Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2016

Stato vitale

Immagine
"Chi possiede uno stato vitale che gli permette di gioire di ogni istante, in qualsiasi circostanza, ed è anche dotato di saggezza e ottimismo, può superare ogni tipo di problema o sofferenza".
stampa la pagina

Teresa ha detto...

Immagine
Ciao ho 47 anni e vivo a Milano. Ho incontrato il Buddismo 4 anni fa e ho realizzato cose impensabili per me. Grazie alla tenacia e alla determinazione che ho imparato dalla filosofia Buddista; responsabilità e trasformazione del veleno in medicina! Ringrazio sempre la mia Vita e mi scuso con Lei quando non le do' il valore giusto che merita. Un'altra cosa fondamentale e non retrocedere mai, credere cioè che tutto si può fare anche quando sembra il contrario. Non cambiare "rotta" se ne hai scelta una e persevera. La Nostra Rivoluzione Umana è fondamentale ed è sempre il mio obbiettivo davanti al Gohonzon. Auguro a tutti di essere felici e di pregare sempre per un mondo di pace e di "non avidità e arroganza" come questo periodo sociale-politico  che invece ci vuole imporre! La felicita' non sta' nell'avere ma nell'essere e noi Buddisti abbiamo questa opportunità di diventare ESSERE quello che siamo veramente!
Ciao a tutti!

(commento del 28 g…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 30 novembre 2016

Immagine
"Il Sutra del Loto afferma: «[Le dottrine che essi predicheranno] non saranno mai contrarie alla vera realtà». T’ien-t’ai spiega che questo significa: «Nessuna cosa che riguardi la vita o il lavoro contrasta in alcun modo con la vera realtà». Saggio non è chi pratica il Buddismo prescindendo dalle questioni mondane, ma chi comprende perfettamente i princìpi che governano il mondo."

Dal Gosho "Il kalpa della diminuzione" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 995)
stampa la pagina

Testa alta, dunque!

Immagine
Ricordate che non ha proprio senso farsi scoraggiare da una delusione amorosa. Non dovete essere così deboli e fragili. Probabilmente oggi pensate che la persona che state per perdere sia unica e insostituibile; ma siete così certi che potrà reggere il confronto con le prossime cento, mille o diecimila persone che incontrerete? Dovete pensare che vi saranno occasioni migliori. Inoltre crescendo, cambierete anche il modo di guardare gli altri. Sicuramente molti di voi hanno già avuto delusioni d'amore. Quando ci si sente colpiti intimamente si può anche perdere la propria autostima. Ma non è così, voi siete unici e preziosi. (...) E' importante diventare forti. Quando si è forti anche la vostra tristezza diventerà fonte di nutrimento e le cose che vi fanno soffrire vi aiuteranno a purificare la vostra vita. Solo quando si tocca il fondo della sofferenza e ci si sente schiacciati dal dolore si inizia a capire il vero significato della vita. Proprio perchè si prova una tale soff…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 29 novembre 2016

Immagine
"«Sia l'essere vivente sia il suo ambiente manifestano sempre Myoho-renge-kyo». [...] Spiegazioni così precise non lasciano spazio a dubbi. Quindi, l'intero regno dei fenomeni non è diverso dai cinque caratteri di Myoho-renge-kyo."

Dal Gosho "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 339)
stampa la pagina

L'Illuminazione delle donne

Immagine
In alcuni sutra buddisti precedenti il Sutra del Loto era scritto che le donne non potevano ottenere la Buddità: «Anche se gli occhi dei Budda delle tre esistenze dovessero cadere al suolo – recita un sutra – nessuna donna di alcun regno dell’esistenza potrebbe mai ottenere la Buddità». Questa era la visione sulle donne che prevaleva nell’India del quinto secolo a.C.: venivano considerate più o meno proprietà dei loro mariti. Si dice, tuttavia, che in risposta alle richieste di una zia e di altre donne, Shakyamuni permise loro di diventare monache e di condurre una pratica monastica dopo aver stabilito otto regole che avrebbero dovuto seguire. Secondo Hajime Nakamura, studioso della cultura indiana: «L’apparire (nel Buddismo) di un ordine di monache fu un’evoluzione straordinaria nella storia del mondo religioso. A quell’epoca non esistevano analoghi ordini religiosi femminili in Europa, né in Nord Africa, o in tutta l’Asia. Il Buddismo fu la prima cultura a produrne uno». Nei secoli…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 28 novembre 2016

Immagine
"Se i credenti laici e il loro maestro non pregano con la stessa mente, le loro preghiere saranno inutili come voler accendere un fuoco sull’acqua. Anche se pregano con la stessa mente, se per lungo tempo hanno commesso l’errore di attaccare gli insegnamenti superiori, utilizzando quelli inferiori, le loro preghiere non otterranno risposta e infine sia i credenti laici che il maestro andranno in rovina."

