] Se ci fosse anche una sola menzogna nel Sutra del Loto, in cosa potremmo riporre fede?"

Dal Gosho "Fortuna in questa vita" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 583)

Ascoltare

Immagine
Il Budda è una persona che con cuore puro ascolta la voce dello spirito sublime dentro di lui e, guidato da essa, sfida ogni difficoltà e si sforza di concretizzare questo nobile ideale nel corso della sua vita, dando speranza e coraggio a tutti. (D. I.)

Ilenia ha detto...

Immagine
Io ci sono! Non smetterò mai di praticare... anche se in alcuni momenti non si riesce ad andare avanti perchè le cose sembrano troppo difficili da superare, perchè credi di essere troppo debole e di non avere la forza, io pratico proprio per trovare quella forza. Sempre NAM MYOHO RENGE KYO

(commento dell' 8 settembre 2014)

Frase dal Gosho - 11 novembre 2015

Immagine
"Il daimoku del Sutra del Loto è la torre preziosa e la torre preziosa è Nam-myoho-renge-kyo. Al momento l’intero corpo dell’Onorevole Abutsu è composto dei cinque elementi di terra, acqua, fuoco, vento e spazio. Questi cinque elementi sono anche i cinque caratteri del daimoku. Perciò Abutsu-bo è la torre preziosa stessa, e la torre preziosa è Abutsu-bo stesso. Al di fuori di questa consapevolezza tutto il resto è inutile."

Dal Gosho "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)

Io sono la torre preziosa

Immagine
«Recita Nam-myoho-renge-kyo con questa convinzione. Allora, il luogo dove vivi o reciti Daimoku è il luogo della Torre Preziosa». Una folgorazione! Mi piace, ma che significa?
Dicembre 1991. Sono presidente di una cooperativa di produzione, ci occupiamo di impiantistica industriale. A causa di incomprensioni io, mia moglie Bruna e le nostre due figlie molto piccole, siamo dovuti scappare da Salerno, la nostra città perché la malavita locale ci ha "imposto" il fallimento. Arrivo in Toscana fallito e sconfitto. Mio fratello, riesce a trovarci una casa in campagna, a modico affitto. Ci trasferiamo e quell'inverno... non lo scorderò mai! La neve ci costringe, date le ristrettezze, a bruciare nel camino alcuni mobili per scaldarci e per mangiare cerchiamo erbe nei campi. Ci inventiamo un nuovo lavoro: vendere "abusivamente" bigiotteria per strada. Arrivo a rompere il salvadanaio delle mie figlie per mettere cinquemila lire di benzina. Dopo qualche giorno distruggo la ma…

Frase dal Gosho - 10 novembre 2015

Immagine
"Quindi il miglior modo per conseguire la Buddità è quello di incontrare un buon amico. Dove può condurci la nostra saggezza? Se abbiamo abbastanza saggezza da distinguere il caldo dal freddo, dovremmo cercare un buon amico. Ma incontrare un buon amico è la cosa più difficile. Per questo il Budda l’ha paragonata alla probabilità per una tartaruga con un occhio solo di trovare un tronco galleggiante con una cavità della misura giusta per contenerla, o alla difficoltà di calare un filo dal cielo di Brahma e farlo passare attraverso la cruna di un ago posto sulla terra. Inoltre, in quest’ultima epoca malvagia, i cattivi compagni sono più numerosi dei granelli di polvere della terra, mentre i buoni amici sono meno del terriccio che può stare su un’unghia."

Dal Gosho "I tre maestri del Tripitaka pregano per la pioggia" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 531)

La fede è uguale alla vita quotidiana #3

Immagine
In qualunque caso, se vogliamo che la nostra giornata sia costruttiva è essenziale iniziarla bene la mattina e mantenere un ritmo appropriato nelle attività quotidiane. Chi vuole diventare un individuo eccellente dovrebbe sempre rispettare questo principio. Un brano della Raccolta degli insegnamenti orali afferma: «Ora Nichiren e i suoi seguaci, che recitano Nam myoho renge kyo, sono le persone che “dimorano nello stesso luogo del Tathagata”. Perciò, Fu Ta-shih dice nel suo commentario: “Mattina dopo mattina ci svegliamo con il Budda, sera dopo sera andiamo a dormire con il Budda”.»