Dal Gosho "Gli otto venti" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 706)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 27 novembre 2016

Immagine
"[...] per quanto riguarda il conseguimento della Buddità, le persone comuni, tenendo bene in mente le parole "determinazione sincera", diventano Budda. A cosa si riferisce precisamente "determinazione sincera"? Alla dottrina dell'osservazione della mente. E cosa significa precisamente la dottrina dell'osservazione della mente? Vuol dire che offrire la propria unica veste al Sutra del Loto equivale a strapparsi la pelle e, in tempo di carestia, offrire al Budda l'unica ciotola di riso, da cui dipende il proprio sostentamento quel giorno, significa offrire la propria vita al Budda."

Dal Gosho "L'offerta del riso" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 998)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 26 novembre 2016

Immagine
"Colui che ascolta anche una sola frase o un solo verso del sutra e lo imprime indelebilmente nel suo cuore è come una nave capace di attraversare il grande mare di nascita e morte. Il Gran Maestro Miao-lo affermò: «Anche un solo verso, impresso indelebilmente nel proprio cuore, aiuterà senza dubbio una persona a raggiungere la riva opposta. "

Dal Gosho "Una nave per attraversare il mare della sofferenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 29)
stampa la pagina

"Vincere o perdere"

Immagine
Tsunesaburo Makiguchi, fondatore della Soka Gakkai, riteneva che il seguente passo degli scritti di Nichiren Daishonin contenesse il cuore dell’insegnamento buddista o, per usare le sue parole, «la vita della religione»: «La Legge del Budda riguarda principalmente la vittoria o la sconfitta». Ma cosa intende il Buddismo per vincere o perdere? Generalmente siamo soliti “cantar vittoria” quando risolviamo un conflitto a nostro favore, ad esempio con un collega o con il capoufficio, quando otteniamo ciò che desideriamo, quando centriamo un obiettivo o superiamo una difficoltà o un ostacolo. La nostra vittoria è quindi legata alle circostanze esterne, agli accadimenti della vita. Il punto di partenza e la prospettiva del Buddismo su questo argomento sono decisamente diversi. Possiamo dire che non si concentrano tanto sul risultato quanto piuttosto sui requisiti, cioè sulle cause e le condizioni che dobbiamo possedere affinché la nostra intera esistenza sia piena di benefici. La vittoria …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 25 novembre 2016

Immagine
"Il capitolo “Espedienti”, nel primo volume del Sutra del Loto, dice: «I Budda […] desiderano aprire la porta della saggezza del Budda a tutti gli esseri viventi ». Questo si riferisce al mondo di Buddità inerente ai nove mondi. Nel capitolo “Durata della vita” si dice: «Così, da quando ho conseguito la Buddità a oggi, è trascorso un tempo estremamente lungo. La mia vita dura da un incalcolabile numero di asamkhya di kalpa e durante tutto questo periodo io sono sempre vissuto qui e la mia vita non si è mai estinta. Uomini devoti, in origine ho praticato la via del bodhisattva e la durata della vita che ho acquisito allora non si è ancora esaurita: anzi, durerà per un periodo di tempo doppio di quello trascorso fino a ora». Qui il sutra si riferisce ai nove mondi presenti nel mondo di Buddità. Il sutra afferma: «Devadatta sarà chiamato Tathagata Re del Cielo». Ciò indica che il mondo d’inferno contiene la Buddità."

Dal Gosho "L’oggetto di culto per l’osservazione della…
stampa la pagina

Imparare a vedere oltre la superficie

Immagine
Ogni tanto mi capita di incontrare delle persone che si lamentano: «Ho recitato tanto Daimoku, ma non ricevo benefici». Eppure, se si pratica correttamente, è assolutamente impossibile non riceverne. Non possiamo giudicare il potere del Gohonzon. Il nostro punto di vista è limitato. I nostri occhi sono inattendibili e anche se completamente spalancati, vedono solo i piccolissimi benefici e non riescono a percepire quelli grandi. Così siamo fatti noi comuni mortali: anche se ci capitasse di rimanere coinvolti in un incidente senza subire danni, torneremmo a casa lamentandoci che non ci è successo niente di rilevante. Oppure se guariamo da una malattia, siamo felicissimi del beneficio ricevuto. Tuttavia, se passano cinque o dieci anni senza che ci ammaliamo nuovamente, non ci viene in mente di ringraziare il Gohonzon e nemmeno ci rendiamo conto della grandissima fortuna che abbiamo avuto per essere rimasti in buona salute così a lungo. In altre parole, abbiamo la tendenza a non apprezz…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 24 novembre 2016

Immagine
"«Quando la pratica progredisce e aumenta la conoscenza, i tre ostacoli e i quattro demoni emergono in maniera disorientante, facendo a gara per interferire. […] Non dovete farvi influenzare né spaventare da loro. Se vi fate influenzare da loro, sarete trascinati nei sentieri del male. Se vi fate spaventare, vi sarà impedito di praticare il corretto insegnamento». Questa spiegazione non si applica solo a Nichiren, ma è anche una guida per i suoi discepoli. Imparatela rispettosamente e trasmettetela come verità di fede alle generazioni future."

Dal Gosho "Lettera ai fratelli" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 446)
stampa la pagina

Teoria e realtà

Immagine
"Si può fare tutta la teoria che si vuole su kosen-rufu, ma se non si sta con i piedi ben piantati in terra, tutto rimane nella sfera dell’astrazione. Bisogna tenere sempre alta la bandiera della Legge mistica e rimanere ben saldi nella realtà".
stampa la pagina

Max ha detto...

Immagine
Cari tutti, mi sono avvicinato al Buddismo senza un motivo: ero perfetto e tutti gli altri sbagliavano. Seguendo i consigli di una collega sono andato a Zadankai un paio di volte, ho sentito parlare di rivoluzione umana, ed ora a casa mia c'è un Gohonzon. I familiari mi prendono per pazzo, io mi sento uguale a prima, qualcuno mi assicura che sono molto cambiato. Un abbraccio e grazie.

(commento del 4 dicembre 2012)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 23 novembre 2016

Immagine
"Ognuno di voi deve raccogliere il coraggio di un leone e non soccombere di fronte alle minacce di chicchessia. Il leone non teme nessun altro animale e così neppure i suoi cuccioli. [...] Rafforzate la vostra fede giorno dopo giorno e mese dopo mese. Se la vostra determinazione cala anche solo un po’, i demoni prenderanno il sopravvento"

Dal Gosho "Le persecuzioni che colpiscono il santo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 885)
stampa la pagina

Il nostro vero io

Immagine
Il presidente Ikeda ci esorta spesso a creare legami umani, di amicizia, basati sul dialogo e sul rispetto profondo tra le persone, mostrando con la nostra vita la forza della pratica buddista. Rispettare le persone significa riconoscere che ognuno possiede la natura di Budda nella propria vita e ciò si manifesta tramite il nostro comportamento verso gli altri e le azioni che compiamo per migliorare costantemente noi stessi e trasformare le nostre tendenze negative. Recitando Nam-myoho-renge-kyo con tutto il cuore possiamo far emergere la forza del Gohonzon e sentire la Buddità nostra e quella degli altri. Per realizzare un secolo di umanesimo, come ci chiede il presidente Ikeda, c'è bisogno di abbracciare una prospettiva più ampia, una luce più grande che possa cambiare il cuore delle persone. Ora è il momento di risvegliare una consapevolezza più profonda, recitando Daimoku con forte convinzione per rompere il guscio e allargare la nostra condizione vitale, così da far scaturir…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 22 novembre 2016

Immagine
"Credi nel Gohonzon, il supremo oggetto di culto in tutto Jambudvipa. Rafforza costantemente la tua fede e ricevi la protezione di Shakyamuni, di Molti Tesori e dei Budda delle dieci direzioni. Impegnati nelle due vie della pratica e dello studio. Senza pratica e studio non può esservi Buddismo. Devi non solo perseverare tu, ma anche insegnare agli altri. Sia la pratica che lo studio sorgono dalla fede. Insegna agli altri come meglio puoi, anche una sola frase o un solo verso"

Dal Gosho "Il vero aspetto di tutti i fenomeni" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 342)
stampa la pagina

L'azione del Bodisattva (Shakubuku)

Immagine
Lo scopo ultimo del Buddismo è la felicità delle persone. La vita più profonda di ciascuno di noi è ricca di potenzialità inespresse e di immense riserve spirituali di saggezza, coraggio, energia e creatività. La splendida unicità e la meraviglia dell'essere umano è che ciascuno realizza e manifesta tali potenzialità in una miriade di modi diversi, a seconda del proprio carattere, della propria cultura, personalità e passione. L'intento del Buddismo è di rendere le persone consapevoli dell'illimitato potenziale della propria vita e di esprimerlo. Il Buddismo contrasta il senso di impotenza che sperimentiamo di fronte alla sofferenza e alle difficoltà, consentendoci di attingere alle nostre risorse interiori per trasformare qualunque fonte di sofferenza e ottenere convinzione e realizzazione. Nell'ambito della vasta tradizione buddista, è il Sutra del Loto che definisce nel modo più chiaro questo potenziale profondo, spiegando che è presente nella vita di ogni individu…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 21 novembre 2016

Immagine
"[...] Ma io, Nichiren, sono diverso da tali persone: credo profondamente nel passo del sutra in cui si afferma che il Sutra del Loto è il supremo fra tutti i sutra che il Budda ha predicato, che ora predica e che predicherà. Io stesso recito il daimoku che è il cuore e il nucleo dell’intero sutra ed esorto gli altri a fare lo stesso. Come l’artemisia che cresce in un campo di canapa o il legno segnato con l’inchiostro, i quali, benché inizialmente non siano diritti, lo diventano inevitabilmente, così chi recita il daimoku come insegna il Sutra del Loto non avrà mai una mente distorta. Sappi che non è possibile recitare il daimoku se la mente del Budda non entra nel nostro corpo."