Noi, come discepoli di Nichiren, recitiamo Nam myoho renge kyo e mettiamo in pratica questo brano. Perciò non c’è dubbio che ognuno di noi effettivamente si alzi e vada a dormire con il Budda.
Per vivere in maniera corretta, in accordo con l’eterno principio di creare la più significativa delle esistenze, la pratica di recitare gongyo mattina e sera è fondamentale e vitale. Recitare un gongyo vigoroso la m…

Frase dal Gosho - 9 novembre 2015

Immagine
"Benché numerose, le persone del Giappone difficilmente realizzeranno qualunque cosa, poiché hanno uno stesso corpo, ma diversa mente. Al contrario, sebbene Nichiren e i suoi discepoli siano pochi di numero, poiché hanno lo spirito di "diversi corpi, stessa mente", realizzeranno sicuramente la loro grande missione di propagare ampiamente il Sutra del Loto. Un solo scroscio di pioggia spegne molti fuochi ruggenti, e una singola verità dissolve molte forze malvagie»"

Dal Gosho "Diversi corpi, stessa mente" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 550)

Frase dal Gosho - 8 novembre 2015

Immagine
"Domanda: Nel capitolo “Espedienti” del primo volume del Sutra del Loto si legge: «Il vero aspetto di tutti i fenomeni può essere compreso e condiviso solo tra Budda. Questa realtà consiste di: aspetto, natura, […], e della loro coerenza dall’inizio alla fine». Cosa significa questo passo? Risposta: Esso significa che gli esseri viventi e i loro ambienti nei Dieci mondi, dall’inferno, il più basso, alla Buddità, il più elevato, sono tutti, senza eccezioni, manifestazioni di Myoho-renge-kyo."

Dal Gosho "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 339)

Frase dal Gosho - 7 novembre 2015

Immagine
"«Dopo la mia estinzione, nell’ultimo periodo di cinquecento anni, dovrai diffonderlo in tutto Jambudvipa e non permettere mai che [la sua diffusione] sia interrotta, né dovrai permettere ai demoni malvagi, alla gente demoniaca, agli esseri celesti, ai draghi, agli yaksha, o ai demoni kumbhanda di prendere il sopravvento!» [...] Dal momento che la predizione del sutra non fu fatta invano, è certo che tutto il popolo del Giappone reciterà Nam-myoho- renge-kyo!"

Dal Gosho "Ripagare i debiti di gratitudine" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 659)

Il Gohonzon 3/5

Immagine
È l’oggetto di culto per chi pratica il Buddismo di Nichiren Daishonin. Quale è il suo significato? Che funzione ha? Perché serve un oggetto di culto? Perché si custodisce con tanta devozione?
Chi va con lo zoppo… Nichiren trasmise la sua condizione vitale di Budda nell’oggetto di culto. Recitando Daimoku davanti al Gohonzon, quest’ultimo agisce da causa esterna permettendoci di manifestare la nostra Buddità, anche se non ne siamo sempre consapevoli. Una lettera scritta da una persona che ci ama è in grado di risvegliare in noi lo stesso sentimento. Anche la musica o la poesia è in grado di farci rivivere la condizione vitale del suo autore. Altrettanto si può dire per i quadri, le opere d’arte in generale o le opere architettoniche: esse attivano in noi precise condizioni o stati vitali. Tornando ogni giorno, mattina e sera, di fronte alla vita di Nichiren, manifestiamo sempre più la sua stessa mente, cioè la stessa condizione vitale. Il desiderio del Daishonin, come del resto quello dei …