Dal Gosho "I benefici del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 598)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 20 novembre 2016

Immagine
"Sii preparato e determinato: non esitare a rinunciare al tuo feudo, non pensare a tua moglie e ai tuoi bambini e non dipendere dagli altri. Devi unicamente decidere. Osserva il mondo di quest’anno come uno specchio. Dal momento che molti sono morti, il fatto che tu sia sopravvissuto fino a ora è perché tu possa affrontare questa prova. È qui che attraverserai il fiume Uji. È qui che attraverserai il Seta. Questo evento deciderà se farai onore o recherai disgrazia al tuo nome. A questo ci si riferisce quando si dice che la forma umana è difficile da ottenere e che il Sutra del Loto è difficile da credere. Dovresti pregare intensamente che Shakyamuni, Molti Tesori e tutti i Budda delle dieci direzioni si riuniscano e prendano possesso del tuo corpo per assisterti."

Dal Gosho "Risposta a Yasaburo" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 735)
stampa la pagina

Contatti

Oggetto:  Grazie
Messaggio: Ho già avuto modo di ringraziare l'autore del blog, ma con questo mio intervento vorre dirlo pubblicamente, avendo come fine principale quello di poter aiutare i tanti Mobys che navigando sul web in cerca di risposte SICURAMENTE si sono imbattuti in siti in cui si parla malissimo del buddismo di Nichiren. Ognuno è libero di descrivere la propria esperienza negativa ma per una persona che si affaccia in questo mondo può essere devastante. Ho trascorso giornate infernali perchè mi sono sentito spaesato, mi è venuto a mancare quel punto di riferimento che finalmente avevo trovato dopo 44 anni, poi il destino mi ha portato a conoscere questo blog. L'autore mi ha parlato in modo chiaro e le sue parole per me valgono più di decine di messaggi di detrattori. Adesso rivedo il mio punto di riferimento, ho ritrovato il sorriso e riprenderò a praticare. Cosa voglio dire a tutti? non allarmatevi, non fatevi intimorire, fate conto che sul sito dell'Inter è …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 19 novembre 2016

Immagine
"La vecchia volpe non dimentica la collinetta in cui è nata, e la tartaruga bianca ripagò il favore ricevuto da Mao Pao. Persino gli animali conoscono la gratitudine, a maggior ragione dovrebbero conoscerla gli esseri umani. [...] A maggior ragione chi si dedica al Buddismo non dovrebbe dimenticare i debiti di gratitudine verso i genitori, verso i maestri e verso il paese. Ma, per ripagare questi grandi debiti, deve assolutamente studiare e comprendere a fondo il Buddismo e diventare un sapiente."

Dal Gosho "Ripagare i debiti di gratitudine" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 614)
stampa la pagina

Niente è più potente di una profonda preghiera

Immagine
Il 28 aprile del 1253 Nichiren Daishonin proclamò per la prima volta Nam-myoho-renge-kyo, con il desiderio di diffonderlo in tutto il mondo. Nel suo cuore ardeva il grande voto di realizzare kosen-rufu per la felicità di ogni persona. Quel giorno iniziò la propagazione di Nam-myoho-renge-kyo, la strada maestra che conduce gli esseri umani a manifestare la propria natura di Budda. Circa settecento anni dopo, l'insegnamento di Nichiren riprese a pulsare nella vita delle persone grazie alla Soka Gakkai e alle azioni instancabili dei primi tre presidenti, Makiguchi, Toda e Ikeda. Ora i semi della Legge mistica sono finalmente sbocciati e gli ideali di pace della Gakkai si sono diffusi ovunque, tanto che in ogni momento del giorno e della notte ci sono persone che recitano Daimoku in qualche parte del globo. In un momento storico così complesso, in cui sempre più persone perdono la speranza nel futuro e la fiducia in se stesse, e in cui assistiamo a un riacutizzarsi di tensioni e conf…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 18 novembre 2016

Immagine
"Le parole pronunciate dal Budda, diventando il corpo dei sutra, portano benefici a tutti gli esseri viventi. E, fra i sutra, il Sutra del Loto è una manifestazione scritta dell’intento del Tathagata Shakyamuni, è la sua voce trascritta in parole. Quindi nelle parole scritte è contenuto il cuore del Budda. Per spiegare, è come il seme, che germoglia, diventa pianta e produce il riso. Anche se la forma del riso cambia, il cuore rimane lo stesso. Il Budda Shakyamuni e le parole scritte del Sutra del Loto sono due cose differenti, ma il loro cuore è uno solo. Perciò, quando posi lo sguardo sulle parole del Sutra del Loto, devi pensare che stai contemplando il corpo vivente del Tathagata Shakyamuni."

Dal Gosho "La voce pura e risonante" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 296)
stampa la pagina

Respirare attraverso i propri limiti

Immagine
Dedicato a chi insegue un sogno e gli sembra che più lo insegua più questo sogno si allontani impietosamente. Cosa fare quando ci si sente intrappolati in una bolla illusoria simile? Ecco la soluzione.
di Linda Johnson responsabile donne SGI Usa
Molte volte siamo portati a rinunciare quando le cose non si muovono. Ma con quale atteggiamento abbiamo recitato? Dobbiamo recitare per i nostri sogni al 100%! Se il vostro cuore non ci crede, non accadrà nulla. Non importa ciò che si fa davanti e lontano dal Gohonzon. L'attitudine conta sempre. La soluzione è sempre daimoku e se non ci credete, allora recitate per crederci. Recitate per avere il coraggio di agire. Recitate per estrarre dalla vostra vita quello che vi serve e quando vi serve. Recitate per contrattaccare. Il presidente Ikeda dice che nel momento in cui dovessimo sentirci sconfitti cinque volte, dovremmo continuare ...arrivando a sforzarci sei. Dobbiamo avere sempre lo spirito di alzarci. Siamo in grado di cambiare questo m…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 17 novembre 2016

Immagine
"I benefici che derivano dall’aprire gli occhi anche a una sola persona cieca vanno al di là di ogni descrizione; come si possono descrivere dunque i benefici che derivano dall’aver aperto gli occhi ciechi di tutto il popolo giapponese o addirittura di aver donato la vista a tutti gli esseri umani di Jambudvipa e degli altri tre continenti?"

Dal Gosho "La supremazia della Legge" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 548)
stampa la pagina

Prevenire

Immagine
"Per prevenire qualsiasi forma di autoritarismo occorre sviluppare un rapporto chiaro e diretto tra il nostro ambiente e la nostra interiorità. E niente come un buon amico può aiutarci a capire meglio noi stessi".
stampa la pagina

Gabriella ha detto...

Immagine
Ho iniziato a praticare un anno fa per elaborare un forte dolore interiore dovuto ad una grande sofferenza di cuore. Da allora ci sono stati momenti di buddità e anche una malattia impegnativa da cui ne sono uscita benissimo. C'è stato un lutto ma sono ancora qui a combattere le mie personali sfide perchè già il fatto di avere superato la malattia e il lutto sono stati per me dei grandi benefici. Ma potrei continuare dicendo che anche il fatto di lavorare è un grande beneficio. In breve i problemi ci sono e sono tanti però devo ammettere che il buddismo mi sta sostenendo. Infatti senza questo buddismo non so se oggi sarei qui a raccontare tutto questo. Quindi non posso che essere grata alla mia vita e al gonzohon. NAM MYO HO RENGE KYO a tutti! Gabriella Zonno

(commento del 5 dicembre 2011)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 16 novembre 2016

Immagine
"Devedatta provo' piu' di ogni altro la validita' degli insegnamenti di Shakyamuni. Anche in quest'epoca non sono gli amici, bensì i nemici coloro che aiutano una persona a progredire."
Da "Il comportamento del Budda" (gli scritti di Nichiren Daishonin, vol. 4, pag. 54)
stampa la pagina

La zampata dell'illuminato

Immagine
Io non sono un Budda. Senza saperlo è questa la frase che rivolgo a me stesso quando non penso di poter essere felice in ogni circostanza. Io no, non sono un Budda. Io non godo della forza di vita che un Budda può avere anche di fronte alle circostanze più difficili. Gli altri sì ma io no. Le cose si fanno difficili e io retrocedo, mi chiudo nel mondo che mi domina. Sia esso l'Inferno o la Collera: rimango lì. Mi chiedo, chiedo agli altri, chiedo alle cose di dimostrarmi che non è quella la mia vera natura. Solo allora sarò un Budda. E se nessuno risponde, se il mio grido disperato non ha eco, allora no. Non sono un Budda. Questa è una storia che conosco alla perfezione, è il punto di partenza da cui tutto nasce. Inizia da qui ogni mia esperienza di fede. Da quando giro la clessidra e inizio una corsa con il tempo. Quello del mio dolore, quello delle mie sfide. Giro la clessidra o, meglio, la vita mi gira la clessidra e mi sfida: vediamo quanto impieghi a ricordarti che sei un Bu…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 15 novembre 2016

Immagine
"Masakado era conosciuto come un coraggioso generale esperto nell’arte della guerra, tuttavia fu sconfitto dalle truppe comandate dall’imperatore. Anche Fan K’uai e Chang Liang ebbero i loro fallimenti. È il cuore che è importante. Non importa quanto forte Nichiren possa pregare per te, se manchi di fede sarà come tentare di accendere il fuoco con un’esca bagnata. Sforzati di raccogliere il potere della fede. Considera prodigiosa la tua sopravvivenza. Usa la strategia del Sutra del Loto prima di ogni altra. Allora «riuscirai […] a sconfiggere tutti gli altri nemici». Queste auree parole non saranno mai contraddette. L’essenza della strategia e dell’arte della spada derivano dalla Legge mistica."

Dal Gosho "La strategia del Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 889)
stampa la pagina

Tremila regni in un singolo istante

Immagine
La vita di ogni individuo possiede un potenziale infinito; questo è il pensiero centrale del Buddismo di Nichiren. E per quanto in teoria questo sia un concetto facile da accettare, nella realtà tendiamo a porre limiti alle nostre possibilità. Inoltre, nella maggior parte dei casi, definiamo la nostra vita in base a tali limiti consapevoli o inconsci: sono in grado di fare questo, ma non quest’altro. Viviamo abbastanza comodamente dentro i nostri limiti auto-imposti, ma quando ci troviamo di fronte a un problema o a una difficoltà e sentiamo di non avere la capacità o le risorse emotive per affrontarle, soffriamo. Ci sentiamo schiacciati o impotenti, spaventati. La pratica buddista ci permette di attingere a inesauribili risorse interiori di coraggio, speranza e “resilienza” per superare le difficoltà e ampliare i confini della nostra esistenza, aiutando gli altri a fare lo stesso. Questa condizione vitale dinamica e compassionevole viene detta “Buddità” e un Budda è una persona che …
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 14 novembre 2016

Immagine
"Tutti i caratteri di questo sutra, senza eccezione alcuna, sono Budda viventi di perfetta illuminazione, ma noi, guardandoli con gli occhi delle persone comuni, vediamo solo dei caratteri. Per esempio, gli spiriti affamati vedono il fiume Gange come fuoco, gli esseri umani come acqua e gli esseri celesti come amrita. L’acqua è sempre uguale, ma appare diversamente secondo la retribuzione karmica di ognuno."

Dal Gosho "Risposta al prete laico Soya" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 431)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 13 novembre 2016

Immagine
"Non devi assolutamente dolerti per il mio esilio, era stato predetto nei capitoli “Esortazione alla devozione” e “Mai Sprezzante” dove si dice [che il devoto del Sutra del Loto incontrerà persecuzioni]. La vita è limitata, non dobbiamo lesinarla. Ciò a cui dobbiamo principalmente aspirare è la terra del Budda."

Dal Gosho "Aspirare alla terra del Budda" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 187)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 12 novembre 2016

Immagine
"Al momento l’intero corpo dell’Onorevole Abutsu è composto dei cinque elementi di terra, acqua, fuoco, vento e spazio. Questi cinque elementi sono anche i cinque caratteri del daimoku. Perciò Abutsu- bo è la torre preziosa stessa, e la torre preziosa è Abutsu-bo stesso. Al di fuori di questa consapevolezza tutto il resto è inutile. È la torre preziosa adornata dai sette tipi di gemme: ascoltare l’insegnamento corretto, credere in esso, osservare i precetti, meditare, praticare assiduamente, rinunciare ai propri attaccamenti e riflettere su se stessi. Potresti pensare di aver fatto offerte alla torre preziosa del Tathagata Molti Tesori, ma non è così. Le hai offerte a te stesso. Tu stesso sei un Tathagata da sempre illuminato e dotato dei tre corpi."

Dal Gosho "La torre preziosa" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 264)
stampa la pagina

Lamentarsi non è Buddismo

Immagine
Tutte le persone hanno delle preoccupazioni. Alcune sono tormentate dal coniuge, altre dai figli o hanno problemi di salute. Lo scopo della fede è correggere le cause fondamentali che provocano tali sofferenze. Non riuscirete mai a migliorare una situazione finché cercate soltanto di cambiare l'effetto. Come afferma il Gosho: «Se tenti di curare la malattia di qualcuno senza conoscere la causa, non farai altro che peggiorarne la condizione». Qualsiasi problema vi affligga scaturisce necessariamente da una causa interna e una causa esterna che agiscono insieme per produrre un effetto. Supponiamo di avere un seme (causa interna): questo seme non germoglierà (effetto) se non viene annaffiato (causa esterna). D'altra parte, anche versando tanta acqua, non spunteranno mai dei germogli se non c'è alcun seme. Molti non si rendono conto che la causa fondamentale è dentro di noi, e si lamentano degli altri che agiscono come ostacoli. Supponiamo che soffriate per un marito tirannic…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 11 novembre 2016

Immagine
"Ogni fenomeno ha un nome e questo nome indica la particolare virtù o proprietà intrinseca di quella cosa. Per esempio, la persona nota come generale Tigre di Pietra fu chiamata così perché riuscì a trafiggere una tigre di pietra con una freccia. E il Ministro Che Perfora il Bersaglio ricevette questo nome perché riuscì a scagliare una freccia attraverso un bersaglio di ferro. In entrambi i casi il nome indica le qualità della persona. Nel caso del Sutra del Loto della Legge meravigliosa, le virtù e i benefici dei suoi otto volumi e ventotto capitoli sono tutti contenuti nei cinque caratteri che compongono il suo titolo; è come il gioiello che esaudisce i desideri, che contiene al suo interno diecimila gioielli. Questo è il significato della dottrina secondo la quale i tremila regni sono tutti contenuti in un singolo granello di polvere."

Dal Gosho "Cavalli bianchi e cigni bianchi" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pagg. 941-942)
stampa la pagina

Il grande imbroglione prima o poi arriva

Immagine
Nel momento in cui si cresce, proprio nel momento in cui la fede avanza, appare il Demone del sesto cielo. “Quando incontra qualcuno che ricerca la Via cerca di ostacolarlo” (Nichiren Daishonin. Lettera ai fratelli). Il suo scopo è indebolire lo stato vitale, impedire che la meraviglia si compia. “C'è davvero qualcosa di insolito nel fluire e rifluire della marea, nel sorgere e tramontare della luna e nell'avvicendarsi dell'estate, dell'autunno e della primavera. Accade qualcosa di insolito anche quando una persona comune raggiunge la Buddità. In quel momento i tre ostacoli e i quattro demoni invariabilmente appariranno: il saggio si rallegrerà, mentre lo stupido indietreggerà." (Nichiren Daishonin. I tre ostacoli e i quattro demoni). L'apparizione del Demone del sesto cielo è il segno della crescita. Lui cerca di sviare la nostra direzione. Mostra stradine, sentierini improvvisi. Luci girandole e carnevali. Vuole impedirci di pregare, di camminare in avanti,…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 10 novembre 2016

Immagine
"Ora, se desideri conseguire la Buddità, devi solo ammainare i vessilli dell’arroganza, mettere da parte il bastone della rabbia e dedicarti esclusivamente all’unico veicolo del Sutra del Loto. Fama mondana e profitto sono orpelli della presente esistenza; arroganza e pregiudizio sono catene nella futura esistenza. Dovresti vergognarti di queste cose! E dovresti anche averne paura!"

Dal Gosho "Domande e risposte riguardo all’abbracciare il Sutra del Loto" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 51)
stampa la pagina

Imparare

Immagine
"Imparare sempre: un concetto che suona come uno slogan, tanto è ripetuto. Eppure, è l’umiltà di imparare da chiunque che dà la misura della grandezza di un individuo. Come i grandi esempi della storia ci dimostrano".
stampa la pagina

Irene ha detto...

Immagine
Mi sono interessata al Buddismo di Nichiren Daishonin senza pensare a chissà quali problemi; ho cominciato a recitare daimoku per un 'finto' problema, tanto per vedere come sarebbe andata, e poi per un'altra questione senza però aver messo in pratica il fatto che dipende tutto da me. Fatti questi due esperimenti, grazie ai grandi dubbi e ai demoni che mi si sono presentati, ho potuto valutare meglio come mi stavo comportando, che atteggiamento avevo, cos'è davvero la pratica di questo Buddismo e cosa vuol dire attuarla correttamente. Le funzioni demoniache e gli ostacoli sono un espediente come altri proprio per farci dimostrare che nam myoho renge kyo è davvero il mezzo per trasformare le nostre sofferenze in grandi gioie, in opportunità per diventare persone migliori e, anche attraverso la realizzazione dei nostri desideri, realizzare la nostra rivoluzione umana e kosen rufu nel mondo. Necessariamente, quando si è sulla strada della propria rivoluzione, si presentan…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 9 novembre 2016

Immagine
"Oggi ci sono persone che credono nel Sutra del Loto; la fede di alcuni è come il fuoco, quella di altri è come l'acqua. Quando i primi ascoltano l'insegnamento, ardono di passione come il fuoco, ma, con il passare del tempo, tendono ad abbandonare la fede. Avere fede come l'acqua significa credere sempre, senza mai retrocedere."

Dal Gosho "I due tipi di fede" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 798)
stampa la pagina

Il Daimoku per affrontare le sfide impossibili

Immagine
Le parole di Nichiren Daishonin nel Rissho ankoku ron (Adottare l'insegnamento corretto per la pace nel paese) appaiono sempre più attuali: «Quando in un paese regna il disordine, i primi a essere in disordine sono gli spiriti; quando gli spiriti sono in disordine, tutto il popolo è in disordine. [...] Se vi preoccupate anche solo un po' della vostra sicurezza personale, dovreste prima di tutto pregare per l'ordine e la tranquillità in tutti e quattro i quadranti del paese» (RSND, 1, 24). Proprio per questo, la cosa più importante ora è pregare seriamente, con sincerità, con lo stesso atteggiamento di Nichiren Daishonin quando afferma: «Usa la strategia del Sutra del Loto prima di ogni altra» (La strategia del Sutra del Loto, RSND, 1, 889). Prima di tutto occorre recitare Daimoku. Di fronte a ogni problema bisogna utilizzare il Daimoku per sconfiggere qualsiasi tipo di ostacolo o difficoltà. Solo così possiamo vincere in ogni campo, sia nella nostra vita che nell'atti…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 8 novembre 2016

Immagine
"Ti insegnerò come diventare facilmente un Budda. Insegnare qualcosa a un altro è come oliare le ruote di un pesante carro così che possano girare, o come far galleggiare una barca sull'acqua così che possa procedere senza difficoltà. Il modo per diventare facilmente un Budda non è niente di straordinario: è come dare dell'acqua a un assetato in tempo di siccità, come dare del fuoco a una persona intirizzita dal freddo o come dare a un altro l'unico esemplare che si possiede di qualcosa, oppure offrire in elemosina ciò da cui dipende la propria vita."

Dal Gosho "Il ricco Sudatta" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 963)
stampa la pagina

Trasformare il veleno in medicina

Immagine
I buddisti della Soka Gakkai usano spesso l’espressione "trasformare il veleno in medicina" quando descrivono come la loro pratica buddista li ha resi capaci di risolvere una situazione difficile, negativa o dolorosa in qualcosa di positivo.
In origine "trasformare il veleno in medicina" (giapp. hendoku-iyaku) si riferiva al processo di trasformazione delle illusioni in Illuminazione. Il Trattato sulla grande perfezione della saggezza attribuito a Nagarjuna, filosofo buddista indiano del terzo secolo, paragona il Sutra del Loto a “un grande medico che cambia il veleno in medicina”. Ciò accade perché il Sutra del Loto apre la possibilità di illuminarsi alle persone che per arroganza ed autoindulgenza avevano “bruciato i semi della Buddità”. Nei Sutra precedenti, tali persone erano state condannate all’impossibilità di diventare Budda. Da questo principio consegue, dunque, che l’Illuminazione è possibile per tutti. In un suo scritto Nichiren Daishonin approfondisce…
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 7 novembre 2016

Immagine
"Non c'è niente che superi la capacità della Legge di far nascere, far crescere, far maturare e far prosperare. [...] Concepire il desiderio di ricercare la via attraverso il potere della Legge equivale a nascere. Seguire la Legge dall'inizio alla fine equivale a essere allevato. Raccogliere il supremo frutto della Buddità equivale a raggiungere la maturazione. Apparire in diverse forme nel mondo fenomenico per la salvezza degli altri equivale a prosperare. Sebbene questi quattro stadi differiscano l'uno dall'altro, si basano tutti sulla Legge»."

Dal Gosho "Gli impareggiabili benefici della Legge" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 864)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 6 novembre 2016

Immagine
"Sin dall’inizio ho studiato per approfondire l’insegnamento del Budda e conseguire la Buddità e anche per salvare le persone con le quali ho un debito di gratitudine. Sulla strada per la Buddità sembrerebbe che si possa diventare un Budda sempre e soltanto quando si è incontrato qualcosa di simile al rischiare la propria vita. Penso che sia incontrando difficoltà come quelle esposte dal sutra - esser maledetto e insultato, attaccato con spade e bastoni, cocci e detriti, ed esiliato ripetutamente – che si legge il Sutra del Loto con la propria vita. La mia fede cresce sempre più e ho fiducia nella prossima esistenza. Se dovessi morire, salverò sicuramente ognuno di voi."

Dal Gosho "L’esilio a Sado" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 176)
stampa la pagina

Frase dal Gosho - 5 novembre 2016

Immagine
"Se comprendiamo che la nostra mente, o vita, in questo istante è myo, allora comprenderemo che essa è la Legge mistica anche negli altri istanti. Tale comprensione è il mistico kyo, o sutra. Il Sutra del Loto è il re dei sutra, la diretta via all’illuminazione, poiché spiega che l’entità della nostra mente o vita in ogni singolo istante, dalla quale sorgono sia il bene che il male, è in realtà l’entità della Legge mistica. Se reciti Myoho-renge-kyo con una profonda fede in questa verità, sicuramente conseguirai la Buddità in questa esistenza."

Dal Gosho "Il conseguimento della Buddità in questa esistenza" (Raccolta degli scritti di Nichiren Daishonin, volume I, pag. 4)
stampa la pagina

Le catene si trasformano in ali

Immagine
L'assoluta libertà è uno degli attributi del Budda.
Daisaku Ikeda nella spiegazione del Gosho Felicità in questo mondoscrive: «Il Budda di assoluta libertà è un Budda che, pur rimanendo una persona comune, vive e usa liberamente la gioia senza limiti della Legge» (BS, 118, 11). Ma quanto riusciamo a sperimentare questa condizione nella nostra vita? Per quanto mi riguarda ci sono momenti in cui mi sembra di avere catene invisibili saldate alle ossa. Come se fossero parte di me. E trovare la forza necessaria per spezzarle diventa un'impresa titanica. «Se siete passivi, vi sentirete intrappolati e infelici anche nel più libero degli ambienti, - ci incoraggia Ikeda - ma se avete un atteggiamento attivo e sfidate le circostanze sarete liberi a prescindere da quanto restrittiva la vostra situazione possa di fatto essere» (I protagonisti del XXI secolo, vol. 2, Esperia, pag. 4). Ecco la risposta: cambiare prima di tutto la prospettiva, superare la paura, ricordarsi che la vita è in…
stampa la pagina